Elezioni politiche 2022

Grillo attacca i jet privati, ma si scorda i suoi yacht

La nuova vena ecologista di Beppe Grillo lo porta a puntare il dito contro l'inquinamento dei jet privati ma le sue foto a bordo degli yacht raccontano un'altra storia

Grillo attacca i jet privati, ma si scorda i suoi yacht

Il Movimento 5 stelle è in piena frenesia elettorale e le contraddizioni non si contan più nei suoi esponenti, in primis Giuseppe Conte. Ma anche Beppe Grillo in questo momento sembra completamente in trance elettorale e non si cura di apparire incoerente. Dopo lo strappo con il Partito democratico, che incolpa Conte di aver fatto cadere il governo Draghi, il M5s si è posizionato ancora più a sinistra per avere ampio margine per manganellare il Pd di Enrico Letta. In questa logica, ora i grillini hanno iniziato a sparare ad alzo zero contro i jet privati. Lo stesso Beppe Grillo è sceso in campo in tal senso: inquinano, non sono sostenibili e sono un elemento di diseguaglianza sociale. Ma come, Beppe Grillo si è forse dimenticato delle vacanze di lusso a bordo di sontuosi yacht che, in fatto di inquinamento, hanno poco da invidiare ai jet privati?

È quello che fa notare Francesco Storace in un articolo pubblicato sull'edizione odierna di Libero ma che, in realtà, è un tema che da sempre crea un'ombra sulla veridicità dell'anima ecologista e ambientalista di Beppe Grillo, oggi spostato quasi su posizioni estreme. E lo dimostra il suo blog, che pare abbia ripreso vigore in vista del 25 settembre. A leggere quelle righe sembra di trovarsi davanti qualcosa scritto e pensato da Nicola Fratoianni e non dal leader del Movimento 5 stelle che, ovviamente, siccome non si è evidentemente dimenticato del tutto dei suoi trascorsi sugli yacht in Costa Smeralda (e non solo) si guarda bene dall'attaccare i possessori di barche.

Punta il dito solo sugli aerei privati: "In un contesto di crisi energetica e riscaldamento globale, i francesi sono invitati a ripetere piccoli gesti quotidiani per ridurre il loro consumo di elettricità e la loro impronta di carbonio. 'Uno sforzo' chiesto alle famiglie nell'ambito di un 'piano di sobrietà' volto a superare l'inverno senza interruzioni di corrente. Tuttavia, i francesi super ricchi continuano ad utilizzare i loro jet privati per viaggi (professionali o personali) che possono essere effettuati in treno o in auto. Per questo è iniziata una vera e propria denuncia social contro il consumo folle di questi ultra miliardari". Dalle colonne del suo blog, Beppe Grillo propone di emulare i francesi, proprio lui che fino a pochi anni fa veniva ribattezzato come l'ecofurbetto, ossia colui che predica bene ma razzola male, a bordo di imbarcazioni di lusso dagli alti consumi. E quando gli venne fatto notare di essere un "ecofurbetto" Grillo rispose a Libero: "Non sono un ecologista, non mi occupo di ecologia ma di sistemi e tecnologie".

Commenti