"Da Conte una grande scorrettezza". Perché i sindaci ce l'hanno con lui

La bozza del nuovo Dpcm delegava ai sindaci la responsabilità sul coprifuoco. L'ira dei Comuni: "No allo scaricabarile". E nel decreto scompare il riferimento ai primi cittadini

Nell'ultima bozza del nuovo Dpcm sull'emergenza coronavirus, il governo ha avanzato l'ipotesi del coprifuoco dopo le 21. E a decidere della chiusura di vie, piazze e centri urbani, sarebbero dovuti essere i sindaci. Si tratta di imporre una sorta di zona rossa nei luoghi in cui "si possono creare situazioni di assembramento, fatta salva la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private". La nuova misura era stata annunciata nella conferenza stampa tenuta dal premier Giuseppe Conte, che aveva apertamente citato i sindaci.

E nei Comuni è scoppiata la protesta. "Il governo ha commesso una grande scorrettezza istituzionale, inserendo nel testo del Dpcm di cui è stata data notizia ieri sera dal presidente del Consiglio che saranno i sindaci a disporre l'eventuale coprifuoco", ha tuonato il presidente dell'Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, ospite al The breakfast club di Radio Capital. "È un modo per scaricare la responsabilità del coprifuoco - ha accusato-I sindaci non hanno la possibilità e la competenza di disporre i controlli".

Per il sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, la misura annunciata dal governo sul coprifuoco rappresenta uno "scaricabarile". "Come sindaci da ormai otto mesi cerchiamo di fare tutto ciò che è nelle nostre possibilità per gestire chiusure, riaperture, contenimento del virus, controlli, aiuti economici, politiche sociali, edilizia scolastica e quant'altro- ha spiegato- Questa mattina alle 10, insieme al Presidente Decaro, siamo stati 3 ore in riunione con Governo e Regioni sul nuovo Dpcm. Non una parola ci è stata anticipata rispetto allo 'scaricabarile' ai sindaci sul coprifuoco alle 21 che dovremmo stabilire nelle vie e nelle piazze delle città, che Conte ha annunciato a sorpesa questa sera". La nuova misura annunciata da Conte, aggiunge De Pascale, "così come è scritta è inapplicabile, ma soprattutto è vergognoso il metodo utilizzato. Va ritirata immediatamente".

"Conte è tornato in diretta tv per annunciare l'ennesimo decreto... Come solito scaricando le responsabilità sui sindaci senza coinvolgerli!- ha commentato il sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano-Possibilità di coprifuoco alle 21, mascherine nelle scuole, smart working: in questo video vi spiego perché il premier ha detto delle grandissime bugie e rischia di produrre effetti devastanti sui Comuni".

Critiche arrivano ajnche dal sindaco di Firenze, Dario Nardella, che su Twitter commenta: "So che la situazione è difficile, ma lasciare sulle spalle di noi sindaci la scelta delle zone dove imporre e controllare il coprifuoco è impossibile. Il Governo corra ai ripari subito e cambi questa regola". Si esprime senza mezzi termini anche il sindaco di Diamante, Ernesto Magorno, sostenendo che il Dpcm "scarica sui sindaci la responsabilità del coprifuoco alle 21:00". La decisione, ha precisato il primo cittadino, "lascia perplessi anche perchè, come sottolineato a più riprese negli scorsi mesi, esiste un problema relativo ai controlli. Esistono realtà del Sud senza neanche un vigile urbano. Come è possibile garantire un'adeguata copertura del territorio? I sindaci hanno sempre mostrato spirito di collaborazione nonostante non abbiano trovato ascolto nelle istituzioni che ora devono cambiare rotta perché non possiamo essere lasciati soli".

Le proteste, alla fine, sembrano aver smosso il governo, dato che nel testo ufficiale del Dpcm non c'è più traccia dei sindaci: "Per fortuna, alla fine, il Dpcm non è uscito come era stato annunciato", ha commentato Decaro. Il riferimento ai primi cittadini, infatti, è scomparso dal testo, sostituito da: "Delle strade o piazze nei centri urbani, dove si possono creare situazioni di assembramento può essere disposta la chiusura al pubblico, dopo le ore 21,00, fatta salva la possibilità di accesso, e deflusso, agli esercizi commerciali legittimamente aperti e alle abitazioni private".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di theRedPill

theRedPill

Lun, 19/10/2020 - 10:20

È uno strano paese il nostro; nei giorni pari si urla che il signor Conte si accentra tutti i poteri e poi nei giorni dispari ci si lamenta che i poteri vengono dati ai sindaci, i pochi che hanno (dovrebbero avere) controllo sul territorio. La realtà è che i nostri politici non valgono niente, son lì solo per i soldi.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 19/10/2020 - 10:32

E hanno ragione, il principio era corretto dato che chi meglio dell'Autorità Locale può valutare al meglio la situazione di rischio del proprio territorio? Nella realtà era però praticamente inapplicabile e la cosa è stata riconosciuta troppo tardi dal Governo. Sono comunque poteri che i sindaci già hanno, evidentemente più teorici che pratici.

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 19/10/2020 - 10:39

Hanno ragione, devono assumersi responsabilità come fossero "padri di famiglia". Anche Salvini si schiererà dalla loro parte. Dall'impopolarità che ne seguirà le loro decisioni, era più comodo decidesse il governo-

Iacobellig

Lun, 19/10/2020 - 10:50

Conte non è all’altezza deve andare via subito e si deve anche vergognare.

cir

Lun, 19/10/2020 - 10:56

pipporm Lun, 19/10/2020 - 10:39 : verissimo!

Enne58

Lun, 19/10/2020 - 11:02

Come sempre prima ha proclamato e fatto passerella, poi in gran segreto ha cercato di scaricare responsabilità, questa volta però si sono accorti del giochetto

bernardo47

Lun, 19/10/2020 - 12:30

bene,ora la zona rossa la dichiara il primo che passa! evviva! grazie conte!

agosvac

Lun, 19/10/2020 - 13:14

La cosa alquanto strana è che gran parte dei sindaci dissidenti fa parte del PD, quindi , in teoria, della maggioranza di Governo.

maurizio-macold

Lun, 19/10/2020 - 13:44

I sindaci ed i governatori di regione chiedono piu' autonomia poi quando ne devono fare uso si tirano vigliaccamente indietro.

BEPPONE50

Lun, 19/10/2020 - 15:09

E' giusto i Sindaci hanno la situazione ora per ora nelle loro citta' veificano dono ci sono situazioni gravi cosa li paghiamo a fare solo per fare consigli e giunte per deliberare strade ECC

Eii

Lun, 19/10/2020 - 15:29

Nelle scuole dovrebbero insegnare agli studenti cosa significa veramente opportunismo..

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 19/10/2020 - 15:58

@pipporm - cosa c'entra Salvini adesso? Siiete proprio invasati. Quando siete alle strette, perchè giustificare un governo sinisrto simile è da pazzi o da pagliacci, tirate fuori la carta di riserva Salvini come se fosse la panacea dellea vostra impreparazione e dilettantismo. Sappiate che fate una pessima figura, ben più che se foste stati muti. Ma che avevate poco cervello lo sapevamo già. Alla luna non ululate ancora?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 19/10/2020 - 16:00

@maurizio-macold - Il governo chiede piu' autonomia poi quando ne devono fare uso si tirano vigliaccamente indietro, ando la responsabilità a sindaci ed i governatori di regione, sol oora, perchè sono di cdx. Scrivila giusta la frase, girafrittate.

maurizio-macold

Lun, 19/10/2020 - 16:04

Per i simpatizzanti dei partiti all'opposizione qualsiasi cosa decida il governo e' sbagliata a prescindere. E spesso di contraddicono clamorosamente: ad esempio i partiti di cdx da tempo chiedono piu' poteri ed autonomia a sindaci e governatori di regione ed adesso che il governo chiede loro di esercitarla parlano di scaricabarile ed opportunismo da parte di Conte. Ma la coerenza e l'onesta' intellettuale dove l'avete messa?

Ritratto di pipporm

pipporm

Lun, 19/10/2020 - 16:41

@Leonida55 - Gentilissimo Salvini pur di andare contro Conte, andrebbe contro anche a propri principi o cose da lui affermate. Il Governo da le linee guida, poi però il territorio lo governano Sindaci e Presidenti di Regione. L'Italia non è più una, ma 100ml come tante teste di capra che non ragionano con il proprio cervello!!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Lun, 19/10/2020 - 17:01

Ho ragione io...salvo intese!

evuggio

Lun, 19/10/2020 - 18:41

aver lasciato ai sindaci la libertà di deliberare azioni a propria discreazione, vuol dire non avere la benchè minima conoscenza del territorio italiano e del tremendo caos che potrebbe verificarsi. Infatti una quantità enorme di comuni di ogni dimensione (Milano compresa) hanno confini che si intersecano (non solo in campagna ma anche nella stessa via con abitazioni senza soluzione di continuità cambiano di comune per poi ritornare a quello precedente magari anche solo dopo 500 metri!!!!)

evuggio

Lun, 19/10/2020 - 18:42

Presidente Mattarella la stragrande maggioranza degli italiani la SUPPLICA IN GINOCCHIO: LI CACCI!!!!!!!!!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 19/10/2020 - 19:22

@pipporm - girafrittate capriccioso comunista, sei tu ad andare contro Salvini sempre, anche quando non è nella questione. Chi è l'invasato? Qui si parla d'alrto. Gia, ma è inutile parlare con uno col q.i. a zero. E vuoi avere ancora ragione? Cosa c'entra Salvini????????????????????????????????????????????