"Tifo per Berlusconi al Colle, glielo dirò al telefono"

Nell'ipotesi di una candidatura al Colle come successore di Mattarella, Silvio Berlusconi ha raccolto il supporto di Lino Banfi

Lino Banfi: "Tifo per Berlusconi al Colle, glielo dirò al telefono"

Il popolare attore pugliese Lino Banfi ha espresso il suo personale endorsement per Silvio Berlusconi al Quirinale. Intervistato dall'Adnkronos, uno dei protagonisti più amati delle fiction e del cinema italiano degli anni Ottanta ha dichiarato: "Se Silvio Berlusconi diventasse presidente della Repubblica sarebbe bellissimo. Leggo sui giornali di questa possibilità e ne sarei davvero felice".

Lino Banfi, quindi, rivela una consuetudine acquisita con il Cavaliere in tanti anni di conoscenza: "Glielo chiederò di persona tra pochi giorni, perché lui ogni anno, da quarant'anni, l'11 luglio che è il giorno del mio compleanno, mi telefona e mi dice 'auguri vecchio', perché sono nato poco più di due mesi prima di lui". Lino Banfi, infatti, compirà 85 anni il prossimo 11 luglio mentre il compleanno di Silvio Berlusconi sarà il 29 settembre. Entrambi sono nati nel 1936.

L'attore si è schierato pubblicamente al fianco del Cavaliere e promette di sostenerlo: "L'11 luglio lo incoraggerò anche perché so che se andasse al Quirinale avrebbe vicino un uomo che è la sintesi, l'incarnazione della mediazione, che è Gianni Letta". Parole d'affetto da parte di Lino Banfi nei confronti di Silvio Berlusconi e della sua possibile salita al Quirinale, sulla quale l'attore scherza anche: "Parlando pro domo mia, con Berlusconi al Quirinale chissà che non si inventino un'altra onorificenza". Lino Banfi, infatti, qualche tempo fa è stato nominato Cavaliere di Gran Croce che, come specifica lui, "è il grado più elevato dei cavalieri della Repubblica".

Ma questo riconoscimento sembra non bastare a Lino Banfi, che guardando avanti nel caso dell'arrivo al Colle di Silvio Berlusconi punta a un'altra onoreficenza: "Dovrebbero coniarne una nuova, tipo il Nonno d'Italia o l'Allenatore del Quirinale". La vena ironica dell'attore pugliese sembra inesauribile e così nello spingere il Cavaliere alla candidatura al Colle, parafrasa uno dei suoi fim più noti, L'allenatore nel pallone. Vestendo per un attimo i panni di Oronzo Canà, storico personaggio e protagonista di quel film, Banfi chiosa: "Così gli consiglio i moduli che deve usare, se il 5-5-5 o la bi-zona, per affrontare con serenità tutte le grane che un garante della Costituzione si trova a fronteggiare".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti