"Di Maio e Salvini? Due coglioni": bufera su Miccichè

Il presidente dell'Ars affida ad un post su Facebook il suo commento sulla visita di Di Maio e Salvini nell'Isola. Una polemica durissima che è proseguita anche successivamente con la presentazione delle liste di Forza Italia per le elezioni europee

"Di Maio e Salvini? Due coglioni": bufera su Miccichè

Quando parla non ama usare mezze parole il presidente dell'Ars Gianfranco Miccichè, soprattutto quando si tratta di commentare il governo gialloverde. "In Sicilia sono arrivati insieme Matteo Salvini e Luigi Di Maio - scrive su Facebook Miccichè -. Il primo dice che ci libererà dalla mafia. Mischino, non lo sa che dalla mafia noi siciliani ci stiamo liberando da soli, dopo decenni di lotte e a caro prezzo. L’altro continua a parlare di reddito di cittadinanza senza rendersi conto che la sua bufala è già stata sgamata: sono migliaia i ragazzi che, dopo avere sognato i 700 euro promessi, si sono visti arrivare 50 euro. E intanto prova a togliere la pensione a dei vecchietti ultra ottantenni che hanno avuto il solo torto di avere servito lo Stato senza rubare - perché a quelli che hanno rubato la pensione non serve mica... Dopo aver fregato i ragazzi, la pensione ai vecchietti, Di Maio vuole passare a rubare anche le caramelle ai bambini? In realtà una cosa buona l’hanno fatta: grazie a Salvini e Di Maio insieme in Sicilia ho finalmente capito il senso del detto: “i coglioni camminano sempre in coppia”.

Una polemica che è proseguita anche dopo le parole di Luigi Di Maio ieri sera a Caltanissetta che sul palco allestito per le elezioni amministrative aveva dichiarato: "I banditi politici hanno massacrato la Sicilia". Miccichè serafico ha replicato: "Secondo Di Maio banditi politici avrebbero massacrato negli ultimi anni la Sicilia? Sì, quelli loro. Fino a prova contraria da quando non c'è più il centrodestra in Sicilia non si spendono più fondi strutturali, quelli che si sono mangiati la Sicilia non sono del Centrodestra, magari tornassero i governi di una volta. Ma oggi c'è un governo che funziona ma stiamo risolvendo tutte le difficoltà che ci sono". E sul reddito di cittadinanza. "Di Maio stia sereno - prosegue Miccichè - Io non ho il vitalizio, quindi non ho cosa perdere. La cosa che dovrebbe fare Di Maio è evitare di continuare a prendere per il culo tutti i siciliani col finto reddito di cittadinanza che non c'è".

Miccichè poi ha risposto anche alla Lega, che ha pronosticato il 30 per cento alle prossime europee: "Spero che non ci arrivino - dice Miccichè -. Facciamo questa scommessa: io dico che Forza Italia arriverà al 20 per cento. Vediamo che si avvicina più al risultato".

Commenti