Grillo fa da sponsor a #ConTe. E Di Maio resta... "sfocato"

Il comico genovese lancia l'hashtag #ConTe: semplice sostegno al premier o dietro si nasconde l'indizio sulla nuova lista di Giuseppi?

Due uscite nell'arco di 24 ore. Beppe Grillo prova a guadagnare spazio in questi giorni concitati tra minacce di strappi e duelli a distanza che hanno visto come protagonisti Giuseppe Conte e Matteo Renzi. Un vero faccia a faccia tra i due non c'è mai stato: il leader di Italia Viva ha bombardato il premier mediante interviste sui quotidiani e nei talk show in televisione; il presidente del Consiglio ha risposto invece tramite veline e qualche post vago sui propri canali social. Ieri il cofondatore del Movimento 5 Stelle, rilanciando una lettera aperta rivolta ai partiti firmata dal deputato pentastellato Giorgio Trizzino, ha fatto l'appello disperato per evitare la crisi: un patto tra maggioranza e opposizione.

Un accordo da siglare con tutte le forze per il "bene comune dell'Italia", evitando di cercare scuse o pretesti "per sottrarsi a questa grande responsabilità". L'invito messo nero su bianco è stato quello di un tavolo comune per cercare e perseguire un obiettivo condiviso nell'esclusivo interesse dell'Italia, colmando "quel vuoto e la disaffezione che la politica ha lasciato in questi anni nell'animo degli italiani". Governo istituzionale? Una sorta di tutti dentro? In molti l'hanno letta così. Sta di fatto che il comico genovese si è poi trovato costretto ad apportare una modifica al post attraverso una precisazione che evidentemente ha ritenuto doverosa: "È sottinteso che il governo è di Conte".

Lo sponsor di Grillo

E questa mattina non ha perso tempo per tornare sui social e fare da sponsor a Giuseppe Conte. Il garante del M5S si è limitato a postare una foto insieme al premier lanciando l'hashtag #ConTe. Una chiara presa di posizione arrivata dopo la mossa di ieri sera da parte dei 5 Stelle, del Pd e di Leu, che hanno fatto quadrato attorno al presidente del Consiglio. In particolare i pentastellati hanno usato #AvantiConConte per supportare Giuseppi.

Un semplice sostegno? Attenzione, perché dietro potrebbe esserci un indizio sulla nuova (e ipotetica) lista a cui starebbe lavorando l'avvocato. Da mesi si parla infatti di un partito di Conte che - tra i tanti nomi circolati - potrebbe chiamarsi proprio ConTe. La nascita di una sua nuova lista potrebbe essere accelerata dall'operazione responsabili: potrebbe creare un gruppo autonomo in Parlamento che si costituisca e che sia disposto ad appoggiarlo per risolvere la crisi. Da notare infine un particolare che non può passare inosservato: nella foto postata in primo piano vi è un Luigi Di Maio "sfocato". Sullo sfondo Grillo che abbraccia il premier. Un segnale piuttosto chiaro.

La "linea Di Battista"

Nel frattempo Alessandro Di Battista ha provato a dettare la linea del Movimento 5 Stelle: "Renzi ha squittito per far fuori Conte e basta? Benissimo, Conte resta al suo posto. Renzi ha lasciato il governo? Benissimo, non ci entrerà mai più. Senza se e senza ma. Intanto queste sono le due condizioni che la forza politica che ha preso più voti nel 2018, con una legge elettorale, lo ricordo, fatta ad hoc contro il M5S, mette sul piatto. Siamo compatti. Finalmente".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

sbrigati

Gio, 14/01/2021 - 10:58

Ha copiato lo spot di un famoso conduttore.

Alfa2020

Gio, 14/01/2021 - 10:59

I Napoletani anno un nome per Luigi Di Maio Quaquaraqua

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 14/01/2021 - 11:07

Andate a casa, tutti.

Ritratto di Leonardo78

Leonardo78

Gio, 14/01/2021 - 11:18

Che peso ha grillo a livello elettorale? Comanda chi non è stato eletto? Le elezioni non contano? allora lasciateci andare a votare che prendiamo una boccata d'aria almeno. I grillini i più attaccati alle poltrone di sempre, perché dopo la politica non sanno come riciclarsi. Dallo stipendio da parlamentare al reddito di cittadinanza c'è tanta tristezza.

ziobeppe1951

Gio, 14/01/2021 - 11:28

.......pensando a Ciro....

