Gori: "A Bergamo i morti sono tre volte quelli ufficiali"

Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, spiega che i numeri che sentiamo in tivù sono solo "la punta dell'iceberg", ma i morti da coronavirus sarebbero tre volte superiori

Il coronavirus ha messo in ginocchio Bergamo. "Il numero reale delle vittime è di oltre due volte e mezzo quello certificato ufficialmente". A dirlo è il sindaco Giorgio Gori che, in un'intervista rilasciata a Tpi, spiega che il bollettino che sentiamo in tivù rappresenta "solo parzialmente la dimensione dell’epidemia e il dramma di tante famiglie".

Secondo il primo cittadino di Bergamo i dati relativi ai contagiati sono sottostimati perché "riguardano solo coloro che sono risultati positivi al tampone". "E - aggiunge - i tamponi in Lombardia si fanno solo a chi si presenta in ospedale con sintomi molto seri". La situazione attuale del capoluogo lombardo, dunque, "è solo la punta dell’iceberg", dal momento che le statistiche diffuse dalla Regione e dalla Protezione Civile non prendono in considerazione gli asintomatici e le persone sintomatiche a cui non viene fatto il tampone. Facendo un confronti tra i decessi verificatisi tra il primo e il 24 marzo di quest'anno e la media dei decessi degli ultimi dieci anni, avvenuti sempre in quello stesso arco di tempo, si è visto che "il numero dei decessi di quest’anno dall’1 al 24 marzo è quattro volte e mezzo superiore alla media degli anni precedenti". Per la precisione "ci sono stati 446 decessi, negli anni precedenti mediamente 98. Sono 348 in più. Per le statistiche ufficiali i decessi causati da Covid 19 sono 'solo' 136: tantissimi, ma molti meno di quelli realmente avvenuti", spiega Gori secondo cui "ci sono 212 decessi in più di quelli ufficialmente calcolati. Con i medesimi sintomi". Un fenomeno che non riguarda solo Bergamo città, ma anche i comuni della provincia. Molti anziani, riferisce il sindaco del Pd, muoiono nelle proprie abitazioni o nelle Rsa "senza che sia stato possibile anche solo diagnosticare loro la malattia".

Ma non solo. Con una mortalità che gli infettivologi stimano tra il 2% e l'1%, i bergamaschi contagiati "potrebbero essere tra 17 e 35mila, la maggior parte dei quali fortunatamente con sintomi leggeri o con nessun sintomo", ma,q ualora la mortalità fosse più bassa "il virus avrebbe colpito già il 30% dell’intera popolazione di Bergamo". Gori conclude la sua intervista con una considerazione alquanto allarmante: "Non c’è - dice - famiglia che non sia stata toccata, non c’è nessuno di noi che non debba preoccuparsi per un amico, un parente o un collega in gravi condizioni. Oltre ai tanti a casa con sintomi più leggeri. L’incidenza della malattia è molto, molto elevata".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di adl

adl

Sab, 28/03/2020 - 15:59

Ci sta dicendo che le statistiche della Protezione civile, sono farlocche.

angelorosa

Sab, 28/03/2020 - 16:02

come solito i pidioti arrivano sempre tardi nel capire i problemi. Provate e vedere e sentire che diceva questo "signore" all'inizio del mese e contro i governanti del nord che volevano una stretta dei loro territori. Si faccia sentire con i suoi compari che capeggiano a Roma e che impongono direttive tardive che di fatto hanno ingigantito il problema.

rosalba cioli

Sab, 28/03/2020 - 16:02

ma ricordi Gori che lui snobbava chi chiedeva più attenzione per il problema, lui riferiva queste prese di posizione come "razziste" ora sarà soddisfatto che quanto previsto da lui non è affatto la verità, ma il problema vuol dire "morti"

Ritratto di jasper

jasper

Sab, 28/03/2020 - 16:03

Per sapere con una certa approssimazione quanti sono i morti da Corona basta prendere il totale dei morti (alla fine di questa pestilenza)e sottrarre la media dei morti degli ultimi anni nel Bergamsco.

Macrone

Sab, 28/03/2020 - 16:06

Gori, ma non hai fatto la notte degli sconti e sei andato insieme alla giunta a fare l'aperitivo nel ristorante Cinese, sempre alla ricerca di fascioleghisti che chiedevano di mettere in quarantena tutti quelli che arrivavano dalla Cina. Adesso fai il maestrino con quel grande professionista che è il Governatore Fontana solo perchè alle ultime elezioni ti ha asfaltato e speri in una rivincita che non arriverà mai?

Ritratto di asimon

asimon

Sab, 28/03/2020 - 16:11

ora che Gori, quello che ai primi di febbraio: NON SIAMO RAZZISTI ABBRACCIAMO UN CINESE e con la giunta comunale di Bergamo a pranzo in un ristorante cinese, faccia il maestrino e ci dice cosa e come si deve fare è veramente troppo insopportabile. L'ipocrisia di Gori non ha limiti

maurizio-macold

Sab, 28/03/2020 - 16:21

Ad ANGELOROSA (16:02) vorrei ricordare alcune cose. La prima e' che l'Atalanta il 19 febbraio (in piena emergenza) ha disputato una partita di calcio a porte aperte con grandissima affluenza di pubblico. La seconda e' che la pandemia e' stata inizialmente sottovalutata da tanti, a partire da Fontana, Zaia, Salvini, Renzi, Zingaretti, ed altri. Insomma, se e' vero che ci sono pidioti e' anche vero che ci sono i leghidioti, e ce ne sono TANTI !

