La gaffe di Conte: chiama il fratello di Mattarella "un congiunto"

Il premier ringrazia Mattarella e gli esprime solidarietà per gli insulti al fratello. Ma non ricorda il nome: bagarre in Aula

La gaffe di Conte: chiama il fratello di Mattarella "un congiunto"

Nel chiedere il voto di fiducia alla Camera, Giuseppe Conte ha voluto ringraziare Sergio Mattarella nel suo discorso programmatico. E esprimergli soliderietà per gli insulti ricevuti la scorsa settimana, quando il Capo dello Stato aveva rifiutato di piazzare Paolo Savona all'Economia.

"Una delle cose che più mi ha addolorato è l'attacco sui social a un congiunto del presidente della Repubblica", ha detto il premier, "Ecco, questa è la cosa che più mi è spiaciuta" (guarda il video).

Ma il non aver nominato Piersanti Mattarella, fratello di Sergio Mattarella e ucciso dalla mafia nel 1980, ha irritato alcuni deputati, soprattutto nel Partito democratico.

"Quel congiunto è Piersanti, si chiamava Piersanti", ha scandito Graziano Delrio nel suo intervento, innescando la standing ovation dei suoi compagni di partito e dei deputati di Forza Italia (guarda il video). Lega e M5S hanno risposto con boati di disapprovazione e il deputato Pd Emanuele Fiano ha fatto platealmente - e invano - cenno ai deputati dell'opposizione di alzarsi.

Commenti

Grazie per il tuo commento