Di Maio diventa sponsor del Jobs Act renziano

Di Maio diventa sponsor del Jobs Act renziano

Venerdì Luigi Di Maio non ha resistito alla tentazione. i dati snocciolati dall'Inps che fotogravano un leggero aumento dei contratti a tempo indeterminato e un'inversione di quelli a tempo erano troppo succulenti per non intestarsene il merito. E così - aiutato da un grafico chiaramente di fede renziana - ha pubblicato un grafichetto: «Effetto decreto Dignità. Più lavoro a tempo indeterminato». Quello che però Luigino non aveva notato era il picco (con relativo crollo, va detto) di assunzioni a tempo indeterminato subito dopo l'introduzione del tanto contestato Jobs Act. Di Maio non l'ha visto, Renzi sì: «Guardate bene questo grafico - ha scritto l'ex premier - Che cosa dice, per chi sa leggere? Che la curva del lavoro a tempo indeterminato cresce in modo impressionante tra il 2015 e il 2016. Quando? Quando entrano vigore le nostre riforme a cominciare dal JobsAct». Che spot, giggino.

Commenti