Il lavoro dal mare: mille posti in arrivo

nostro inviato a Sorrento (Na)

Due giorni a Sorrento per far conoscere Alis, l'associazione che promuove il trasporto intermodale in Italia e che, nonostante la giovane età è di gran lunga l'associazione di categoria più rappresentativa, con 1.300 aziende associate, 140mila posti di lavoro, oltre 100mila mezzi che viaggiano su gomma e via mare, con 120 autostrade del mare e 2.700 collegamenti marittimi settimanali.

A presiederla c'è Guido Grimaldi, figlio di Manuel, armatore e amministratore delegato di Grimaldi Group, la holding di famiglia tra i promotori dell'Associazione che vuole proporre all'attenzione delle istituzioni temi dall'internazionalizzazione alla continuità territoriale, dal rilancio del Sud alla sostenibilità ambientale già analizzati tra i tanti «addetti ai lavori» che hanno scelto di far parte di Alis. Ma curiosamente, anche se era Guido a fare gli onori di casa, tra i panel moderati da Bruno Vespa è stato papà Manuel, venerdì, a rubare un po' la scena ad Alis, annunciando investimenti per un miliardo di euro. Oltre a una commessa da 12 navi con un cantiere cinese, il Gruppo ha ceduto venerdì il suo 49 per cento di quote azionarie della Hellenic Seaways, ottenendo in cambio un aliscafo da 2mila posti e la nave Superfast XII. Inoltre Grimaldi Group ha ripreso dalla Tttlines una nave che aveva noleggiato alla compagnia e ne ha acquistata una seconda.

Un «pacchetto» che promette di creare, spiega Manuel Grimaldi, un incremento della flotta a regime di 20 navi, e soprattutto di produrre «posti di lavoro per almeno mille marittimi, invece dei 500 che avevamo previsto».

MMO

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
Accedi
ilGiornale.it Logo Ricarica