Marchionne, Di Maio contro l'odio rosso: "Miserabile attaccare chi sta male"

Il leader grillino contro sinistra e sindacati: "Quando era potente gli ha permesso di fare ciò che voleva. Ora che è su un letto d'ospedale lo attacca"

L'odio rosso si scaglia contro Sergio Marchionne mentre è ricoverato a Zurigo. Non appena è arrivata la notizia che le condizioni dell'ex ad di Fca sono "irriversibili", la sinistra e i sindacati lo hanno subito linciato sui quotidiani e sul web. Non solo. Il sindaco di Torino, la grillina Chiara Appendino, l'ha ignorato chiedendo attenzione al successore Mike Manley. Un odio sociale senza precedenti e senza senso che ora lacera il Paese. Tanto che, incontrando i giornalisti al termine di una riunione con gli ambasciatori dei paesi membri del G20, il ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio è intervenuto per chiedere rispetto: "È da miserabili attaccare una persona che sta male".

Il Manifesto, ieri mattina, è arrivato nelle edicole con un titolo agghiacciante. E così Fiat. "Ha tolto i diritti ai lavoratori e ha portato il gruppo via dal Paese - ha scritto il quotidiano comunista - la sua eredità è piena di macerie. L'autoritarismo padronale lascia centomila operai in meno, fabbriche vuote e un futuro incerto sulle auto di domani". Tutta la sinistra è insorta dopo aver saputo delle cattive condizioni di salute di Marchionne. "È stato simbolo del capitalismo che ha portato a una contrazione della civiltà - ha commentato Fausto Bertinotti - ha portato il deserto a Mirafiori e la Fiat a Detroit". Peggio di lui ha fatto il governatore toscano Enrico Rossi che si è fiondato a ricordare "la residenza in Svizzera per pagare meno tasse, il Progetto Italia subito negato, il baricentro aziendale che si sposta in Usa. Infine, un certo autoritarismo in fabbrica per piegare lavoratori e sindacati". Un odio viscerale che è poi tracimato sui social network con insulti livorosi. "Con Marchionne non siamo andati d'accordo quasi mai - commenta Di Maio - ma è veramente miserabile attaccare una persona che sta male come fa la sinistra che gli ha fatto fare tutto quello che voleva quando era potente".

Tra i detrattori di Marchionne, però, ci sono anche chi si è rifiutato di parlare dell'ex ad di Fca. Il sindaco di Torino ha, infatti, diramato un comunicato stampa in cui ha espresso unicamente l'augurio che il nuovo amministratore delegato Mike Manley "guardi con attenzione alla nostra città, perché, oltre allo storico legame con il gruppo, ha saputo costruire nel tempo un sistema fatto di conoscenza, infrastrutture, centri di ricerca scientifica, imprese innovative e aziende ad alto contenuto tecnologico" e ha completamente oscurato Marchionne. Su questo, però, Di Maio ha completamente sorvolato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

SeverinoCicerchia

Lun, 23/07/2018 - 13:35

giggino c'à raggione!

dagoleo

Lun, 23/07/2018 - 13:43

Che i sinistri non abbiano dignità è cosa ben nota. Gente mefitica nel corpo ed ancora di più nell'animo.

Ritratto di Muk

Muk

Lun, 23/07/2018 - 13:46

MA scopro che nemmeno in Ferrari c'è un solo dirigente italiano, addolorato per l'essere umano e per chi ha svenduto l'Italia.

Ritratto di pulicit

pulicit

Lun, 23/07/2018 - 13:47

Sono i sinistri con i loro sindacati che hanno portato questa Italia dove siamo ora,ossia allo sfasio.Regards

Fearlessjohn

Lun, 23/07/2018 - 13:48

E' semplicemente stato un manager che ha rifiutato di farsi sfruttare da sindacati cialtroni a comunisti. Basta pensare che a Termini il popolume rosso credeva che la fabbrica fosse sua (vedi la comunicazione della FIAT che puntualizzava come questo non fosse vero) ed è rimasto sconvolto quando Marchionne villanamente chiuse i cancelli senza installare i maxischermi che sindacati e fancazzisti chiedevano per vedere le partite di calcio in orario di lavoro. Se la presero moltissimo, ma non impararono la lezione.

