Forza Italia: "Non pensiamo al governo ma agli italiani"

Lo stato maggiore di Forza Italia respinge le critiche dei tre deputati che hanno scelto di entrare nel gruppo della Lega, asserendo di non volere inciuci con il governo Conte

L'addio a Forza Italia dei deputati Carrara, Ravetto e Zanella è la notizia del giorno, politicamente parlando. I tre deputati azzurri, che paventano il rischio di un "inciucio con il governo Conte", hanno scelto di aderire al gruppo della Lega. Ma cercare un dialogo con l'esecutivo in uno dei momenti più drammatici della storia della Repubblica può essere considerato un inciucio? Studiare e proporre soluzioni utili a un Paese che soffre da mesi, per colpa della pandemia e della gravissima crisi economica, vuol dire rinunciare al proprio ruolo di opposizione? "Forza Italia è e rimarrà all’opposizione", assicura Antonio Tajani, vice presidente del partito fondato da Berlusconi. "Non è un inciucio cercare di far approvare proposte concrete per tutelare lavoratori, imprese, famiglie e liberi professionisti. E garantire la salute degli italiani utilizzando i 37 miliardi del Mes. Si tratta soltanto di buon senso e di senso di responsabilità per tutelare i diritti dei cittadini".

"Abbiamo sempre presentato con trasparenza le nostre idee e proposte", assicura in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, "pensando a salvare le aziende e non a salvare il governo. Non siamo in maggioranza e non ci interessa entrarci perché siamo alternativi alla sinistra, come all'incompetenza grillina: le accuse di inciucio le respingiamo al mittente. A differenza di altre forze politiche siamo all'opposizione dal 2018: stiamo nelle piazze e siamo a fianco delle categorie colpite dal Covid, ma lavoriamo anche a testa bassa in Parlamento sui provvedimenti per portare soluzioni ai problemi di chi - imprenditori, autonomi, commercianti, artigiani, ecc… - sta pagando il prezzo più alto alla crisi. Chi pensa a trattative sottobanco - avverte - resterà deluso: lo ha detto con assoluta chiarezza il presidente Berlusconi e nessuno - a destra come a sinistra - può permettersi di tirarlo per la giacca o di fraintendere la nostra disponibilità con altro. Avanziamo proposte che, se accolte, aiuterebbero migliaia di lavoratori, famiglie e imprese. E questa è l'unica cosa che ci interessa".

"La peculiarità che ha sempre contraddistinto l'azione politica del Presidente Berlusconi e di Forza Italia è la concretezza", dichiara la deputata azzurra Stefania Prestigiacomo. "Se di fronte alle conseguenze della pandemia da Covid-19 c'è da mettere in sicurezza il Paese, noi non possiamo tirarci indietro e per questo offriamo idee e strumenti affinché ciò venga fatto nella maniera più efficace possibile. Questo non significa affatto 'inciuciare', né ambire a ricoprire ruoli in questo governo, ma semplicemente anteporre la coerenza, il senso dello Stato, la responsabilità alla sterile propaganda come i nostri elettori, gli elettori del centrodestra ci chiedono. Saranno pertanto delusi - continua - tutti coloro che in queste ore stanno ipotizzando convergenze politiche che di fatto non esistono. Forza Italia ha ben chiaro in mente quali sono il suo ruolo, la sua mission e la sua prospettiva, ovvero tornare a essere il punto di riferimento principale dei moderati".

"La dialettica all’interno di una coalizione è fisiologica - dichiara Renato Schifani, senatore di Forza Italia e consigliere politico di Berlusconi - diverso è mettere in discussione i principi valoriali di chi ne fa parte. Ribadiamo per l’ennesima e, auspicabilmente, ultima volta che il nostro intendimento di collaborazione per realizzare misure urgenti in grado di contrastare la crisi economica e sociale in atto è solo ed esclusivamente frutto dell’invito del Presidente Mattarella ad unire le forze di fronte alla pandemia. Il bene del Paese si può e di deve perseguire anche da lati opposti del quadro politico e istituzionale senza che questo dia luogo a infruttuose polemiche"

