C'è il sondaggione sulla crisi Cresce Forza Italia. E Renzi...

La crisi di governo modifica le intenzioni di voto degli italiani: cresce l'ala moderata con Forza Italia e scende nei consensi il partito di Renzi

Dal punto di vista dei consensi, quello di Matteo Renzi è stato un azzardo. La decisione di lasciare la maggioranza e ritirare i suoi ministri dal Conte bis non è stata accolta con entusiasmo dai sostenitori di Italia viva, che continua a calare nelle preferenze. Come riporta il Corriere della sera, la percentuale di elettori che non ha capito i motivi dello strappo (42%) è quasi pari a quella di chi dice di averlo capito (45%). Una divisione netta degli italiani, che per la maggior parte (44%) ritengono sia comunque il frutto delle ambizioni del rottamatore, per se stesso e per il suo partito. E tra chi ha detto di aver compreso le ragioni della rottura, questa percentuale sale ulteriormente fino a toccare il 52%. Inevitabili le ripercussioni sui consensi di Italia viva.

I più critici nei confronti di Matteo Renzi sono gli elettori del Partito democratico e del Movimento 5 Stelle , uno scenario ampiamente prevedibile. Più miti i giudizi degli elettori del centrodestra, che seppure in larga parte ritengano sia stata una mossa fatta per interessi personali di Renzi, attribuiscono ampie responsabilità anche a Giuseppe Conte. Il Corriere, inoltre, fa notare che la maggioranza di quelli che dichiarano di non aver compreso le ragioni dello strappo di Matteo Renzi, attribuscono la responsabilità proprio al leader di Italia viva. Un giudizio ragionevolmente influenzato da giudizi pregiudizievoli. Ed è forse questo il motivo che ha portato il 43% degli intervistati a dichiarare che l'esperienza di governo di Giuseppe Conte debba andare avanti con il terzo mandato. Il 36%, invece, ritiene conclusa l'esperienza di governo del professore.

Sebbene lo scenario che prevede le elezioni anticipate nel 2021 sia uno nei meno probabili nell'attuale situazione, i partiti guardano con grande interesse alle intenzioni di foto degli italiani. Il risultato del sondaggio condotto dal Corsera sono del tutto favorevoli al centrodestra. Forza Italia guadagna terreno e supera la soglia del 10% (10,2%), un traguardo importante per il partito di Silvio Berlusconi, che deriva dall'incremento dei moderati. Questo risultato fa il paio con il 15% di Fratelli d'Italia e con il 23,1% della Lega. I tre partiti principali della coalizione hanno insieme il 48,3% dei consensi nelle intenzioni di voto degli italiani, quasi la maggioranza assoluta.

Scendono sotto il 20% (19,9%) i consensi per il Partito democratico, che si conferma secondo partito italiano, e staccato si piazza il Movimento 5 Stelle. Decisamente molto staccato, con meno del 5% delle preferenze in flessione, c'è il partito di Matteo Renzi. Italia Viva ha perso 0,6 punti percentuali dall'ultima rilevazione e ora ha il 2,4% dei consensi. L'area degli astensionisti è molto ampia ed è circa il 39% degli intervistati, che a oggi rappresenta il segmento elettorale più numeroso. Questo è il bacino al quale, in caso di elezioni, dovranno puntare i partiti, riprendendosi la fiducia degli italiani traditi o delusi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

hectorre

Sab, 16/01/2021 - 13:59

in quel 39% di astenuto dobbiamo togliere il 25% che non va mai a votare...quindi resta un 14% di elettori indecisi, ma questi non devono decidere tra dx o sx...devono solo decidere se andarci!!...e la fetta più grossa riguarda l’elettorato di cdx....se decideranno di mandare a casa definitivamente pd e 5s, si volerà oltre il 55%!!!...ma purtroppo non ci faranno votare

Nes

Sab, 16/01/2021 - 14:11

Il centro destra vola, allora scordatevi le elezioni perché la sinistra dei palazzi del potere non concederà al popolo le elezioni. Il governo non cadrà, al massimo sarà sostituito con previsto dal volere del Renzi ma scordatevi le elezioni, il potere in Italia spetta a chi non vince.

