Politica

Ora Marino minaccia: "Non ho programmi di morte imminente"

Il sindaco di Roma incontra i giornalisti mentre si dirige in Campidoglio: "Sto bene. Sono molto orgoglioso di quello che ho fatto"

Ora Marino minaccia: "Non ho programmi di morte imminente"

Primo giorno da ex sindaco per Ignazio Marino, che, arrivando in Campidoglio dopo una passeggiata a piedi dalla sua abitazione nei pressi del Pantheon, dice ai giornalisti: "Non ho programmi di morte imminente. Questa è la mia città". E poi: "Sto bene. Sono molto orgoglioso di quello che ho fatto". Per Marino la sconfitta è cocente. Glissa sulla nomina di Tronca: "Non sono decisioni che spettano a me ma al governo" e si dirige in Campidoglio, "il tempo necessario per svolgere l’ordinario lavoro di oggi".

Al termine della giornata lavorativa, Marino lascia un'ultima dichiarazione ai giornalisti: "Mi hanno chiamato e scritto dei leader del Pd, per parlarmi a livello personale, e di loro ho grande stima per le parole che hanno usato". Si conclude così, in maniera definitiva, la storia del sindaco di Roma.

Commenti