Italia, record di vaccini. Ma il vero problema è il numero delle dosi

Oltre 550mila iniezioni, superata la Germania. Passa in testa il Veneto, risale la Lombardia

Sono già 555.855 le persone vaccinate in Italia, in testa per dosi somministrate in Europa, davanti alla Germania per un'incollatura. Come previsto dal piano la profilassi è partita per gli operatori sanitari, fino ad ora 452.991. La maggioranza si colloca nella fascia d'età tra i 50 e i 59 anni. Bene il Veneto con oltre l'81 per cento delle dosi ricevute già somministrate e in numeri assoluti anche il Lazio con 61.392 dosi. Arranca sempre la Lombardia che si ferma al 36,6 per cento delle dosi inoculate rispetto a quelle ricevute ma non è più ultima. La segue Bolzano con il 34,8 per cento.

L'obiettivo indicato dal commissario straordinario Domenico Arcuri è somministrare entro l'autunno 120 milioni di dosi di vaccino ovvero immunizzare 60 milioni di persone: in pratica tutta la popolazione. La grande incognita nella corsa verso una copertura che garantirebbe la ripresa delle attività a pieno ritmo senza rischi è sempre l'arrivo delle dosi. Dopo quelle della Pfizer ora l'Europa è in attesa delle fiale di Moderna. Il piano di distribuzione della big pharma prevederebbe (il condizionale è d'obbligo visto i tanti incidenti di percorso) l'arrivo per gennaio di 133mila dosi che poi salirebbero complessivamente a 764mila entro la fine di febbraio. Moderna deve consegnare al nostro paese un milione e 346mila dosi entro il primo trimestre del 2021. Le spedizioni del vaccino avverranno ogni 15 giorni: domani arriveranno le prime 47mila dosi, mentre la settimana del 25 gennaio altre 66mila, quella dell'8 febbraio 163mila e quella del 22 febbraio 488mila.

Complessivamente con Pfizer e Moderna nel primo trimestre dovremmo ricevere poco più di 10 milioni di dosi. Quindi il numero dei vaccinati si attesterà intorno ai 5 milioni visto che per l'immunizzazione è richiesta una doppia inoculazione.

Dato che ai primi 300 milioni di dosi concordati dalla Commissione europea se ne sono aggiunti altri 300 come confermato due giorni fa dalla presidente, Ursula von der Leyen, grazie alla partecipazione dell'Italia all'accordo europeo il nostro paese avrà accesso complessivamente a 81 milioni di dosi del vaccino Pfizer Biontech. A queste si aggiungono i 21 milioni di Moderna.

Quindi anche soltanto con i due vaccini già approvati dovremmo essere in grado di vaccinare 51 milioni di italiani, raggiungendo una copertura ottimale. Sempre che le dosi arrivino con il ritmo annunciato e soprattutto che il sistema sia in grado di reggere questa velocità nel corso dei prossimi mesi. È vero che ora la profilassi procede speditamente ma non con lo stesso ritmo in tutte le regioni. E occorre tenere conto anche del fatto che ora i punti di somministrazione sono collocati in strutture sanitarie dove già opera la maggioranza degli operatori che devono vaccinarsi. La logistica si complicherà per la vaccinazione a tappeto della popolazione quando diventerà fondamentale l'apporto dei medici di famiglia e dei pediatri di base capillarmente diffusi sul territorio. Per avere più dosi disponibili si conta sull'approvazione del vaccino Astrazeneca-Oxford al massimo entro la fine di gennaio. All'Italia dovrebbero arrivare 16 milioni di dosi entro il primo trimestre dell'anno. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenuto durante un seminario organizzato dalla Federazione italiana medici pediatri, Fimp, ha sottolineato che «siamo ancora all'inizio del percorso». Arcuri si impegna a garantire che pediatri e medici di base «vengano vaccinati nel minor tempo possibile» però «sempre compatibilmente con le dosi disponibili».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Atlantico

Dom, 10/01/2021 - 10:12

Il problema è che si deve sempre ed a ogni costo trovare qualcosa che non va bene: siamo il primo paese europeo per vaccinazioni fatte ma la cosa, con tutta evidenza, non va bene e quindi si deve cercare l'inezia per parlare male di noi stessi. Indagate semmai su come mai la regione 'governata' da Fontana è all'ultimo posto in Italia.

