Legittima difesa, è scontro Berlusconi: "Inadeguata"

Il leader azzurro boccia il ddl del Pd: "Dà troppa discrezionalità ai giudici, non tutela i cittadini"

«Questa legge non è scritta per i cittadini onesti». È il severo giudizio di Silvio Berlusconi sul testo di riforma della legittima difesa che dopo il voto finale della Camera previsto per oggi passerà al vaglio del Senato. Una legge importante anche perché ha marcato in modo chiaro le distanze tra maggioranza ed opposizione. Sul tema della sicurezza Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia si sono ricompattati anche se il Carroccio coltiva le posizioni più aggressive sul tema. Tutto il centrodestra però condivide la necessità di legittimare la difesa in determinate circostanze di pericolo senza che il cittadino aggredito debba dimostrare che ci sia stata la necessità di difendersi davanti ai giudici, come spiega chiaramente Berlusconi. «Non siamo per la difesa fai da te ma chi è costretto ad usare un'arma per difendersi ha già vissuto un momento drammatico di paura e di pericolo - afferma il presidente di Fi - Non può essere sottoposto alla lunga e umiliante trafila di un procedimento giudiziario nel quale deve giustificare le sue azioni. Non si può invertire l'onere della prova, non si può chiedere alla vittima di dimostrare di essere una vittima». Dunque visto che «il testo finale non è certo adeguato al bisogno di sicurezza degli italiani» Berlusconi conferma che Fi oggi voterà contro. Tuttavia l'azzurra Mariastella Gelmini riconosce che il testo rappresenta un miglioramento rispetto alle norme vigenti, molte delle proposte emendative di Fi sono state accolte, e dunque auspica che si possano apportare le necessarie correzioni in Senato. «Manca - spiega la Gelmini - un chiaro riferimento alla proporzionalità». È stato proprio questo infatti il punto di rottura tra maggioranza ed opposizione, prima del quale sembra che Forza Italia fosse orientata a votare a favore del testo.

La Lega aveva presentato un emendamento, poi bocciato dal Pd, per introdurre la presunta proporzionalità, come spiega Ignazio La Russa. «In alcuni casi specifici ovvero se si viene aggrediti in casa con modalità violente il cittadino che si è difeso non deve essere sottoposto al giudizio del magistrato - spiega La Russa - Non può essere il magistrato a decidere la proporzionalità della reazione se sussistono quelle condizioni nelle quali appunto la difesa va considerata comunque legittima. Con la bocciatura di questo emendamento tutto il resto non conta, è fumo negli occhi. In sostanza non cambia nulla».

La legge prevede che la difesa sia legittima come «reazione ad un'aggressione commessa in tempo di notte ovvero la reazione a seguito dell'introduzione nei luoghi» con «violenza alle persone o alle cose ovvero con minaccia o con inganno». Ma si lascia «al giudice un margine per decidere e valutare quella condotta» come spiega il relatore del provvedimento, David Ermini, Pd, che liquida le critiche di Berlusconi definendole «generiche» e accusa Forza Italia di «volersi sottrarre a qualsiasi responsabilità politica dicendo no ad una buona riforma». Per Ermini è necessario sì «rafforzare i diritti di chi si difende se subisce un furto o una violazione della propria casa» ma occorre lasciare «al giudice un margine per decidere e valutare quella condotta». La proposta bocciata del Carroccio viene definita da Ermini «una follia leghista» che punta a «stravolgere il codice penale».

Pronta la replica della leader di Fdi, Giorgia Meloni. «Il Pd tra l'attenzione alle vittime e quella ai carnefici preferisce la seconda - attacca la Meloni - Semmai gli italiani ci daranno la possibilità di governare questa nazione noi ribadiremo che la difesa è sempre legittima».

Tra le novità della legge si dispone l'obbligo per lo Stato di pagare le spese processuali se la persona imputata viene dichiarata «non punibile per aver commesso il fatto». Ovvero, se gli viene riconosciuta la legittima difesa.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di sergio.stagnaro

sergio.stagnaro

Gio, 04/05/2017 - 09:17

Se penso che la tardiva discussione a Montecitorio sulla legittima difesa è la conseguenza della presa di posizione di un popolo che non ne può più dei suoi piccoli politici, allora la politica in Italia è arrivata alla frutta, indipendentemente dalla qualità dlla legge che sarà emanata. E mi preoccupo.

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Gio, 04/05/2017 - 09:28

se l'avesse fatta per bene lui non ci sarebbero questi problemi, si impegni a farne una migliore se e quando andrà al governo e la metta (intendo l'esatto testo) nel programma elettorale.

maxfan74

Gio, 04/05/2017 - 09:33

Se penso che delle persone oneste devono essere aggredite in casa loro da ladri bastardi ed assassini e si debbano difendere a fasce orarie mi sembra davvero che siamo alla fine della parola giustizia e fortunatamente forse anche alla fine di questa inutile legislatura. Se alzate le pene le carceri si svuotano in automatico, per chi entra in casa ed aggredisce o tenta di uccidere la pena minima dovrebbe essere 20 anni senza possibilità di sconto alcuno e nessun risarcimento da parte della vittima, altrimenti a furia di tirare la corda si romperà.

tonipier

Gio, 04/05/2017 - 10:02

"COMUNISTI CHE DIFENDONO I DELINQUENTI" Non puoi superare la soglia di una casa privata se non chiedi il permesso al proprietario se la superi, sei un maleducato, sei un prepotente, sei un delinquente, ed allora cosa faccio? mi devo per forza maggiore per volontà del no,no comunista farmi ammazzare?

