Ladri forzano posto di blocco: carabiniere investito

In 4, dopo un colpo in tabaccheria, non si sono fermati all'alt e hanno travolto il 48enne

Era in strada, come accade spesso, un po' per il lavoro e un po' perché i turni in questo periodo diventano sempre più pesanti con l'arrivo delle ferie.

Ma l'appuntato scelto, quarantotto anni, è stato investito l'altra notte da un'auto con a bordo quattro balordi, che hanno forzato il posto di blocco senza farsi il minimo scrupolo per guadagnarsi la fuga. Il risultato è che il militare dell'Arma di Fusignano, capo equipaggio in forze alla Compagnia di Imola, si trova in ospedale mentre i banditi, quando verranno catturati, dovranno rispondere anche di tentato omicidio. Invece prima se la sarebbero cavata con molto meno.

Poco prima delle 4 di questa notte, dopo aver messo a segno una «spaccata» in un bar-tabacchi di Fusignano, nel Ravennate, distruggendo la vetrina, i quattro hanno portato via un paio di stecche di sigarette. Avrebbero potuto scomparire con un bottino molto più cospicuo se non fossero stati notati da alcuni passanti. Per non rischiare si sono dati alla fuga e sono saliti a bordo di un'Alfa 156, allontanandosi a forte velocità. Le immagini delle videocamere di sicurezza della tabaccheria di Fusignano, nel Ravennate, già acquisite dall'Arma mostrano tutto. Ma ad attenderli a Mordano, tra via Lughese e via Cavallazzi, la banda ha trovato un posto di blocco dei carabinieri del Nucleo Radiomobile di Imola, impegnati in una serie di controlli, e in allerta dopo l'allarme partito dai testimoni della «spaccata».

Messi alle strette i banditi hanno rallentato di colpo e due di loro sono scesi dall'auto e sono fuggiti a piedi. Gli altri due hanno tentato una mossa ancora più audace, sperando di farla franca. Invece di frenare, hanno spinto il piede sull'acceleratore e l'uomo al volante ha ingranato la marcia per forzare il posto di blocco passando sopra al carabiniere.

Immediati i soccorsi. Sul posto sono arrivati i sanitari a bordo di un'ambulanza del 118, che hanno trasportato d'urgenza il ferito al pronto soccorso dell'ospedale Maggiore. I medici, che l'hanno visitato, hanno riscontrato un trauma cranico e la frattura di una vertebra. Il militare, dopo i primi accertamenti, è stato ricoverato con un trauma cranico, una lussazione alla spalla destra e una microfrattura a una vertebra, ma non è in pericolo di vita.

Immediata la caccia all'uomo in tutte le strade del Ravennate e anche fuori provincia per riuscire a scovare i rapinatori, due dei quali sono accusati anche di tentato omicidio.

Ieri mattina l'auto usata dalla banda è stata ritrovata dalla polizia incendiata a Bologna in via Rivani, completamente distrutta dalle fiamme. Proprio per questo ora la rete dei controlli è stata allargata a tutta la regione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.