Ritratto di HARIES

HARIES

Dom, 10/01/2021 - 10:12

Il vero problema è l'attuale vertice. Poi a scalare... Si vadano ad elencare ed esaminare i vari errori commessi da inizio 2020, e facciamo la somma. Poi, per ogni errore associamo i vari responsabili e il risultato lo portiamo alla corte di giustizia... MONDIALE!!!

Duka

Dom, 10/01/2021 - 10:18

Zitti che al malloppo ci penso Io.

Ilsabbatico

Dom, 10/01/2021 - 10:18

Fino a ieri l'Italia era ultima nelle vaccinazioni, oggi è prima......ma dai....

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/01/2021 - 10:25

Meno male! Però c’è una coppia di ottantenni che non sa quale sia la strada per arrivare ad essere vaccinati, stante il fatto che il loro medico non è stato designato né fornito per il servizio.

handy13

Dom, 10/01/2021 - 10:30

...il brutto sarà fra 10 giorni richiamare tutti i vaccinati indietro x seconda dose,...credo ci si fermerà non essendoci altri infermieri da reclutare, e poi nessuno dice quanto ci si impiega a compilare moduli o schede identificative....

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 10/01/2021 - 10:36

@Ilsabbatico:Lei ancora si meraviglia? I ns. governanti sono dei maghi ci raccontano quel che vogliono e soprattutto devono essere verità che li mettano in bella luce. Ma come si fa a credere che Bergamo sia diventata la città più virtuosa senza covid o quasi? Semplice, basta ricordare che è gestita da Gori pretoriano di Renzi. Quando poi si guarda in faccia Arcuri e si vede in controluce Prodi..... cosa dire Alì Babà era un dilettante.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/01/2021 - 10:43

@Atlantico - la tua faziosità è vomitevole. Se tu leggessii l'articolo, la Lombardia non è più ultima, perchè sta riprendendo con le vaccinazioni. Ma dal centro Palmiro ti hann odato le solite diverse indicazioni.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/01/2021 - 10:43

@Ilsabbatico - sosterranno che si sono fermati tutti gl ialrti?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 10/01/2021 - 10:44

@handy13 - quello sarà un altro grosso problema. Il secondo vaccino di richiamo.

Atlantico

Dom, 10/01/2021 - 10:57

Leonida, hai ragione, la Lombardia non è ultima ... è penultima .... Puoi festeggiare direi ...

Happy1937

Dom, 10/01/2021 - 10:57

Se ci arriveranno le dosi necessarie, l'unico modo per procedere velocemente con le vaccinazioni è consentire di farle anche presso i Laboratori privati, presenti in ogni città, regolarmente accreditati dalle USL.

jaguar

Dom, 10/01/2021 - 11:45

Fosse solo il numero delle dosi il problema di questo vaccino.

wregrewgwerg

Dom, 10/01/2021 - 12:31

Non c'era dubbio che l'Italia superasse la germania,che ha 20 milioni di abitanti in più,nella somministrazione dei vaccini prodotti dai paesi protestanti germania,inghilterra,svezia ecc.La Merkel aveva affermato che nessun tedesco sarebbe stato obbligato a farsi il vaccino,e gli industriali tedeschi non sono certo fessi a somministrare alla forza lavoro vaccini che causano problemi al sistema immunitario,allergie e in alcuni casi demenza,per poi avere operai che passano molti giorni in malattia o lavorano male con danno all'export tedesco.Il danno lo fanno all'Italia,in particolare del nord,che è un paese debolissimo perchè dopo la guerra ha firmato un trattato di resa incondizionata a causa del tranello teso a Mussolini dall'èlite anglo-tedesca per far entrare in guerra l'Italia e farla perdere per poi controllarla/danneggiarla sistematicamente a tutti i livelli,e renderla campo di sperimentazione epidemica,vaccinale,di ingegneria sociale,di nuove tecnologie ecc.

stef1600

Dom, 10/01/2021 - 12:46

A dire il vero i vaccini per gli under 16 non ci sono al momento. Quindi se le cose non cambiano gli italiani da vaccinare saranno massimo 50 milioni. Comunque tanti. Speriamo arrivi anche il vaccino Astrazeneca al più presto, bisogna vaccinare 200 - 250 mila italiani al giorno per finire entro l'autunno (cioè entro il prossimo dicembre) ma spariamo di fare prima.

