L'economista De Grauwe "È la fine dell'eurozona, Italia metta in dubbio Ue"

"Se fossi italiano e vedessi che gli altri Paesi non sono disposti ad aiutare l'Italia, metterei in dubbio l'appartenenza all'Unione". Parola di Paul De Grauwe, professore alla London School of Economics

Ieri il premier Giuseppe Conte è stato chiaro: sul coronavirus l'Ue deve "battere un colpo" entro 10 giorni. Un ultimatum arrivato durante la video-conferenza con i leader delle altre 26 capitali, che ha segnato la spaccatura tra il fronte pronto a "misure eccezionali" (eurobond) e la linea rigorista di Olanda e Germania. Alla fine, dopo ore di confronto, spiega l'agenzia LaPresse, è arrivato il compromesso: l'Eurogruppo, che raggruppa i ministri dell'Economia dell'Eurozona, è stato incaricato di elaborare proposte nelle prossime due settimane, che il Consiglio esaminerà. Secondo molti analisti, se non si arriverà a un accordo, per l'eurozona si metterà male, molto male. Lo spiega, in un'intervista rilasciata all'Ansa, l'economista belga Paul De Grauwe, professore alla London School of Economics e autore di numerosi saggi.

De Grauwe: "Senza solidarietà a rischio il progetto europeo"

Secondo De Grauwe, senza solidarietà all'Italia dal nord Europa e una risposta economica comune, "l'intero progetto europeo scomparirà". Per questo i coronabond sono "fondamentali" e i governi che non se ne rendono conto, come i Paesi Bassi, "vivono su un altro pianeta". È fondamentale, rimarca il docente, "agire con strumenti concreti come i coronabond per sostenere Paesi quali l'Italia e la Spagna, particolarmente esposti all'aumento del debito". Questa è, secondo De Grauwe, "la via migliore" per attutire l'urto e mostrare unità. In alternativa, "la stessa Bce può intervenire e finanziare i deficit" degli Stati, anche se questo vorrebbe dire andare "oltre il mandato".

"Terribile", per l'autorevole economista belga, l'idea dei falchi del Nord Europa sul Fondo Salva-stati (Mes). "Come si può concedere credito all'Italia condizionandolo al tempo stesso all'attuazione di misure di austerità? E' una pazzia". "Se fossi italiano - osserva l'economista -e vedessi che gli altri Paesi non sono disposti ad aiutare l'Italia, metterei in dubbio l'appartenenza all'Unione" perché mancherebbe delle "basi minime di solidarietà". Il rischio, concreto, è che possa saltare l'intera eurozona. "Se non siamo in grado di darci reciproco sostegno nemmeno nel bel mezzo della peggiore crisi dal dopoguerra, la zona euro e l'Europa scompariranno" sottolinea Paul De Grauwe.

"Il coronavirus può essere la fine dell'euro"

Anche secondo un altro esperto come Desmond Lachman, analista dell'l'American Enterprise Institute e già vicedirettore presso il dipartimento Sviluppo e revisione delle politiche del Fondo monetario internazionale (Fmi), la crisi causata dal coronavirus potrebbe portare al tramonto dell'euro. Secondo l'ex vicedirettore del Fondo monetario internazionale è probabile che il debito pubblico italiano salga al "140 percento del Pil entro la fine dell'anno". A quel punto, sottolinea, la "Bce avrebbe poche alternative reali se non quella di cercare di salvare il paese. Dopotutto, essendo un membro fondatore dell'euro e il terzo paese membro dell'Eurozona, l'euro non potrebbe sopravvivere senza l'Italia" afferma Lachman. La vera domanda, aggiunge, "è se la Bce avrà la volontà politica di mettere in campo le ingenti somme di denaro che un salvataggio italiano comporterebbe. Detto in altri termini, la vera domanda è se Christine Lagarde riuscirà a convincere i suoi riluttanti padroni tedeschi e nord europei a consentire alla Bce di prestare in Italia fondi sufficienti per mantenere a galla il Paese".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

killkoms

Ven, 27/03/2020 - 12:49

Ormai l'hanno capito tutti tranne i diretti interessati!