ST6

Sab, 16/01/2021 - 14:16

Le maggioranze assolute in Italia non esistono. Resterà sempre un calvario per tutto

Helter_Skelter

Sab, 16/01/2021 - 14:20

Renzi è sceso ? Allora non lo votavano soltanto amici e parenti.

GovernoTecnico

Sab, 16/01/2021 - 14:21

L'unica buona notizia è la ripresa di FI. Meloni al 15% e Lega al 23% è ancora troppo meglio aspettare un altro paio di anni

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 16/01/2021 - 14:30

Io credo sia in ballo la gara per aggiudicarsi il premio per il peggior PdR.

Klotz1960

Sab, 16/01/2021 - 14:31

Altro bel sondaggino per incoraggiare ancora di piu' Mattarella PD e 5S ad evitare a qualsiasi costo le elezioni.

tarlo51

Sab, 16/01/2021 - 14:37

Ricordiamoci sempre che in Italia i sondaggi hanno sempre sbagliato, come gli oroscopi.

Ritratto di mavalala

mavalala

Sab, 16/01/2021 - 14:51

Il sondaggio citato è quello IPSOS...sicuramente per distrazione non avete chiarito che fdi è al 15% perché ha perso un punto percentuale e che i 5 stelle sono al 16,3%...fa niente lo ricordo io.....e ancora è niente, appena la destra sarà al governo, speriamo presto perché facile criticare quando sono gli altri ad avere le responsabilità, tutti vedremo il grande bluff dei "capaci" e allora....

Ghiringhelli Mario

Sab, 16/01/2021 - 14:56

se la matematica non è un'opinione: su 100 intervistati, il 39% è astensionista, il 48% (FI, FdI e Lega), il 19,9% PD, xx% il M5S e il 2,4% IV. Sommando si ha: 39+48,3+19,9+XX+2,4= 109 e rotti...per caso la xx è negativa? :-)

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 16/01/2021 - 15:14

@Klotz1960 - Esatto.

CICERONE24

Sab, 16/01/2021 - 15:46

“…più critici nei confronti di Matteo Renzi sono gli elettori del Partito democratico e del Movimento 5 Stelle…”. Direi che era scontato, anche perché Renzi ha rotto le uova nel paniere a entrambi. Non era scontato invece e davvero non riesco a capire (qualcuno più bravo me lo spieghi) perché il 42% degli italiani non ha capito i motivi dello strappo, dopo le follie di questi mesi realizzate da Conte e addirittura il 43% ritiene che l’esperienza di Conte debba andare avanti con un Conte ter. Pazzesco, folle, impensabile, incredibile. D’altra parte, tuttavia, se pensiamo che nelle ultime elezioni politiche il 34% aveva dato il voto ai 5 stalle, allora si comprende tutto, anzi non si comprende un cavolo, ma si capisce che è una logica conseguenza: gli italiani sono semplicemente degli incredibili masochisti.

Pinozzo

Sab, 16/01/2021 - 15:46

Ahahah fantastico come non mettete la cifra del M5S che e' 16.3%, che porterebbe il csx (ipotizzando PD+M5S+Leu+IV+Calenda) a 45.4%, che a fronte del 48.3% del cdx non mi pare cosi' distante, soprattutto se 4 italiani su 10 non hanno ancora deciso cosa votare. @Ghiringhelli Mario: il 39% delle astensioni si riferisce a tutti gli intervistati, le percentuali (FI 10.2% etc) si riferiscono a quel 61% che NON si asterrebbe. Quindi FI avrebbe il 10.2% del 61% degli intervistati, etc.

