Lega Nord di Bergamo: "Meglio un gay italiano di un etero straniero"

Il partito di Salvini si astiene durante la votazione sul registro delle unioni civili a Bergamo: "I tempi sono cambiati. Abbiamo bisogno di regolamentazioni"

Lega Nord di Bergamo: "Meglio un gay italiano di un etero straniero"

Un gay italiano è meglio di un etero straniero? Per la Lega Nord di Bergamo la risposta è semplice: sì. Con questa motivazione, infatti, riporta Libero, l'ala bergamasca del partito di Matteo Salvini si è astenuta dal voto sull’istituzione del registro delle unioni civili a Bergamo.

Questo progetto, presentato dal centrosinistra, è stato pesantemente criticato dai partiti di minoranza, ovvero Forza Italia, Fratelli d’Italia e perfino dalla stessa Lega Nord. Quando poi è giunto il momento di votare, però, i leghisti hanno detto che i tempi sono cambiati e che, come ha affermato il capogruppo Alberto Ribolla, "la società attuale abbia bisogno di regolamentazioni che attualmente non ci sono. In tutti gli Stati ci sono norme che danno diritti alle coppie anche non sposate, in Italia ancora no. In ogni caso meglio estendere diritti a una coppia di gay bergamaschi piuttosto che a una coppia, pur sposata, straniera".

Commenti