Legge Fornero, Tajani: "La riforma non metterà a rischio i conti"

Il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani: "La legge Fornero va corretta, anche la Corte Costituzionale è intervenuta, ma nessuno vuole farlo senza le dovute coperture"

Legge Fornero, Tajani: "La riforma non metterà a rischio i conti"

Prosegue il botta e risposta sulla riforma delle legge Fornero sulle pensioni, promessa dal centrodestra e fortemente criticata (per la sostenibilità dei conti pubblici) dalle forze di sinistra. Il presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, in un’intervista al Messaggero osserva che nel programma del centrodestra "l’abolizione della Fornero è solo uno dei punti", "ci sarà il codice delle donne, la flat tax, le pensioni a mille euro".

"Si tratta di fare una riforma delle pensioni che non sia penalizzante - prosegue Tajani -. La Fornero va corretta, anche la Corte Costituzionale è intervenuta, ma nessuno vuole farlo senza le dovute coperture". Tajani assicura che "nessuno di noi vuole uscire dall’euro, non ha alcun senso. Importante è fare le riforme in Europa e avere un’Italia che conta di più". Poi si dice "convinto che il premier sarà indicato da Forza Italia" e per spegnere le voci sul suo conto ribadisce che lui è impegnato a fare il presidente del Parlamento Europeo: "Avessi questa velleità mi sarei candidato".

"Era scontato si ritrovasse l'unità (nel centrodestra ndr) - osserva Tajani - il messaggio che arriva all'opinione pubblica è quello di un centrodestra che ha molte sfaccettature ma che ha una linea e un programma comune con il quale si presenterà agli elettori".