"Apprendo che l’amico e collega Maurizio Carrara ha deciso di entrare nella Lega", afferma Massimo Mallegni, senatore di Forza Italia e commissario per la Toscana. "Dal punto di vista personale per l’amicizia e la stima reciproca sono estremamente dispiaciuto della sua scelta. Mi spiace che non abbia ripagato la fiducia che il presidente Berlusconi gli aveva dato candidandolo due anni e mezzo fa alla Camera dei Deputati senza che avesse dimostrato una precedente militanza nel nostro movimento politico. Molti altri che da sempre si erano impegnati in una dura battaglia all’interno di una difficile regione come la Toscana non hanno avuto la stessa fortuna. Mi spiace inoltre che abbia fatto questa scelta in un momento in cui il nostro partito sta rilanciando la sua azione a livello regionale e nazionale, con spirito ritrovato, nuove responsabilità, programmi chiari nell’interesse esclusivo dei cittadini, delle famiglie e delle imprese. Spero che almeno nella Lega possa svolgere un ruolo attivo, inclusa la normale attività di partito, che in Forza Italia non ha mai voluto svolgere. Per il resto ritengo che i cambi di casacca siano giusti se prima però passano attraverso il vaglio degli elettori. Ad Maiora".

"La decisione di tre colleghi di Forza Italia di lasciare il nostro gruppo per entrare in quello della Lega può sorprendere soltanto gli ingenui o quelli dei nostri che da anni agiscono in condizioni di completa cecità politica", scrive in una nota il deputato Osvaldo Napoli, del direttivo di Forza Italia alla Camera. "Anni di sudditanza alle ruvidezze del sovranismo leghista hanno impoverito culturalmente l'identità di Forza Italia e desertificato il centro-destra europeista, liberale, riformatore costruito da Silvio Berlusconi. Forza Italia è stata riconosciuta per un ventennio come la casa dei moderati, per capirci coloro che votavano Dc, PRI, PLI e in parte socialista, cioè quella maggioranza di italiani che mai poteva tollerare derive populiste o estremiste. Quel mondo - sottolinea - stenta oggi a riconoscersi nella Forza Italia intruppata in una coalizione guidata da forze anti-europeiste e sovraniste, lontane dalla visione che aveva imposto Berlusconi. Coloro che da destra gridano sempre all'inciucio, termine spregiativo per indicare il confronto e il dialogo con il Pd, non sono diversi dai comunisti degli anni '50 i quali pretendevano il monopolio dell'antifascismo: chi non era comunista non era antifascista".

"Silvio Berlusconi starebbe 'inciuciando' con il governo perché si è detto disponibile a votare lo scostamento di bilancio (come già due volte è stato fatto sia da Forza Italia sia dalla Lega) purché quelle risorse siano impiegate per sostenere le partite Iva e far crescere l'economia", scrive su Huffingtonpost.it Andrea Cangini, senatore di Forza Italia. "Era un inciucio quello che spinse Dc e Pci a collaborare per la ricostruzione nel dopoguerra? Era un inciucio quello che negli anni Settanta consentì ai partiti dell'intero 'arco costituzionale' di fronteggiare il terrorismo? Erano inciuci certi tentativi, purtroppo falliti, di dare all' Italia un assetto istituzionale che ci consentisse di competere ad armi pari con le altre democrazie occidentali? È stato un inciucio l'emendamento firmato lunedì dai capigruppo di maggioranza e opposizione (tranne quello della Lega) in commissione Cultura del Senato per riconoscere un credito di imposta del 90% a teatri e spettacolo dal vivo? No, era politica. Era solo politica, cioè mediazione. Una mediazione esercitata nell'interesse generale in un momento di massima crisi nazionale. C'è chi alla politica preferisce la propaganda. C'è chi si sforza di salvare il salvabile e chi gioca al tanto peggio tanto meglio. C'è chi, andato al governo con i grillini, accusa oggi di inciucio chi è rimasto, e rimarrà, all'opposizione. Non è stato Marco Travaglio, è stato Matteo Salvini".

"Dall'inizio della legislatura Forza Italia è stabilmente e coerentemente collocata all'opposizione", afferma in una nota Ugo Cappellacci, deputato di Forza Italia e coordinatore regionale azzurro in Sardegna. "Andremo al governo, quando ce ne sarà l'occasione, solo con il centrodestra unito. Nel frattempo pensiamo sia utile dare il nostro contributo avanzando proposte che servono alle imprese, ai lavoratori, alle famiglie. Noi lavoriamo, insieme al Presidente Berlusconi, per uscire dalla crisi pandemica. I sospetti li lasciamo volentieri agli altri...".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

frabelli1

Gio, 19/11/2020 - 15:56

Allora non fate accordi col PD. Allora non vendetevi un’altra volta. NON abboccate all’amo.

tormalinaner

Gio, 19/11/2020 - 16:17

Berlusconi è un bulimico del potere e con la scusa degli italiani fa la stampella al governo per i suoi scopi personali, oramai il suo partito è finito.

lillo44

Gio, 19/11/2020 - 16:17

......Presidente Tajani se la maggioranza non ha i numeri è un loro problema e l'aiuto di Forza Italia per aiutare il Centro Sinistra non salva l'Italia e gli Italiani in quanto, come sempre accaduto, sono solo gli Italiani che salvano il nostro Paese con i loro sacrifici!! Il resto sono solo chiacchiere e parole!!

