Lega, Umberto Bossi chiede il congresso

Umberto Bossi, mette in discussione la leadership di Matteo Salvini e chiede il congresso: "La base non vuole più Matteo Salvini"

Lega, Umberto Bossi chiede il congresso

Umberto Bossi, mette in discussione la leadership di Matteo Salvini e chiede il congresso: "Rischia di cambiare la Lega? No, rischia di cambiare il segretario, la base non vuole più Matteo Salvini, non vuole più uno che ogni giorno parla di un partito nazionale", ha affermato Bossi, a margine della festa per i 30 anni della prima sede del Carroccio. Bossi ha chiesto che si tenga il congresso federale al più presto, visto che "il 16 dicembre scade il mandato di Salvini". Su un ipotetico nuovo segretario afferma: "Lo deciderà il congresso - ha risposto -. Il congresso è sovrano".

"Salvini ha i voti? I voti non servono a niente, se non sai per che cosa li prendi", ha aggiunto il Senatur. Secondo l'ex leader della Lega, "alla base, soprattutto in Lombardia e in Veneto, non frega niente dell'Italia". Quindi, a suo avviso, ci vuole un nuovo congresso federale che stabilisca una linea, anche se per Bossi la linea è una sola: l'indipendenza della Padania, che è scritta nel primo articolo dello Statuto della Lega Nord. E, possibilmente, "un nuovo segretario, uno che si attenga allo Statuto e non faccia quello che vuole". E alle parole di Bossi ha immediatamente risposto Salvini: "Tutti i militanti della Lega sono impegnati, non a chiacchierare, ma nelle piazze per fare campagna per il No al referendum, perchè la riforma cancella ogni tipo di autonomia e qualsiasi speranza di auto-governo e federalismo: questo stanno facendo la Lega e i leghisti; altro è tempo perso". "Si parla della Costituzione e del futuro dei nostri figli... e non delle beghe di partito. Andiamo avanti", ha tagliato corto il segretario federale della Lega rispondendo all'Agi.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento