Giorgetti nomina Tria consulente economico per i vaccini

La scelta è stata ufficializzata direttamente dal Mise con un comunicato ufficiale

Giorgetti nomina Tria consulente economico per i vaccini

Giovanni Tria viene ufficialmente nominato consulente economico del governo per quanto concerne l'organizzazione e le gestione economica dei vaccini anti-Coronavirus a livello nazionale.

Il decreto che promuove l'ex ministro dell'Economia e delle finanze del primo governo presieduto da Giuseppe Conte (quello sostenuto cioè dal Movimento CinqueStelle e dalla Lega) al suo nuovo incarico è stato redatto e firmato dal neo ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti. Il vicesegretario federale del Carroccio ha quindi scelto a chi affidare il delicato ruolo di consulente economico sul dossier vaccini per la parte che specificatamente riguarda la produzione industriale nazionale del siero e la gestione dei complessi rapporti con l'Unione europea.

Giorgetti ha inoltre siglato un decreto ministeriale con cui vengono immediatamente impegnati 200 milioni di euro da destinare ad interventi di ricerca scientifica e di riconversione industriale per la produzione di vaccini. I fondi in questione andranno ad aggiungersi alle ulteriori risorse già preventivate all'interno del decreto legge Sostegni con lo scopo esplicito di dar vita al cosiddetto "Polo per la vaccinologia ed i farmaci biologici".

Una notizia, quella della nomina di Giovanni Tria, che è stata accolta con grande entusiasmo ed una malcelata ironia dal senatore del Partito democratico Dario Stefàno. Il presidente dem della commissione politiche europee di Palazzo Madama ha voluto utilizzare le pagine social per esprimere il proprio personale pensiero sulla vicenda in questione."L'incarico del ministro #Giorgetti a #Tria ci fa ben sperare che l'antieuropeismo dei Borghi e dei Bagnai nel partito di #Salvini stia definitivamente perdendo posizioni. Sarebbe una buona notizia!", ha infatti commentato su Twitter Dario Stefàno.

In effetti i rapporti tra la Lega e Tria non sono mai stati particolarmente idilliaci in passato, ad esempio quando lo scontro arrivò sulla proposta dei mini-bot e su quella relativa alle modifiche da apportare al Meccanismo europeo di stabilità (Mes). Ora tutto pare superato, con la nota ufficiale tramite cui da via Veneto si è comunicata la nomina dell'ex ministro del Mef: "Il ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti ha firmato oggi un decreto che nomina, senza oneri per lo Stato, Giovanni Tria, già ministro dell’economia, consulente economico sul dossier vaccini per la parte che riguarda la produzione industriale nazionale e i rapporti con l’Ue. Il ministro ha anche firmato un decreto ministeriale per liberare immediatamente 200 milioni per interventi di ricerca e riconversione industriale per la produzione degli vaccini. Fondi che si affiancano alle ulteriori risorse previste nel decreto sostegni per la creazione del Polo per la vaccinologia e farmaci biologici", si legge nel comunicato ufficiale del Mise.

Commenti