Frusta2

Gio, 19/11/2020 - 16:19

Forza Italia puo'fare quello che vuole,ma allearsi con quelli che ha sempre avversato per manifesta incapacita'ed incoerenza ( leggi grullini )fa specie. Non si stupisca Berlusconi se qualcuno del suo partito levi le tende. Si levano da una situazione imbarazzante.

barnaby

Gio, 19/11/2020 - 16:27

La vanità e la sete di potere non permettono di imparare dai tanti errori fatti, e il tradimento è servito.

maverick15

Gio, 19/11/2020 - 16:35

non vi crede più nessuno !

Giorgio Mandozzi

Gio, 19/11/2020 - 16:41

"Non pensiamo al governo ma agli italiani". E' un'affermazione con la quale i politici ci ammorbano da 70 anni. Con tutti questi valorosi aiutanti non ci si spiega perchè affondiamo da decenni in debiti pazzeschi e fallimenti industriali continui. C'è di che farsi venire il dubbio di provare degli incapaci se quelli bravi producono questi danni.

vinvince

Gio, 19/11/2020 - 16:55

... con il MES ??? Allora è meglio che non ci pensate a gli italiani !!!

DRAGONI

Gio, 19/11/2020 - 17:10

GLI ITALIANI VOGLIONO SOLO UNA COSA :MANDARE A CASA, SINE DIE, GIUSEPPI E I SUOI COMPAGNI DI MERENDA OVVERO I GRILLINI!!!

pardinant

Gio, 19/11/2020 - 17:16

Già da tempo soggetti pervenuti dalle Vostre fila di centro destra hanno tenuto in vita un governo di sinistra e mi pare che alle elezioni siate stati ripagati con percentuali irrisorie, ma se continuate di questo passo, rischiate di scomparire. Per il bene degli Italiani si segue il Mandato che avete ricevuto ed essendo stati votati nel centro destra non potete sostenere la sinistra. Chi la vuole, se l'è già votata!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 19/11/2020 - 17:17

ricominciamo cari babbei comunisti grulli? fatela finita con la storia degli inciuci, ve la state cantando e suonando da soli su uno spartito che non esiste :-)

PassatorCorteseFVG

Gio, 19/11/2020 - 17:20

così è nato il governo monti, poi abbiamo visto il seguito , se la storia si ripete, non possiamo aspettarci nulla di buono, meditate gente di forza italia, meditate. ciao a tutti.

petrustorino

Gio, 19/11/2020 - 17:35

già ieri ho avvisato con un commento il caro Berlusca di non dare nessun aiuto a questo governo, nonostante le sollecitazioni del capo dello stato. andiamo a votare e poi si vedrà..... la risposta l'hanno data i tre parlamentari... cosa diranno alri elettori di FI? avanti di questo passo si arriverà ad un prefisso telefonico inferiore a calenda e renzi...

kallen1

Gio, 19/11/2020 - 17:38

Taiani non ti crede nessuno!!! Neanche mio nipote di sei anni crede ad una sola parola: perchè dare una stampella a questo governo che ci ha ridotti sul lastrico per manifesta incapacità propria (non voglio nemmeno pensare alla malafede) è fare l'interesse degli italiani? Ma per piacere.....

Ritratto di moshe

moshe

Gio, 19/11/2020 - 17:39

il vizietto non l'avete perso, ma di sicuro perderete voti ancora di più!

Ritratto di Montagner

Montagner

Gio, 19/11/2020 - 17:50

Visto che sembra di assistere ad un deja-vu spiegate agli italiani con chiarezza: . . . 1°) Perchè siete per il MES così com'è? . . . 2°) Perchè si ha l'impressione che abbiate venduto l'anima, e qualcos'altro, al PPE? . . . 3°) Perchè nel decreto per il covid è stata inserita, alla chetichella, una norma salva Mediaset? Nessuno si sarebbe scandalizzato se aveste fatto una proposta di legge alla luce del giorno. . . 4°) Perchè si ha l'impressione che abbiate intenzione di schierarvi con IV di Renzi, "Azione" di Calenda e PD di Zingaretti? . . . 5°) Pensate veramente che siamo tutti degli stupidi e manipolabili a vostro piacere? . . . ATTENZIONE perchè alle prossime elezioni rischiate molto!

