L'ultima della sardina: "Contro il Cav Luxuria e Cirinnà"

L'ultima sparata della sardina Mattia Santori è sul Quirinale: per il bolognese, il centrosinistra avrebbe dovuto candidare Monica Cirinnà o Vladimir Luxuria. Il tutto in funzione anti-Cav

L'ultima della sardina: "Contro il Cav Luxuria e Cirinnà"

Il "campo largo" avrebbe dovuto contrapporre al Cav, per il Quirinale, figure come Vladimir Luxuria e Monica Cirinnà: è l'ultima uscita di Mattia Santori, uno dei vertici delle "sardine" che in questi giorni ha deciso di prendere posizione sul futuro del Colle, organizzando pure, insieme al movimento di cui fa parte, una manifestazione a Roma per la giornata di domani. La motivazione? Ovviamente contrapporsi all'eventuale elezione di Silvio Berlusconi.

Il consigliere comunale di Bologna se n'è uscito così, parlando della questione con l'Adnkronos: "Sarebbe bastato rispondere alla provocazione di Berlusconi con due nomi in antitesi, ad esempio Monica Cirinnà o Vladimir Luxuria, splendide cinquantenni da sempre in prima linea sui diritti Lgbt". Insomma, l'unico fine ragionativo, per la sardina, è quello di porre un veto nei confronti dell'ipotesi che Silvio Berlusconi diventi presidente della Repubblica. C'è poco da meravigliarsi: è il medesimo atteggiamento tenuto dal Pd di Enrico Letta, dal MoVimento 5 Stelle di Giuseppe Conte e così via.

"Le avrebbero bocciate, certo, ma politicamente ci saremmo trovati uniti, e culturalmente ne avremmo guadagnato. Noi e il paese", ha continuato la sardina, riferendosi sempre alla Cirinnà ed a Luxuria. Prima di questo passaggio, Mattia Santori aveva tuttavia criticato Pd e 5 Stelle per l'atteggiamento assunto verso la partita chiave del Quirinale: "Quando però i partiti vengono meno nel ruolo di guida l'equilibrio si spezza. E io trovo che Pd, M5S e Leu abbiano sbagliato a scegliere il silenzio e la melina". Per il felsineo, insomma, sarebbe stato meglio essere propositivi.

Anche il leader di Azione Carlo Calenda, tra l'altro dimostrando per l'ennesima volta come il centrosinistra sia tutto fuorché unito, al netto della posizione sul Cav che invece tende a fare da amalgama, ha voluto dire la sua in merito al pensiero delle sardine, con un freddo commento postato via social: ""Le sardine. Non ci facciamo mancare nulla…", ha scritto via Twitter, sottolineando in via indiretta ferma contrarietà all'uscita di Santori.

Lo stile di Mattia Santori, peraltro, si era già palesato durante la giornata di ieri, con il seguente twwet: "Ho 34 anni, e la maggior parte della mia vita l'ho condivisa, mio malgrado, con il troglodita che vedete qui sotto", ha scritto, allegando al tutto una foto del fondatore della coalizione ed ex presidente del Consiglio dei ministri Silvio Berlusconi. Dopo mesi a discutere di "no vax", in sintesi, l'Italia si trova di nuovo costretta a dibattere del ritorno dei "no Cav", e tra questi risiedono anche alcune giovani leve, come le sardine testimoniano.

Commenti