Manovra, Conte chiama Dombrovskis e Moscovici

Ieri la lettera con le modifiche alla manovra, oggi il premier chiama Dombrovskis e Moscovici per sollecitare una decisione: "Fiducioso"

Manovra, Conte chiama Dombrovskis e Moscovici

L'Europa prende tempo, ma in vista di una possibile apertura dell'iter che porterebbe alla procedura di infrazione per debito eccessivo Giuseppe Conte chiama Bruxelles.

Ieri il premier italiano ha inviato alla Commissione Ue il nuovo testo della manovra che fa scendere le previsioni del debito dal 2,4% al 2,04% del pil. Indiscrezioni parlano di ulteriori sacrifici richiesti e tagli per altri 3 miliardi di euro. Ma anche di una decisione che slitta a gennaio. Così questa mattina il presidente del Consiglio ha telefonato il vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis. E in giornata dovrebbe chiamare anche il commissario agli Affari economici anche con l'altro commissario europeo Pierre Moscovici.

Conte - racconta il Corriere - si sarebbe detto "fiducioso sul risultato". Fonti del Ministero dell'Economia sottolineano che le trattative tra Roma e Bruxelles sulla manovra continuano senza sosta. Dombrovskis e Moscovici domani faranno il punto della situazione durante la riunione della Commissione.

Commenti