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 16/01/2021 - 15:49

Mi meraviglio del "successo" che M5S ha ancora

CICERONE24

Sab, 16/01/2021 - 15:50

@gianniverde, con infinita tristezza, ma hai proprio ragione, siamo messi proprio male. E mi fermo qui.

Massimo Bernieri

Sab, 16/01/2021 - 15:57

Anche se le destre avranno nuovamente la maggioranza alle future elezioni:tra poco o 2023 come avvenuti nel 2008:e abbiamo visto come è finita,la Ue non permetterà che un governo metta in discussione i"principi " in fatto di accoglienza,politiche fiscali divieti che ci impongono ecc e chiuderà i finaziamenti della BCE a meno che non cambierà totalmente anche la maggioranza politica del parlamento o usciamo dalla Ue come la GB.Non è pessimismo ma purtroppo realismo.

Atlantico

Sab, 16/01/2021 - 15:58

Venerdì 8 gennaio 2021, ho letto un articolo dal titolo "Il centrodestra vola nei sondaggi" e nel quale si diceva che il centrodestra aveva il 50,7% delle intenzioni di voto. Se oggi il centrodestra è sceso al 48,3% non mi pare granchè come performance, anzi.

Ritratto di faman

faman

Sab, 16/01/2021 - 16:01

ma possibile che non vi entri nella testa che le elezioni ci saranno (sicuramente) nel 2023? Fino a che ci saranno i numeri in Parlamento, questo governo rappezzato o il prossimo con i "responsabili", sgangherati e deprecabili fin che vuoi ma sono i governi legittimi; se poi non ci saranno i numeri, si andrà a votare, è logico che il Presidente la ritenga l'ultima opzione. Non sto Conte, ma sto con il Presidente, qualunque Presidente farebbe la stessa cosa con l'attuale legge elettorale.

Iacobellig

Sab, 16/01/2021 - 16:03

Renzi ha avuto la stessa sorte di Salvini, vale dire che il PD non ha rispettato i patti per far cadere Conte. Renzi si è fatto carico dell’attacco, giustamente, con il consenso anche di una parte del PD che poi si è sfilato.

xgerico

Sab, 16/01/2021 - 16:46

Ma si un buon sondaggio al giorno leva il medico di torno!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 16/01/2021 - 17:05

BABBEI COMUNISTI GRULLI , allora, continuate a ragliare alla luna? :-)

mitmar

Sab, 16/01/2021 - 17:19

Le elezioni sono una competizione tra due o piu' partiti in cui alla fine governa il PD

antoniopochesci

Sab, 16/01/2021 - 17:39

Non mi appassionano i sondaggi, usati solo come giochetti per giornali. Una domanda però me la pongo spesso: al di là dei Grillini, meteora destinata ad eclissarsi, come mai il PD ristagna sempre al 20% o giù di lì? Eppure, secondo la leggenda metropolitana propalata dalla cortigianeria mediatica, è l'unico partito a macerarsi e non dormire la notte per fare gli interessi dell'Italia, mentre gli altri penserebbero solo ai propri: quindi come minimo dovrebbe sfiorare il 40%. Io una risposta me la sono data: contrariamente a quanto predica ex cathedra e ciancia di giustizia sociale e di riforme, il PD si è trasformato nel PARTITO/PALAZZO, nel partito delle panze piene del 27 sicuro, degli apparati dello Stato, della Magistratura, dei media, ecc: in altre parole nel partito della CONSERVAZIONE dello Status quo, nel nome del quale si cristallizzano gli interessi consolidati. E se qualcuno si azzarda a contestare il PENSIERO UNICO, ti becchi sbrigativamente l'accusa di populista..

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 16/01/2021 - 17:57

Penso che FI valga di più del 10% (i partiti sovranisti crescono sempre) mentre il PD penso valga meno del 13% rilevato da Pagnoncelli, ma sono tutte ipotesi: lo vedremo a Giugno. I 5 senatori M5S che Martedì voteranno (a sorpresa, si fa per dire) con il CDX, garantiscono il voto anticipato.