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 28/03/2020 - 16:26

chi è il bugiardo, il sindaco o la protezione civile?

antonmessina

Sab, 28/03/2020 - 16:51

ma gori non è quello che diceva che salvini era un catastrofista ? adesso fa retromarcia? ma non si vergogna?

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Sab, 28/03/2020 - 16:56

Tutto al condizionale! Quel che conta sono i numeri accertati e mi auguro che i conti fatti dal sindaco non siano veritieri.

venco

Sab, 28/03/2020 - 17:02

E di chi è la colpa?, anche del sindaco Gori che diceva: andate fuori, fate come sempre.

daniperri

Sab, 28/03/2020 - 17:07

Come già detto parecchi giorni addietro, è ovvio che occorre fare il confronto fra la media di decessi di questo mese negli anni passati e quelli attuali. Cosa che non viene fatta non mi spiego perché. Non mi piacciono né Gori né il suo partito, ma qui occorre fare i conti con i dati reali.

jaguar

Sab, 28/03/2020 - 17:07

Siamo alle prese con una squadra di ballisti, meglio non ascoltare nessuno.

EliSerena

Sab, 28/03/2020 - 17:12

@adl - Sta dicendo che i morti a casa non vengono conteggiati. Solo ieri al mio paesino di montagna 2 morti. Questi non vemgono conteggiati

daniperri

Sab, 28/03/2020 - 17:15

Quando continuavano a dirci che gli ospedali stavano per collassare, in realtà erano già collassati e non potevano ricoverare tutti.

Ritratto di theRedPill

theRedPill

Sab, 28/03/2020 - 17:33

@Lanzi Maurizio Benito: entrambi mentono; Gori mente quando nasconde come all'inizio minimizzasse il problema per paura di danneggiare l'economia bergamasca, la protezione civile mente sui numeri per indirizzare più risorse a Roma; in ultimo il codacons vuole distrarre i soldi raccolti per Milano e portarli dove fa loro più comodo. Tutti mentono.

Nicola48ino

Sab, 28/03/2020 - 17:37

Gori non merita nessun commento.

Gianx

Sab, 28/03/2020 - 17:38

Questo è un genio...non a caso è comunista...! Che schifo

Homunculus

Sab, 28/03/2020 - 17:45

maurizio-macold, la differenza tra tutti quelli che a febbraio (ma anche in marzo) hanno sottovalutato la pandemia e i bravi sindaci antifascisti/antirazzisti Sala e Gori è che quelli non hanno, almeno, promosso comportamenti a rischio mentre questi, per autopromuoversi con grande visibilità, hanno fatto i pagliacci. Non si può perdonare tanta irresponsabilità da parte di chi doveva, invece, mettere tutti in attenzione massima di fronte a un virus che non si conosceva, ma che in Cina aveva già palesato la sua enorme capacità infettiva. Che poi la partita di calcio dell'Atalanta si sia svolta a San Siro è due volte un'aggravante a carico di entrambi.

Ritratto di pulicit

pulicit

Sab, 28/03/2020 - 17:47

Incredibile.Siamo governati da incapaci.Regards

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 28/03/2020 - 17:59

Ricordo agli smemorati che chi affermava trattarsi di un semplice influenza si chiama FONTANA !!!

maurizio-macold

Sab, 28/03/2020 - 18:03

Signor HOMUNCULUS, la responsabilita' sulla decisione di fare o meno la partita era quantomeno condivisa fra i due sindaci, i presidenti delle regioni Lombardia e Piemonte e la federazione calcio. Ma se a lei fa comodo scaricare la responsabilita' sui sindaci Sala e Gori solo perche' sono del PD faccia pure, anche se cosi' l'onesta' intellettuale va a farsi benedire.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Dom, 29/03/2020 - 10:12

WjnnEx - 17:59 Ancora a giocare a ping pong? A>llora faccia uno sforzo e vada un pò più indietro nel tempo (fine gennaio) e provi a ricordare quel che disse il pdc in una trasmissione televisiva ( la7 dalla Griuber). Si da il caso che il Pdc, le sue dichiarazioni investono l'intera italia e poi la sua carica è politicamente quella di un capo di governo che è la quarta dopo il Pdr e i due presidenti di senato e camera.

florio

Dom, 29/03/2020 - 13:53

@maurizio-macold, la decisione di fare svolgere la partita, non è compito della Regione, ma del sindaco(Sala) e della prefettura che risponde al Ministro degli Interni (Lamorgese), se ci fosse stato Salvini cosa avrebbe detto lei? Posso immaginarlo improperi eaccuse a non finire, sta nella vostra logica utopistica. Quando mai la Regione ha fermato una partita di calcio.