Ritratto di Angelo Rossini

Angelo Rossini

Lun, 23/07/2018 - 13:52

Cos'avrà letto e soprattutto capito Giggino, dio lo sa.

frabelli1

Lun, 23/07/2018 - 14:02

Finalmente DiMaio ha detto una cosa sensata. Si renda vinto, DiMaio con quali personaggi ha a che fare con la sinistra becera ed ignorante. Quale mentalità e quale odio semina. Questo solo per destabilizzare il paese mai per rappacificarlo o unirli.

frabelli1

Lun, 23/07/2018 - 14:13

Finalmente DiMaio ha detto una cosa sensata. Si renda vinto, DiMaio con quali personaggi ha a che fare con la sinistra becera ed ignorante. Quale mentalità e quale odio semina. Questo solo per destabilizzare il paese mai per rappacifico unirli.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 23/07/2018 - 14:14

La sinistra è piena di avvoltoi, sciacalli e parassiti, accomunati da un'unica cosa, agiscono in gruppo in maniera vigliacca.

Kucio

Lun, 23/07/2018 - 14:21

Quando ero ragazzo (45 anni or sono) erano indetti dalla ns benemerita sinistra scioperi quasi quotidiani, alcuni peraltro per futili motivi. Erano la fabbrica dell Attuale crisi occupazionale frutto di una ignoranza che anche in questa situazione si conferma

FabioFaenza

Lun, 23/07/2018 - 14:33

Tra l'altro se la FCA esiste è grazie a Marchionne, perchè se fosse stato per gli Agnelli sarebbe già fallita da un pezzo, visto le brutte auto che produce, a parte la 500, e se esiste ne consegue che qualcuno ci lavori, per cui attaccare uno che ha salvato il lavoro di migliaia di persone, mi sembra la solita tafazzata della sinistra ridicola. Ma per fortuna a poco a poco ci stiamo liberando di questi parassiti.

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 23/07/2018 - 14:49

Non c'è solo l'odio, caro Di Maio, ma anche il disprezzo: il canadese Marchionne non ha salvato la FIAT, che infatti non esiste più, ma solo la cassa di casa Agnelli, sacrificando il destino di intere famiglie e favorendo la deindustrializazione del paese. Certo, le grida di giubilo per la sua probabile dipartita fanno schifo, ma anche i peana servili. Parlate piuttosto, delle migliaia di ex operai FIAT senza più lavoro, che hanno tutti i motivi per piangere, ma non certo per la dipartita del canadese!

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Lun, 23/07/2018 - 14:50

Bravo Muk! Concordo pienamente.

tuttoilmondo

Lun, 23/07/2018 - 14:55

La colpa dello sfascio del Paese è il comunismo all'italiana. Con la promessa di far faticare di meno, il sindacato ha distrutto il lavoro. Oggi i nipoti faticano meno dei nonni, hanno più tempo libero e nessun domani. Questo ha portato il comunismo.

stedo54

Lun, 23/07/2018 - 15:05

Devo dare ragione a Di Maio e mi pesa. Sono stato del Pci per 40 anni fino alla sua disgregazione, ma gli avversari si combattono e non si odiano come i beceri giornalisti del Manifesto.

tonipier

Lun, 23/07/2018 - 15:05

" UNA VERGOGNA OPPRIMENTE QUESTO SISTEMA CONTINUATIVO DISFATTISTA COMUNISTA" Basti pensare che una persona ti salva, come in questo caso, dal sicuro fallimento una società di una certa importanza, salvando quantomeno i loro posti di lavoro....portandola in giro per il mondo, per la nazione "ITALIANA" dovrebbe essere, non un eroe come si usa oggi per qualche sciocchezza, ma un grande onore aver avuto un uomo del genere in casa nostra, che non abbia subito da piccolo.... il lavaggio "rosso" dell'odio nel suo cervello.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 23/07/2018 - 15:13

A parte le considerazioni di Di Maio, ho la strana sensazione che, fra non molto, a Torino resterà - della Fiat - solo la poltrona megagalattica in pelle umana. Forse..

