Forza Italia contro Romani: "Berlusconi lavora per rilanciare partito"

Gli azzurri diramano una nota per sbugiardare le ricostruzioni dell’ex Paolo Romani, passato con Toti: "Cav e figli regaleranno Forza Italia alla Lega"

"Il presidente Silvio Berlusconi è al lavoro ogni giorno per far tornare a crescere Forza Italia, sulla base di un'identità forte, liberale, cristiana, garantista, propria della civiltà occidentale e dei suoi principi, chiaramente alternativa alla sinistra ma anche ben distinta dagli alleati di centro-destra". La nota diramata dagli azzurri è chiara e va a smentire seccamente le ricostruzioni dell’ex FI Paolo Romani, confluito a settembre in Cambiamo! di Giovanni Toti.

Il senatore, infatti, avrebbe rilevato a La Repubblica il suo intento di fare da interlocutore "responsabile" del governo Conte, ma soprattutto l’ex forzista si sarebbe lasciato andare a considerazioni sul Cavaliere e sul futuro del partito, sostenendo questa tesi: "So che Berlusconi e i figli regaleranno Forza Italia alla Lega".

Ecco, è arrivata a stretto giro la risposta de diretti interessati. "Le dichiarazioni del senatore Romani, come riportate oggi dal quotidiano 'Repubblica', riguardo al futuro di Forza Italia - movimento politico che ha lasciato da tempo - non soltanto sono destituite di ogni fondamento, ma sono esattamente il contrario di quanto affermato infinite volte dal presidente Berlusconi in ogni occasione pubblica e privata".

Quindi, nel comunicato, si legge infine: "Quanto alla famiglia Berlusconi e alle aziende fondate dal presidente, chi sostiene di conoscerle bene dovrebbe sapere che mai hanno interferito sulle determinazioni politiche del nostro presidente".

Francesco Paolo Sisto su Romani

"Posso soltanto sorridere e ragionare con i piedi saldamente per terra. È evidente che ognuno giochi la sua partita, i principi, la coerenza, sono completamente saltati. È un momento in cui dal M5s, al Pd, a Leu, a qualcuno di centrodestra, è saltato l'amore per la propria fede politica. Ricordate quando si rimproverava a Berlusconi di cercare i responsabili? Conte sta facendo la stessa operazione se fosse vera", dice il deputato di Forza Italia Francesco Paolo Sisto ai microfoni di Radio Cusano Campus – come riportato dall’Adnkronos – parlando delle indiscrezioni sui cosiddetti "responsabili" di FI. "Paolo Romani? Gioca una sua partita, è libero di giocarla", sottolinea, Sisto che infine aggiunge: "Ricordo a tutti che tutti noi dobbiamo essere grati a Berlusconi se siamo in Parlamento. Nessuno pensi che FI diventerà un serbatoio per il governo Conte. Se qualcuno deciderà di appoggiare il governo se ne assumerà la responsabilità, saranno soggetti che avranno il marchio rosso del tradimento, l'elettore poi giudica ed esprime il suo dissenso col voto. Stessa cosa vale per chi pensa di consegnare FI a Matteo Salvini".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di ichhatteinenKam.

ichhatteinenKam.

Mer, 19/02/2020 - 11:57

OLTRETOMBA OMERICA UNA VOCE DALL'AVERNO TANTALO CHISSA 'CHI E' SISIFO E TIZIO

Ritratto di Thorfigliodiodino

Thorfigliodiodino

Mer, 19/02/2020 - 12:15

Romani è passato dall'eskimo degli attivisti di sinistra negli anni '60 al PSI, e indi a far marcare il passo a Forza Italia. Non doveva entrarci neanche prima. Un altro di quelli che hanno fatto perdere voti e consensi a Silvio. Adesso che gli è parso che la nave affondasse, da buon topo, è volato con Toti.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 19/02/2020 - 12:57

Forza Silvio, avanti senza paura! Tutti insieme, con Meloni e Salvini.

DIAPASON

Mer, 19/02/2020 - 13:32

È l’ amaro destino degli incerti, finito Craxi, morti i socialisti, finto Berlusconi morti i socialisti, siamo in attesa del prossimo

necken

Mer, 19/02/2020 - 14:02

alla sua rispettabile età quest'Uomo ha ancora grandi energie da dedicare al lavoro ed alla giovane Compagna!

nerinaneri

Mer, 19/02/2020 - 14:17

...ne resterà soltanto uno...