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Ven, 27/03/2020 - 12:49

Speriamo. Purtroppo nessuno dei "leader" fantoccio italiani ha la statura morale di guidare la nazione all'indipendenza. Ma se qualcuno tra i vari lacché e traditori affetti da nanismo morale dovesse trovare il coraggio, verrebbe ricordato come un nuovo padre della patria. Altro che Cavour e Garibaldi.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 27/03/2020 - 12:53

Se ci fosse stata solidarietà tra Germania Federale e DDR l'emerita DDR Merkel non comanderebbe non dico la YE, ma neanche la Germania unita.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 27/03/2020 - 12:54

ECCIARAGGIONECCIA'. Io uscirei subito,sbattendo la porta.

Ritratto di ConteRaffaelloMascetti

ConteRaffaelloM...

Ven, 27/03/2020 - 12:55

"Gli altri paesi"? No, Germania e Olanda, facciamo nomi e cognomi grazie! Infatti perfino il nazionalista bonapartista Macron appoggia la nostra proposta assieme alla Spagna e addirittura l'Irlanda. Due paesi nordici tengono in scacco 25 paesi!

Ritratto di gianluca61

gianluca61

Ven, 27/03/2020 - 13:07

la BCE, come un avvoltoio sta alla finestra e aspetta il momento giusto per farci diventare Grecia 2. Il Governo o è masochista o è connivente nel voler ostinatamente rimanere in una unione così palesemente anti italiana

DRAGONI

Ven, 27/03/2020 - 13:33

....COME HA FATTO LA GRAN BRETAGNA.SEMPRE CHE NON SIA TROPPO TARDI PER EVITARE I RICATTI DELLA GERMANIA IN PRIMIS.

giovanni951

Ven, 27/03/2020 - 13:43

spiegatelo ai piddini, ai 5 patacche e a quei poveracci che vogliono piú europa

giovanni951

Ven, 27/03/2020 - 13:44

chissá se questo articolo lo leggera anche il PdR

nerinaneri

Ven, 27/03/2020 - 13:45

...venezuela...

scurzone

Ven, 27/03/2020 - 13:50

Ma l'Inghilterra non era nell'area Euro, era ed è un'altra cosa. Un po' difficile da comprendere per chi non vede al di là del proprio naso.

shamouk

Ven, 27/03/2020 - 13:55

PIL italiano per il 2020 sarà-11%, deficit di bilancio in doppia cifra, rapporto debito PIL vicino al 160%. Perché mai i tedeschi dovrebbero farsi carico della gestione dissennata della finanza pubblica italiana? L’Italia si comporta come sempre da mendicante furbacchione, ahimè i bei tempi sono finiti. Ringraziate chi ha governato dal 1970 ad oggi, cioè i catto comunisti principalmente, il sud Italia e gli imprenditori che hanno munto.tutto quello che potevano. E preparatevi a tirare la cinghia.

nerinaneri

Ven, 27/03/2020 - 13:55

giovanni951: tu sarai il primo a cui non verrà versata la pensione...

dagoleo

Ven, 27/03/2020 - 14:01

il problema è stato mettere una incapace come la Von Leyen a capo della Commissione Europea solo per far contenta la Merkel. era un disastro anche come ministro della difesa tedesco. poi mettere la Lagarde ha peggiorato la situazione. pensate ai danni causati alla Grecia come presidente del Fondo Internazionale. insomma l'Europa è riuscita a mettersi a capo due delle figure politiche e tecniche meno capaci di cui disponeva ed ora vorrebbe salvarsi dal tracollo? il motivo era chiaro, mettere persone di basso profilo e bassa personalità e capacità per consentire a Merkel e Macron di decidere loro le sorti dell'Europa. quelle due sono solo delle teste di legno messe lì per fare quello che diranno altri. L'Europa salta perchè non poteva che finire così. l'edificio è costruito su una palude instabile, non può rimanere in piedi.

scurzone

Ven, 27/03/2020 - 14:05

giovanni951 Come solito la comprensione dell'articolo è sempre scarsa.