ARGO92

Lun, 23/07/2018 - 15:14

lui secondo voi ha lasciato macerie voi invece con il komunismo avete lasciato MACERIE MISERIE POVERTA E OLTRE 120 MILIONI DI MORTI SCHIFOSI MALEDETTI KOMUNISTI

mariolino50

Lun, 23/07/2018 - 15:18

Il male non si augura, tanto tocca a tutti, ma sicuramente ha contribuito non poco alla deindustrialiazzazione dell'Italia, anche la direzione non è più qui, e ora gli inglesi hanno preso il potere totale, con la brexit finirà anche peggio.

tuttoilmondo

Lun, 23/07/2018 - 15:25

La FIAT era la regina d'Europa. Fra annessi e connessi dava lvoro, nel suo picco, a 300.000 lavoratori. Quasi tutti i lavoratori avevano famiglia per cui con la FIAT campavano quasi un milione di persone. Poi venne il robot. I giapponesi per primi e via via tutti gi altri costruttori si adeguarono. Anche la FIAT dovette fre lo stesso. Un robot fa il lavoro di cinque operai e lo fa meglio. i dovevano licenziare 20.000 laoratori. Il sindacato si oppose. Nacque il compromesso. Gli operai in esubero li pagava lo Stato. Fu un errore micidiale. Un mare di soldi in cambio di... niente. Se non ci fosse stato il sindacato oggi la FIAT avrebbe ancora centinaia di migliai di dipendenti. Ma il comunismo si sa. porta miseria e povertà.

zadina

Lun, 23/07/2018 - 15:37

Per riconoscenza la sinistra attacca Marchionne in ospedale in gravi condizioni, con la loro poca lungimiranza si meriterebbero che FCA si trasferisse completamente dalla Italia in un altro paese e ce ne sono tanti per accogliere la azienda e ringrazierebbero e lasciasse senza il lavoro tutti i loro dipendenti, esiste nella sinistra una persona che sappia dare lavoro a tutti i dipendenti di FCA che rimarrebbero disoccupati forse per l'eternità?...in quel lato politico non si vede nessuna persona che possa impiegare tante persone, avete dimenticato la marcia dei 40 mila dipendenti della FIAT contro le scemenze sindacali di quel periodo?... una dimostrazione la avete vista con la ultime elezioni, continuate con la vostra stupida ideologia, il popolo si è maturato e ragiona col suo cervello, e non segue più le chiacchiere dei dirigenti di partito ideologizzati vogliono dei fatti concreti il periodo delle chiacchiere è finita .

Ritratto di lurabo

lurabo

Lun, 23/07/2018 - 15:52

non c'è proprio da meravigliarsi

Ritratto di aresfin

aresfin

Lun, 23/07/2018 - 15:58

@mariolino50: Non scrivere puttanate. Ti risulta che la proprietà sia la famiglia Agnelli/Elkann????

ilbarzo

Lun, 23/07/2018 - 16:07

Giggino ai tuoi amici comunisti deve mandare questo messaggio.Solo loro osano tanto.Bertinotti Rossi,ed altri.La peggiore feccia che sia sulla terra.

DRAGONI

Lun, 23/07/2018 - 16:13

GUERRIGLIA CATTO COMUNISTA CHE E'POI LO STESSO METODO IMPIEGATO DOPO L'ARMISTIZIO DELLA 2^ GUERRA MONDIALE!!

Ritratto di giangol

giangol

Lun, 23/07/2018 - 16:21

ma cosa vi aspettate dai comunisti politicamente scorretti??