Indifferente

Dom, 10/01/2021 - 12:48

Se arrivano le dosi, se distribuiscono le giuste siringhe, se gli operatori non si ammalano, se non riparte l'emergenza con centinaia di ricoveri e decessi, se ci chiudono in casa e ci prelevano forzosamente uno per uno, se gli esperti lasciano i teatrini TV e tornano in laboratorio o corsia, se da CSS/ISS/CTS/Task force/cabina di regia/superKommisar se ne fa uno solo che funzioni..

necken

Dom, 10/01/2021 - 13:07

nel Paese degli Italiani sfigati e perdenti nati... ci deve essere un inghippo....

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 10/01/2021 - 13:21

Ancora con sta storia di vaccinare 60milioni di italiani. Tolta la fascia di popolazione dai sedici anni in giù che non potrà essere vaccinata,tolta chi non vuol fare la vaccinazione per paura,per ideologia per religione o altro,tolti i no -vax,a conti fatti non ci saranno 60milioni di persone da vaccinare ma un 40 milioni o giù di li.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 10/01/2021 - 13:27

Atlantico Dom, 10/01/2021 - 10:12 Ovviamente tu sei uno di quelli che trova sempre il pelo nell'uovo.La Lombardia sembra una delle regioni meno virtuose virtuose nel somministrare i vaccini...ma è quello che lasciano intendere...pensa te!

ROUTE66

Dom, 10/01/2021 - 13:36

@ atlatico: Tranquillo atlantico,i Lombardi se la sono SEMPRE cavata da soli,e anche stavolta ce la FAREMO. Basta che poi NON si venga ad intasare i nostri ospedali con la scusa di trovare i PARENTI. SAPESSE quante volte è capitato in passato (MOLTO PROSSIMO)

Ritratto di neizmjernelopteligaša

neizmjernelopte...

Dom, 10/01/2021 - 14:54

Quasi 600.000, muti e portate a casa, nonostante le cassandre giornalaie...

Ritratto di neizmjernelopteligaša

neizmjernelopte...

Dom, 10/01/2021 - 14:55

ROUTE66 Gallera docet, sostituito da una perdente,ogni cosa che ha toccato è diventata aceto...

Giallone

Dom, 10/01/2021 - 14:56

In Campania hanno già utilizzato le dosi di vaccini a loro disposizione. Per correttezza propongo di destinare a loro quelle della Lombardia che, grazia alla giunta regionale più disastrata d'Italia, non ha ancora iniziato ad utilizzarle.

Giallone

Dom, 10/01/2021 - 15:04

Route 66, il mito dei motociclisti, si vede che non conosci la sanità Lombarda. Gli ospedali pubblici sono super intasati, però se hai urgenza, ti consiglio di fare un paio di visite private a 250€ l'una presso i primari dei grandì ospedali privati. Vedrai che un posto te lo trovano subito. Questa è la grande sanità Lombarda!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/01/2021 - 16:01

Molte buone intenzioni, ma anche molta confusione! Però nessuna meraviglia, stante la confusione generale determinata dal governo in carica, il peggiore del secolo, senza che ci sia bisogno di fare il nome di colui che è mal visto da buona parte del Popolo Italiano.

giangar

Dom, 10/01/2021 - 16:21

Con le nostre piccole polemiche da strapaese riusciamo a macchiare anche qualche buon risultato raggiunto a livello di Nazione. I numeri dei vaccinati sono gonfiati? Prendetevela con le Regioni che gonfiano, sono loro che forniscono i dati. Poi c'è qualcuno che dal Portogallo contesta i dati italiani (bah!). Riguardo poi a chi afferma che gli industriali tedeschi non vaccinano i dipendenti per non avere dipendenti malati, beh, ho dovuto rileggerla un paio di volte per essere sicuro di aver capito bene! C'è davvero qualcuno che possa pensare un'assurdità del genere?