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 04/05/2017 - 10:20

«In alcuni casi specifici ovvero se si viene aggrediti in casa con modalità violente il cittadino che si è difeso non deve essere sottoposto al giudizio del magistrato - spiega La Russa - Non può essere il magistrato a decidere la proporzionalità della reazione se sussistono quelle condizioni nelle quali appunto la difesa va considerata comunque legittima. Con la bocciatura di questo emendamento tutto il resto non conta, è fumo negli occhi. In sostanza non cambia nulla». Ovvio. Nel Pd vige il motto gattopardesco del cambiar tutto perché nulla cambi. Provasse il Pd a mettere nei furti e nelle rapine le stesse pene che ad es. esistono in Romania: vedremmo decrescere rapidamente certe azioni da criminali. Questo lo ha affermato un certo Davigo.

Nonmimandanessuno

Gio, 04/05/2017 - 10:36

Non contenti d'aver rovinato il mondo, i comunisti si ostinano ancora a farlo con le persone per bene.

Ritratto di Zizzigo

Zizzigo

Gio, 04/05/2017 - 10:37

Come al solito, non possedendo gli attributi, il governo farà carte false, cambiando tutto per non cambiare niente. Il cittadino italiano rimane sospeso alle bolle di sapone e conta nulla!

Ritratto di Trasibulo

Trasibulo

Gio, 04/05/2017 - 10:50

Cambia poco o niente. Fin quando si demandera' ad un giudice la valutazione dello "stato d'animo" di vittima e aggressore ci sarà comunque il consistente rischio che un magistrato di "ampie vedute democratiche" finisca per capovolgere la realtà e mettere sotto accusa chi si è difeso. Io devo avere - SEMPRE e A PRESCINDERE - la possibilità di sparare legittimamente su chi con azioni violente o comunque delittuose mette a repentaglio la mia incolumità o quella dei miei familiari.

antonmessina

Gio, 04/05/2017 - 10:50

scusate ..da che ora a che ora va il "tempo di notte"?

giovanni PERINCIOLO

Gio, 04/05/2017 - 11:17

...."«reazione ad un'aggressione commessa in tempo di notte"... Quindi se i delinquenti aggrediscono di giorno va tutto bene! Siamo veramente al ridicolo se la questione non fosse tragica!

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 04/05/2017 - 11:22

Silvio stavolta secondo me ha ragione: una riforma questa sostanzialmente poco utile, da paurosi. Dare ancor più spazio di giudizio ai magistrati è un atto di vassallaggio del legislatore che, in pratica, abdica la propria funzione. Ci vorrebbe maggior coraggio, ma questo governo è del tutto inchinato a certa magistratura, oltre la Troika ovviamente. Non c'è speranza.

Rossana Rossi

Gio, 04/05/2017 - 11:25

Altra manifestazione di incapacità (come non fossero già abbastanza....) dell'ultimo governicchio abusivo.......ma gli italioti votano ancora pd quindi vuol dire che sono contenti.......

ex d.c.

Gio, 04/05/2017 - 11:46

Tutte le leggi emanate dal PD sono pasticciate. Vogliono i voti dei moderati, che purtroppo ci cascano, ma devono ricordarsi di essere un partito di SN

VittorioMar

Gio, 04/05/2017 - 11:50

...AUGURIAMOCI UNA ECLISSI SOLARE PERENNE !!....ALMENO DI 6 MESI COME NEI PAESI SCANDINAVI !!

Origo50

Gio, 04/05/2017 - 12:32

Quindi non è "tempo di notte" né l'aurora né l'alba? Perciò chi dormisse ancora durante l'aurora e l'alba non potrebbe difendersi in modo adeguato. Naturalmente i ladri sceglieranno d'irrompere nelle case altrui in estate quando la notte è più breve e non in inverno quando la notte è più lunga. Ma quanti "lux" d'illuminazione esterna delimitano la notte dal giorno? Dovremo tutti munirci di un luxmetro?

carlottacharlie

Gio, 04/05/2017 - 13:13

Beh, normale per i sempre comunisti parteggiare per ladri farabutti e criminali, sono fatti della stessa pasta. Hanno in odio le persone perbene.

Pinozzo

Gio, 04/05/2017 - 14:18

Sapete leggere, bananas? Non e' 'solo' di notte, viene specificata a parte la notte perche' siccome la gente dorme difficilmente ci sara' ingresso effettuato "con violenza o inganno" (che invece accadranno di giorno visto che nessuno fa entrare i ladri volontariamente).

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Gio, 04/05/2017 - 18:25

Scusate ma qual è la legge che lui ha approvato in DIECI anni che ha governato? NESSUNA. P.S. - Questa legge, che lui ora contesta (per fare un favore a Salvini) i suoi l'hanno VOTATA IN COMMISSIONE. Controllare prego .....

settemillo

Gio, 04/05/2017 - 19:07

Mi piacerebbe sapere se questo provvedimento va considerato una BARZELLETTA od una presa per i fondelli dei cittadini? Che CERVELLONI i nostri Sgovernandi; scommetto che centra anche l'INUTILE LIBRANDI ed il diversamente bianco di nome KARABUE! Povera italia come la stanno RIDUCENDO.

tonipier

Ven, 05/05/2017 - 10:03

" LE SOLITE LEGGE DEL CAVOLO" Se uno in giornata viene assalito dovrà dire a questi signori ritornate questa notte perchè adesso non posso difendermi. Le barzellette degli analfabeti statisti buonista, che vivono sotto protezione della malavita.

rrobytopyy

Dom, 07/05/2017 - 10:24

fra la Destra disfatta, il Pd bollito, gli Stellati superficiali, Salvini populista chi scegliere ? Aiutatemi....grazie