I grillini convinti di governare per diritto, questa non è democrazia

No, questa non è democrazia. Nella democrazia vi è un meccanismo istituzionale che garantisce un ricambio delle élites in modo che il governo sia sempre, almeno in parte, espressione della volontà della comunità.

No, questa non è democrazia. Nella democrazia vi è un meccanismo istituzionale che garantisce un ricambio delle élites in modo che il governo sia sempre, almeno in parte, espressione della volontà della comunità. Ma in Italia non è più così.

Dal 2018 c'è una maggioranza parlamentare grillina andata al potere con un movimento collettivo rivoluzionario ad un tempo volgare e utopico, che voleva distruggere l'élite culturale, abbattere il Parlamento, instaurare la democrazia diretta e frenare la modernizzazione. La massa di deputati scelti da Grillo e Casaleggio fra i giovani senza formazione e cultura non era in condizione di governare un paese come l'Italia. L'unico timore che costoro hanno sempre avuto è di venir mandati a casa da una nuova elezione che avrebbe svelato la loro inconsistenza.

Di questa loro paura delle elezioni ha approfittato il Pd che è un partito molto forte ideologicamente, molto ricco, profondamente inserito nei gangli vitali del paese, ma con pochi voti per cui verrebbe sconfitto da un centrodestra riunito. Ed ecco allora che l'élite del Pd più esperta e addestrata politicamente ha imbastito un governo in cui ha accasato molti grillini affamati di cariche, costringendoli a cedere su alcuni dei loro più bizzarri punti programmatici.

In questo momento in Italia comanda una oligarchia fatta da due partiti eterogenei ed incompatibili, saldati insieme dalla volontà di restare al potere governando il Paese dal centro e in modo autoritario. Questa situazione non è modificabile finché non ci saranno elezioni perché sono i grillini ad avere la maggioranza e, avendo una ideologia rigida e dogmatica sono convinti di avere diritto di governare sempre e comunque. Ormai essi costituiscono solo una minoranza, un corpo estraneo, una sopravvivenza del passato, ma riescono a bloccare il sistema politico democratico realizzando ciò che volevano fare fin dall'inizio del loro movimento, quando il loro grido di battaglia era «Vaffa».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ex d.c.

Dom, 17/01/2021 - 11:37

Sono autorizzati a pensarlo. Sembra assurdo ma è il Partito che ha vinto le ultime elezioni.

killkoms

Dom, 17/01/2021 - 13:37

sono arrivati a stare insieme a chi disprezzavano di più pur di governare !

Cheyenne

Dom, 17/01/2021 - 17:33

L'Italia ha raggiunto livelli di pagliaccita mai visti prima

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Dom, 17/01/2021 - 17:39

X ex d.c. 11.-37: autorizzati a pensarlo? Sicuramente, ma non ad esercitare il potere in barda al restante 68% degli italiani che non li ha votati. Ti rammento che in base alla legge elettorale vigente le elezioni sono state vinte dalla coalizione di centro-destra. Non è un'opinione.

Iacobellig

Lun, 18/01/2021 - 17:51

Parole che Mattarella dovrebbe riflettere a lungo per capirle.

ROUTE66

Lun, 18/01/2021 - 18:35

Mentre i GILLINI si sono rinchiusi a doppia mandata nella scatola che volevano aprire,Mattarella nel chiuso del palazzo presidenziale rende col SUO SILENZIO OMAGGIO a chi lo ha posto Lì