Calmapiatta

Gio, 14/01/2021 - 11:32

l'esecutivo meno operativo degli ultimi 50 anni. Il governo Conte brilla per inadeguatezza e incompetenza. Le scellerate scelte del governo, che non ha una direzione e un verso, ma agisce in modo ondivago e spesso contraddittorio, ha creato una voragine che rischia di ingoiarci tutti. Altro che ashtag qui siamo nella mota tutti quanti. Svegliatevi.

Ritratto di pendra

pendra

Gio, 14/01/2021 - 11:49

Lo sciacallaggio perpetuato da certi Personaggi che volevano essere l'antidoto della casta e invece si sono rivelati un veleno mortale per la Democrazia é davvero Abominevole. Continuate pure a maramaldeggere e fare i viostri sporchi affarucci sul corpo straziato di una Italia Dolorosa e sofferente. Prima o poi il mometnto delle urne verrà e sarete spazzati via come la RUMENTA.

kayak65

Gio, 14/01/2021 - 11:51

ancora tra i piedi lo sfasciaitalia? creiamo un nuovo #andaveneacasa

Duka

Gio, 14/01/2021 - 11:53

Sembrano GIANNI e PINOTTO ma non fanno ridere.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 14/01/2021 - 11:57

Mi sembra una foto un po’ vecchia, non di questi giorni, forse di un paio di anni fa. Del resto in questo momento, doloroso per entrambi, non hanno alcun motivo di ridere.

sparviero51

Gio, 14/01/2021 - 11:58

POVERI ILLUSI !!!

glasnost

Gio, 14/01/2021 - 12:18

A proposito di Grillo...Dopo che si è alleato col PD non si parla più di quello che ha fatto il figlio? Tutto silenziato? Ma che potenza hanno i legami del PD con la Magistratura!

Vitademocratica

Gio, 14/01/2021 - 12:19

Come abbiamo potuto permettere che questi buffoni ci governassero ??? E' così facile bidonare il popolo italiano ???

Giorgio Colomba

Gio, 14/01/2021 - 12:27

Un'Italia appesa a Grillo, Conte, Di Maio: a da passà 'a nuttata.

Ritratto di malatesta

malatesta

Gio, 14/01/2021 - 12:32

#TORNATEACASADAY!...

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Gio, 14/01/2021 - 12:34

Povero Gigino! Con gli stadi chiusi, non potrà neppure tornare a fare il bibitaro al San Paolo!

Iacobellig

Gio, 14/01/2021 - 12:36

Grillo vergognati vai a nasconderti, cerca piuttosto di stare vicino a tuo figlio accusato di stupro che non è cosa leggera, e se questo è il prodotto dell’educazione trasmessa a tuo figlio, non t’azzardare a dare lezioni indicazioni e suggerimenti agli italiani.

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 14/01/2021 - 13:37

Chi è questo signore che si permette di andare a battere una mano sulla spalla di un ministro. A questo punto ogni Italiano potrebbe andare dal ministro e invece di battere la mano sulla spalla, potrebbe chiedergli di andare a casa, ma verrebbe subito arrestato. Questa è la Democrazia Italiana.

Antenna54

Gio, 14/01/2021 - 13:42

Come pagliacci ci siamo, come governanti no. A casa ... e che qualcuno ce lo mandi buono il nuovo governo.

Calmapiatta

Gio, 14/01/2021 - 14:06

@Vitademocratica No, è che il popolo italiano non sa più a che santo votarsi per trovare una soluzione. Perciò molti hanno provato anche questa...Dopo Berlusconi, Mortadella, Renzi...ora il triste e costosissimo (sia in vite umane che in quattrini) fallimento del M5s. Appare evidente che la politica italiana sia decisamente fallimentare.

marzo94

Gio, 14/01/2021 - 14:42

Quello che sta avvenendo non è solo vergognoso, è abominevole. Non rispetto chi ha votato 5 stalle, rovinando l'Italia, ma quei poveretti votavano contro caste e pidioti, contro inciuci e poltronari. Ed ora si ritrovano i loro rappresentanti in ginocchio da MASTELLA pur di continuare a percepire il reddito di ONOREVOLENZA . Spero che si guardino allo specchio e traggano le conseguenze.