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Ven, 27/03/2020 - 14:06

L'unione eurodemenziale rischia di saltare? Di scomparire? Travolta dalle orde barbariche dei nazionalisti che sono pronte a distruggere tutto quello che c'è da eliminare? E' quello che, già da lungo tempo, in molti auspicano e solo una minoranza di minorati teme. Ficcatevi bene in testa che l'unione eurodemenziale, per quello che è e rappresenta nelle teorie astratte e purtroppo anche nei fatti giuridici, costituisce il punto più perverso e depravato raggiunto finora dalla mente deviata e subumana.

necken

Ven, 27/03/2020 - 14:11

L'Olanda antepone l'economia alla salute dei suoi concittadini (vedi misure Coronavirus) come si può pretendere che venga incontro agli Italiani gaudenti e spendaccioni secondo loro, hanno sempre pensato agli affari da quando nel 600' facevano i pirati, oggi invece pretendono di dare lezioni di economia quando in realta sono degli usurai (woeker) stanno pure invisi ai Belgi che li conoscono bene e parlano la stessa lingua (nelle Fiandre, Brabante e Limbugo)

scurzone

Ven, 27/03/2020 - 14:27

shamouk: Speriamo di no. La vedi proprio triste.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Ven, 27/03/2020 - 14:29

e pensare che la Bonino ha fondato un misero partito che si chiama +Europa, sembra una presa per i fondelli.

glasnost

Ven, 27/03/2020 - 15:36

non mai ESISTITA. E' sempre stata soltanto una cosa imposta dall'alto da politici di sinistra e speculatori finanziari. Così come l 'URSS e la Yugoslavia, che poi si sono disgregate con spargimento di sangue Come si fa a non capire che nulla hanno in comune i paesi mediterranei con Germania e paesi nordici. Lo stiamo vedendo se qualcuno ci dà solidarietà è la Russia o la Cina, ma non i nostri eurocrati. Forse, se il coronavirus riuscirà ad aprire questa prigione, avrà fatto anche lui qualcosa di buono.

glasnost

Ven, 27/03/2020 - 15:38

Se riusciamo ad uscire dal dramma attuale, il primo atto che gli Italiani devono fare è il REFERENDUM per stare o meno in UE.

Duka

Ven, 27/03/2020 - 16:08

L'avevamo capito da un pezzo. Chi sì è fatto le ossa è la Germania che da subito ha cambiato Marchi con Euro senza rimetterci un centesimo. Ma noi abbiamo avuto il GINIUS Prodi al comando di allora.

Andrea_Berna

Ven, 27/03/2020 - 16:20

Non è necessario uscire dall'europa basta lasciare l'euro e ritornare a battere moneta, come del resto fanno tanti paesi all'interno della UE. Restituiremmo buona parte dei BTP nella nuova valuta e i nostri problemi sarebbero finiti con uno schiocco di dita. Ma serve un governo di Italiani con la I maiuscola per un progetto del genere, non una accozzaglia di servi di interessi stranieri con tanto di legion d'onore appesa al muro. Lasciateci votare.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 27/03/2020 - 16:21

Gli Inglesi sono usciti dalla UE e non erano sotto attacco. L’Italia, invece, è chiaramente sotto attacco germanico, soprattutto per la questione banche, sviluppatasi nello scorso anno, per salvare quelle tedesche a spese nostre. Lo sospettavo, lo avevo anche letto: De Grauwe me lo conferma.

Klotz1960

Ven, 27/03/2020 - 16:59

Non e' solo il Nord Europa, ma anche i Paesi dell'Est. Li abbiamo tirati su dalla miseria e continuiamo a versargli miliardi, ogni anno. Avete visto qualche segno di gratitudine? E' stato un errore enorme farli entrare tutti insieme nell'UE, ed anche in tale follia, uno dei maggiori protagonisti si chiama Romano Prodi.

