Grasso sferza le toghe: "Non confondere ruoli"

"Ritengo che ognuno debba poter esprimere la propria opinione, però senza creare tensioni tra politica e magistratura che danneggiano sia l’una che l’altra, dobbiamo fare in modo di andare avanti nel rispettivo ruolo, politica e magistratura"

"Ritengo che ognuno debba poter esprimere la propria opinione, però senza creare tensioni tra politica e magistratura che danneggiano sia l’una che l’altra, dobbiamo fare in modo di andare avanti nel rispettivo ruolo, politica e magistratura". Lo ha affermato il presidente del Senato Pietro Grasso rispondendo alle domande sul rapporto tra politica e magistratura. Dopo le parole di Legnini del Csm che aveva invitato i magistrati ad astenersi dalle opinioni politiche come nel caso del referendum di ottobre, nel dibattito arriva anche l'opinione della seconda carica dello Stato: "Credo che tutti debbano poter esprimere le proprie opinioni su un tema fondamentale quale la Costituzione, anche i magistrati, ma tenendo sempre presenti il rispetto dei ruoli e delle istituzioni, senza esasperare i toni. Ottobre è lontano, dobbiamo arrivarci approfondendo il dibattito, non alimentando il confronto".

Per il presidente del Senato, Pietro Grasso, i principi di uguaglianza, di democrazia e di rispetto dei diritti di ognuno "non possono essere messi in discussione da nessuna riforma della Costituzione: i primi dodici articoli sono immodificabili". Grasso ha spiegato che "la cultura della legalità è una espressione abusata oggi. Perchè la legalità non è semplice osservanza leggi, ma un sistema di principi, idee, di comportamento che deve poter realizzare la persona, i principi di uguaglianza, dei diritti e di democrazia enunciati nella Costituzione". "La legalità - ha rilevato - e una scelta di vita".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

unosolo

Lun, 09/05/2016 - 14:35

ancora si comporta da magistrato e detta condizioni ? ricordiamoci come ha ribaltato il verdetto della commissione per la votazione sul Berlusconi . roba da ciechi non vedere la reale situazione in cui si sta vivendo , certo ne fruisce quindi vuole anche lui isolare la magistratura altro che rispetto dei ruoli , magari la magistratura trattasse certe cose come ha fatto per Berlusconi sai quanti erano in galera di quelli che oggi urlano.

giovauriem

Lun, 09/05/2016 - 14:38

care toghe fate come grasso , state con due piedi in una sola scarpa .

unosolo

Lun, 09/05/2016 - 14:39

una personalità , seconda carica dello Stato che entra a gamba tesa in soccorso del PCM ? i ruoli sono ben divisi ma evidentemente era solo una specie di minaccia mascherata, come dice il capo " una persona sola al comando di una nazione ,in democrazia ,è pericolosa . chissà se ancora la pensa visto che non la ripete questa frase , si sarà adeguato.

accanove

Lun, 09/05/2016 - 15:32

che sante parole, dette dopo 20 anni di persecuzione al rivale politico.... oggi che i cani sciolti sembrano rivoltarsi contro il padrone allora si corre ai ripari e li si mette a catena.

Gasparesesto

Lun, 09/05/2016 - 15:53

Anche Lui come il sordo-muto del Colle . .prima di pronunciarsi aspettano il suggerimento dell'Ex Napolitano ! Che decide per tutti ! Molto probabilmente ha ragione l'Ex Cavaliere quando parla di caduta della democrazia !

kallen1

Lun, 09/05/2016 - 15:56

Oh ecco un altro trombone che parla, parla, parla pro PiDioti, ma dov'era lui e gli altri suoi trombettieri quando le stesse cose le toghe le dicevano contro Berlusconi? Semplice erano lì ad applaudire....

ex d.c.

Lun, 09/05/2016 - 16:01

E' da tempo che confondono i ruoli, ma evidentemente andava bene così

m.nanni

Lun, 09/05/2016 - 16:19

il magistrato è libero di esprimere la sua opinione ma nella consapevolezza che le sue parole possono produrre effetti di vario genere; tra cui quello di fare infuriare il Popolo e di scassare il sistema. dichiarare si o no ad un referendum è libertà di coscienza; ma dire che "Renzi va fermato" merita l'allerta di un battaglione dei carabinieri. oppure, come ha fatto Davigo, dire che i politici rubano più di prima e si vergognano meno di prima è atto eversivo e come tale va represso con le leggi vigenti. la costituzione pone dei divieti (e non solo limiti) ai magistrati di tuffarsi in politica, mentre detti divieti non vengono imposti ai coltivatori diretti, gli artigiani e persino ai veterinari. vuol dire che hanno compiti cui sono chiamati dalla cost. a non tradirli o dispregiarli. E Mattarella non può più, assolutamente non può più, stare zitto.

Beaufou

Lun, 09/05/2016 - 16:44

"Grasso sferza le toghe"? Grasso non sferza un bel niente, ridacchia e bofonchia stando bene attento a non pestare i piedi nè ai vecchi nè ai nuovi compagnoni, com'è sempre stato il suo stile. Grasso è una di quelle persone delle quali, se svanissero nell'aria all'improvviso, nessuno sentirebbe la mancanza (ma purtroppo non succede mai). Grasso che "sferza le toghe": anche questa, mi tocca sentire. Bella Italia.

unosolo

Lun, 09/05/2016 - 17:38

opinare non è indirizzare ma solo dare attenzione ai ruoli questo si evidenzia nella intervista non si è schierato contro o a favore , da quello che si evidenzia è che per cambiare la costituzione non ci vuole la fiducia ma il dibattimento tra tutte le forze presenti attualmente in parlamento non con la sola fiducia , raggirare l'intervista per scopi politici per solo rafforzare il potere che stanno perdendo , opinate che forse aprirete anche gli occhi e vi guardate da certi raggiri.

unosolo

Lun, 09/05/2016 - 17:42

cosa ne penso il ciccione della modifica della costituzione fatta monocolore e non da tutto il parlamento ? ci dica se questa è democrazia o regime mascherato , la fiducia con certi personaggi nel cambio di legge per fiducia sapendo come si sono spostati ribaltando il voto degli elettori no è democraticamente ammissibile , ma li conviene stare zitti e sottomettersi , lasciate lavorare bene e tranquillamente la magistratura ne guadagniamo tutti dei risultati .

Duka

Mar, 10/05/2016 - 08:39

Embeh certo se lo dice lui......