Franck Dubosc

Lun, 23/07/2018 - 16:23

Sento parlare di deindustrializzazione, di operai lasciati a casa, di deitalianizzazione. Non so quanti che commentano abbiano delle nozioni di economia aziendale. Faccio solo una domanda: se foste un investitore preferireste acquistare azioni della FCA o dell'Alitalia, con la sua bella italianità ed il suo enorme carrozzone di personale? A volte si debbono prendere delle decisioni crudeli ma che almeno possono salvare il buono che rimane. Forse non vi ricordate com'era la Fiat nel 2004, era ad un passo dal fallimento.

COSIMO51

Lun, 23/07/2018 - 16:36

VERO !

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 23/07/2018 - 18:03

Spnpo stati i sindacati a demolire con i loro scioperi la FIAT e altre fabbriche italiane. Centomila hanno perso il posto? Senza Marchionne sarebbero stati duecentomila

Ritratto di sailor61

sailor61

Lun, 23/07/2018 - 18:24

Rossi pensi alla tessera nr.1 del PD che da sempre sta in svizzera, non paga le tasse in Italia e ha fatto fallire un certo numero di industrie, al contrario di chi le ha rese prospere…. certo fuori dall'Italia ma se non avesse fatto così avremmo altri centinaia di migliaia di disoccupati. La politica e la dottrina sinistrorsa ha portato ovunque miseria e danni irreparabili, ancora non se ne vogliono rendere conto?

pardinant

Lun, 23/07/2018 - 18:40

Cosa ci dovremmo aspettare, V.Lenin e poi I. Stalin hanno dato questo insegnamento esteso a coloro che seguivano l'imperialismo espansionista Sovietico. Ma non lamentiamoci troppo, a quei tempi seguiva processo e pena capitale o "Siberia" adesso per fortuna abbiamo uno straccio di democrazia e questi sono solo parole, brutte, ma parole.

Ritratto di Aulin

Aulin

Lun, 23/07/2018 - 19:08

Gli sciacalli attaccano sempre il leone quando è a terra morente.

Happy1937

Lun, 23/07/2018 - 19:33

Una volta tanto sono d'accordo con Di Maio.

hectorre

Lun, 23/07/2018 - 20:54

Di Maio, non è un comportamento da miserabili è solo da comunisti....non cambieranno mai!

il sorpasso

Mar, 24/07/2018 - 07:00

L'odio per Marchionne viene solo dalla sinistra, finalmente Di Maio ha detto una cosa giusta speriamo continui.

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Mar, 24/07/2018 - 08:49

Di Maio ha perfettamente ragione. Peraltro senza Marchionne la Fiat sarebbe fallita quindici anni fa, e in tal modo non sarebbe rimasto in Italia proprio nulla. Almeno grazie a Marchionne qualcosa in Italia è rimasto, rilanciato a livello di eccellenza per sopravvivere nella competizione globale (Pomigliano, la Maserati a Modena, ecc.)

Ritratto di Risorgeremo

Risorgeremo

Mar, 24/07/2018 - 08:53

Egregio Bertinotti, la "contrazione di civiltà" e il deserto produttivo sono esattamente il risultato storico del comunismo, in tutte le epoche e in tutte le declinazioni in cui si è manifestato. Lasci stare Marchionne, che ha tagliato i rami secchi ma ha rilanciato le eccellenze (Modena, Pomigliano, ecc.): certe cose - come l'efficienza, il merito e la competizione globale - Lei non le può capire, lasci perdere.

Ritratto di navajo

navajo

Mar, 24/07/2018 - 09:07

Non solo sono miserabili da sempre, ma gridano allo scandalo e si stracciano le vesti se qualcuno tenta di rendergli pan per focaccia.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 24/07/2018 - 09:45

Altro che miserabili, anzi sono komunisti, peggior aggettivo non c'è.

Libertà75

Mar, 24/07/2018 - 11:01

il percorso di giggino verso il matteuccio si manifesta sempre più... avremo un partito unico da 60% o un ticket tra i 2 populisti per eccellenza?

santecaserio55

Mer, 25/07/2018 - 12:01

Gli stessi commenti di quando Bersani e Napolitano sono stati ricoverati in ospedale! Miserabili