Paolo17

Mer, 19/02/2020 - 14:17

L'errore primordiale di Berlusconi è stato quello di aver dato retta ai troppi socialisti. Se all'epoca della nascita di Forza Italia avesse invece dato retta alla componente liberale dei vari Biondi e Martino, sarebbe cambiato il corso della storia del partito e chissà, forse anche del Paese. Ma d'altronde Berlusconi ha sempre avuto il cuore socialista, amico di Craxi e dei suoi favori. Berlusconi ha "truffato" noi liberali puri, che ci avevano creduto. Adesso è troppo tardi. Per noi, per lui, per il partito. Molti, come me, non votano più, altri si dirigono verso la deriva fascio-comunista di Fdi e Lega, lontane anni luce dai valori liberali.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 19/02/2020 - 14:23

Un nuovo rilancio all'orizzonte? Cos'è il centesimo? Il millesimo?

mcm3

Mer, 19/02/2020 - 14:52

Cosa significa " Ben dstinta dagli alleati "..la solita chiacchiera... ?? Io penso che il silenzio di Berlusconi dopo le affermazioni antieuroeiste di Salvini sgnifica che o Brlusconi ha timeore di salvin e quindi tace o che Romani on sbaglia

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 19/02/2020 - 17:22

Non c'è che dire: se li sceglie bene i collaboratori! Addirittura romani è stato, per un certo periodo, uno dei successori designati alla guida di FI! Siamo messi veramente bene! Secondo questo voltagabbana darsi delle regole, secondo le quali in una coalizione comanda chi ha più consensi, equivale a "regalare" il partito! Pensa te che bel concetto di democrazia ha questo qui.

maurizio50

Mer, 19/02/2020 - 17:52

E b ravo Romani. Un altro pronto a dar una mano al povero Giuseppi in calo di consensi, simpatia, voti!!!!!

cuoco

Mer, 19/02/2020 - 18:14

Mafiùs

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 19/02/2020 - 19:50

Non è mai troppo tardi per leggere Murray Rothbard. Forza Berlusca, leggi "Lo stato falsario" Facco Editore 2005

STREGHETTA

Mer, 19/02/2020 - 20:20

" Forza Italia che fu " - Berlusconi sarà anche al lavoro, per rilanciare, per riorganizzare, per inventarsi qualcosa, eccetera. Il problema vero però è che aver affidato il partito al buon Tajani ( che non è lui ) e averlo in qualche modo "democristianizzato", gli ha tolto completamente quella carica innovativa e anche, diciamolo, anti-istituzioni ammuffite, che aveva alle origini, quando un pimpante e super vitale Berlusconi era una sorta di faro, stimolante e attrattivo. In tempi di crisi ( enorme ) e radicalizzazione delle posizioni ( causata dall'acutizzarsi estremo dei problemi ), un partito che fa della pura "moderazione" il suo vessillo...non è attrattivo. Senza nulla volergli togliere nell'onorabilità politica e nella sostanza, pure, oggi, Forza Italia ha qualcosa di scialbo che sa di passato, ma non il suo glorioso passato. " Forza, Italia! " ci diceva. Oggi pare dire : " Forza, Conservazione.."

zen39

Mer, 19/02/2020 - 20:44

Purtroppo non possiamo che assistere al declino. Peccato era un bel partito pieno di vitalità e di speranze. Solo un altro Silvio sarebbe in grado di crearne uno nuovo simile e ancor più vitale. Dovevi crearti un erede alla tua altezza, ma capisco non era facile. Comunque provaci non sei uno che si arrende!

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Mer, 19/02/2020 - 20:45

Ma da dove lo lancia questa volta?

STREGHETTA

Gio, 20/02/2020 - 19:30

Wilegio, non è che Berlusconi non sa scegliersi i collaboratori. E' che è circondato da ambiziosi voltagabbana, specie diffusissima in Italia. Non può ascriversi a colpa sua se la mala razza dei disonesti e degli ingrati è così nutrita e si fa una fatica enorme a trovare gente fedele. Credo, da sempre, che i signori politici eletti dovrebbero avere il " vincolo di mandato " : perché noi non votiamo le loro belle facce, ma le idee che affermano di voler portare avanti e per le quali diamo appunto mandato per rappresentarci. Il voto non è, e non dovrebbe essere, una sorta di mandato in bianco, che quelli possono riempire con le loro personali convenienze!!!! Se io voto a destra, non voglio che si porti il mio voto a sinistra. Sono rappresentanti,e delle loro personali e mutevoli idee non me ne frega nulla.