L'"altro" Zampaglione dal palco alla rapina

Colpo in banca di Francesco, musicista e fratello del cantante dei Tiromancino

L'"altro" Zampaglione dal palco alla rapina

Dalla carriera come cantautore alle rapine in banca. Giovedì a Roma è stato arrestato Francesco Zampaglione, fratello del cantante Federico dei Tiromancino.

Una sorpresa sconcertante quando i dipendenti di una filiale della Banca Intesa si sono visti davanti Francesco, non in versione vip, non con fotografi al seguito, ma nelle vesti di bandito.

È accaduto quando erano da poco passate le 14. Un uomo con il volto coperto è entrato nell'istituto di credito che affaccia sulla Circonvallazione Gianicolense e si è avvicinato alle casse. Ha puntato la pistola contro il dipendente della banca minacciandolo di consegnargli tutto il denaro che aveva davanti.

Ma il cassiere, per nulla intimorito, ha reagito. Tra i due è nata una colluttazione e Zampaglione, nel tentativo di divincolarsi, lo ha morso. Poi è fuggito, sperando di aver fatto perdere le sue tracce. Si è addirittura cambiato la maglietta e ha gettato via la pistola. Ma nella concitazione non si è accorto di essere stato seguito proprio dal cassiere, che nel frattempo aveva dato l'allarme alle forze dell'ordine. Raggiunto dalla polizia non ha opposto resistenza e gli agenti lo hanno portato nel carcere di Regina Coeli. Il bottino è stato riconsegnato poco dopo alla banca. Si è scoperto poi che l'arma che il musicista aveva utilizzato era finta e che si trattava di una pistola a gas scarica e senza tappo rosso. Invece l'impiegato eroe è stato medicato dagli uomini del 118.

Zampaglione ha già un precedente per droga. Questa mattina si terrà proprio in carcere, davanti al gip Clementina Forleo, l'udienza di convalida del fermo. Secondo gli inquirenti, quello dell'uomo potrebbe essere stato un gesto dettato dalla disperazione, forse per problemi economici, ma non si esclude che possa averlo fatto sotto effetto di stupefacenti.

Per anni il quarantanovenne aveva fatto parte della storica band romana occupandosi delle tastiere, chitarra e campionatura. Aveva anche scritto la musica e i testi di alcuni album, tra i quali «Aloe Alieno» e «Rosa spinto». Nell'anno 2000 aveva realizzato uno dei più noti brani della band «La descrizione di un attimo. Poi nel 2015, dopo varie discussioni all'interno della band, aveva interrotto la collaborazione musicale con il fratello, che del gruppo è il volto e la voce. Francesco si è quindi dedicato al rock sperimentale e alla creazione di un laboratorio fotografico, realizzando mostre e cortometraggi tra cui il video realizzato con la tecnica stop-motion del pezzo «Un uomo e...», primo singolo dell'omonimo album che ha visto per la prima volta Francesco Zampaglione nelle vesti non solo di autore e musicista ma anche di interprete .

Commenti