Savoiardo

Ven, 27/03/2020 - 17:18

Hanno ragione i nordici. Bossi voleva gare la cessione per non dover continuare a pagare i debiti del sud italia.

Redfrank

Ven, 27/03/2020 - 17:20

ma gli inglesi sono fuggiti dalla cosiddetta europa........qualcuno ha compreso le vere ragioni..........gli stupidi siamo noi non certo gli inglesi...........ma da noi chi è in grado di comprenderlo.......................

LucaLiv

Ven, 27/03/2020 - 17:29

Conteraffa, prova a rileggerti, e cerca di capirti, se riesci. Ma la vedo dura...

necken

Ven, 27/03/2020 - 18:05

per passare dalla lira all'euro ci sono voluti 3 anni per fare il percorso inverso ce ne vorrebbeo altrettanti o comunque uno o due e nel frattempo i ns creditori e speculatori non starebbro certo con le mani in mano....

KRASSIN

Ven, 27/03/2020 - 18:37

Se facessimo un bel referendum a fine pandemia non ci sarebbero dubbi sul sentimento nazionale.

Ritratto di jenablindata

jenablindata

Ven, 27/03/2020 - 18:39

facciano quello che gli pare. a questo punto,ormai... anche i più ingenui si sono resi conto che il sogno è morto. appena saremo fuori da questa crisi cambieranno molte cose.. sia nella gestione interna dell'italia, sia nel nostro rapporto con l'europa. personalmente sono per uscire, e d'ora in avanti pensare solo agli affari nostri. ma anche se non usciremo, credo che nel resto della ue si pentiranno per un pezzo,della loro avidità e presunzione: non è mai bene,crearsi dei nemici sotto casa.... e visto che loro si comportano da tali, questo avranno.

investigator13

Ven, 27/03/2020 - 18:50

necken ma che stai a dire per passare dall'€ alla £ l'operazione è molto più semplice: Si può partire con la moneta parallela impiegata per il mercato interno, portare nell'insieme €*£ per i lavoratori che hanno dimezzato il potere d'acquisto che avevano prima della moneta unica. Intanto si costruisce il tessuto produttivo interno, e nel frattempo piani per la ricostruzione delle infrastrutture necessarie ormai malridotte. Poi si esce definitivamente dall'€ sempre che, che già l'Ue non c'abbia buttato fuori che è pure meglio.

Klotz1960

Ven, 27/03/2020 - 19:24

Passaredall'Euro alla Lira e' semplicissimo. Decine di Pvs con la decolonizzazione degli anni 50 hanno introdotto la loro nuova moneta al posto di sterline,franchi etc. Tale fatto rende l'idea della disinformazione in corso.

scurzone

Sab, 28/03/2020 - 16:42

Madonna quanti economisti ci sono in questo blog! E come sarebbe la questione del potere d'acquisto??? Ignoranza e disinformazione è la culla di questo blog. Il potere di acquisto, oggigiorno è maggiore con l'Euro che con la lira!!!!! Ma proprio la matematica non la conoscete. Costo benzina. 2002: 2000 lire ( stipendio medio 1.700.000 lire) costo attuale benzina 1,40 Euro 8 pari a 2.711 lire) e stipendio medio 1500 Euro, pari a 2.904.410 Euro e potrei continuare con tutti gli altri prodotti.

scurzone

Dom, 29/03/2020 - 10:28

correggo 2.904.410 lire.

scurzone

Dom, 29/03/2020 - 10:33

Redfrank gli inglesi sono fuggiti dall'Europa, non per il volere di un illuminato Presidente del Consiglio, ma per un referendum popolare, votato da cittadini, che nel merito ci capiscono veramente poco. Fra l'altro chi sosteneva la Brexit è un politico incapace.