Ritratto di Smax

Smax

Gio, 19/11/2020 - 17:50

A spararle così grosse devono averlo imparato dal loro amico di rignano. Il livello è quello. Voleye bene agli italiani? Mandate a casa questa banda chiamata governo.

Ricky70

Gio, 19/11/2020 - 17:58

E' un articolo che può essere paragonato a quello di maggiore difficoltà nel tuffo " VERTICALE CARPIATO dalla piattaforma dei 10 metri" per tentare di spiegare che fare sopravvivere il Governo è un'opera meritoria per l'Italia per evitare di andare al voto. Con ancora due anni di Governo di PD e incapaci e incompetenti grillini che mirano solo a salvare i benefici del loro seggio vinto con la lotteria del RdC, ci lasceranno tante macerie impossibili da sgomberare nel 2023. Non fare cadere il Governo se ci fosse la possibilità, sarebbe la fine di FI ormai ridotta al 6% nei sondaggi e come confermato dai pessimi risultati delle regionali. Non voto Salvini, ma per piacere......

ilrompiballe

Gio, 19/11/2020 - 18:01

Il bene degli italiani, in un momento di gravissima crisi sanitaria, economica e politica, sarebbe che un governo di incapaci si facesse da parte ed il Presidente della Repubblica ne prendesse atto.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 19/11/2020 - 18:01

Se vi interessano gli italiani se siete di centrodestra rimanete nel centrodestra e non date ascolto alle sirene sinistre che vi attirano.Berlusconi la vogliamo smettere di viaggiare a zig zag aspettando il momento con qualsiasi scusa di infilarti nella sinistra.Gli italiani non sono stupidi e non abboccano alla carota con dentro il legno.

Santippe

Gio, 19/11/2020 - 18:04

Il concetto di collaborazione secondo Conte: noi facciamo come riteniamo opportuno e voi applaudite e votate a favore.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 19/11/2020 - 18:07

Vorrei pure dire alla Prestigiacomo che se il virus ha bisogno di più unità il governo dia le dimissioni e si faccia un governo di emergenza che poi ci porti al voto

rudyger

Gio, 19/11/2020 - 18:18

Un aiuto non richiesto dal governo e fornito da F.I. equivale ad una collaborazione con chi sta affossando l'Italia. Mattarella non deve essere come sempre fumoso e deve parlare chiaro. Basta con i volemose bene.

Dordolio

Gio, 19/11/2020 - 18:41

Apprezzo molto i chiarimenti di Forza Italia benchè assai prolissi. Proviamo a sintetizzarli: NON E’ ZUPPA, MA PAN BAGNATO. Ecco che andiamo meglio.

lawless

Gio, 19/11/2020 - 18:43

berlusca pensa PRIMA ai fatti suoi POI anche a quelli degli italiani. Forza italia è un fattore di distrurbo per il centro destra non sarà mai come la vorrebbero salvini e la meloni per cui meglio non farci affidamento. Il cavaliere non accetta fungere da supporto vorrebbe comandare,purtroppo ha fatto il suo tempo e le sue mosse politiche sono imprevedibili e non più condivisibili.

Savoiardo

Gio, 19/11/2020 - 18:44

Gli interessi degli Italiani dopo quelli dei Capi ( di ogni Partito).C'est la vie.

TheExpatriate

Gio, 19/11/2020 - 18:50

Tajani è fissato con il MES. Gli avranno forse proposto qualche altra bella poltrona Europea?

Otaner

Gio, 19/11/2020 - 18:58

Condivido in toto quanto è scritto nell'articolo. Se mi è consentito vorrei dire che Salvini non doveva entrare a far parte del governo coi pentastellati perchè le elezioni le aveva vinte il centro destra . e non Grillo: mi dispiace che i tre deputati di FI si siano allontanati re scrive è sempre stat fedele

paolone67

Gio, 19/11/2020 - 18:59

Quando tirano in ballo il PCI e la DC vuol dire che stanno preparando uno di quei ribaltoni inguardabili che lascerà dietro strascichi e macerie a non finire. Se Berlusconi e i suoi pensano di uscirne con un ancora uno straccio consenso sono degli illusi.

detto-fra-noi

Gio, 19/11/2020 - 19:03

Questo è il guaio: pensano sempre a noi. A me sembra più una minaccia, non so il perchè.

QuasarX

Gio, 19/11/2020 - 19:14

mai col pd. punto

hectorre

Gio, 19/11/2020 - 19:22

che tristezza vedere il cav. zerbinato al pd e a giuseppi.......

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 19/11/2020 - 19:31

se Forza Italia è all'opposizione perchè vuole aiutare i comunisti?