Il messaggio di Berlusconi ai lettori de ilGiornale

L'intervento del Cavaliere alla festa del nostro quotidiano ad Abano: "A casa il governo più a sinistra della storia"

Ieri sera, all'ormai tradizionale festa dei Lettori de ilGiornale ad Abano, c'era anche Silvio Berlusconi. Il Cavaliere si è collegato in diretta e in viva voce al telefono da Arcore per salutare le centinaia di persone presenti.

Cari amici de Il Giornale, caro Direttore,
voglio rivolgervi un saluto dal profondo del cuore.

La vostra presenza ad Abano conferma quello che ho sempre pensato: il nostro non è un giornale come gli altri, è una comunità, costituita da un bravissimo direttore, da ottimi giornalisti, collaboratori, tecnici, amministrativi, ma soprattutto fatta di uno straordinario pubblico di lettori: una comunità che crede nelle idee per le quali il Giornale si batte a viso aperto, e che sente il bisogno di un’informazione davvero libera.

Voglio aggiungere una cosa importante: quando dico “nostro Giornale” non mi riferisco al fatto che la mia famiglia ne sia editrice, intendo dire invece che anch'io mi sento parte - come lettore - di questa bella comunità. Del resto, il quotidiano appartiene ai lettori, senza di loro non esisterebbe. Quelli del Giornale, poi, sono lettori davvero particolari.

Il Giornale è un caso unico nel panorama dei quotidiani in Italia: da quando è nato fino ad oggi ha sempre “cantato fuori dal coro” delle opinioni dominanti nel resto della grande stampa e della grande editoria.

Il Giornale non è un partito, ma ha delle idee che dichiara con onestà e trasparenza: è proprio questo che lo rende diverso da molti altri organi di informazione, che fingono neutralità ed equidistanza ma nei fatti sono pieni di propaganda politica.

Noi facciamo esattamente il contrario, siamo onesti e scrupolosi nel dare le notizie, e sinceri e coraggiosi nei commenti, senza paura di dire come la pensiamo e senza paura delle reazioni degli altri.

Questa è l’unica voce che racconta un’Italia liberale, cattolica, garantista, quell'Italia alla quale da 26 anni cerco di dare espressione nella politica italiana. È l’Italia migliore, l’Italia delle persone serie, concrete, moderate, che dalla politica non si aspettano regali, assistenza, promesse miracolose, ma semplicemente di essere messe nelle condizioni di vivere e lavorare con serenità.

Questa altra Italia che voi rappresentate, che noi rappresentiamo sa che lo Stato non è all'origine dei suoi diritti e delle sue libertà. Lo Stato è solo lo strumento per difendere quei diritti e quelle libertà che sono proprie dell’uomo per natura, o per dono divino per chi crede. Ne consegue che lo Stato ha pochi e limitati compiti, garantire la libertà, la proprietà e la sicurezza. Non può colpire i cittadini con l’oppressione fiscale, con l’oppressione burocratica, con l’oppressione giudiziaria.

Questa è la battaglia che combattiamo insieme, noi in politica, il Giornale sul piano delle idee, della cultura, dell’informazione.

Non ci sono interferenze reciproche, io ho sempre chiesto ed anzi preteso che il Giornale fosse totalmente libero nelle sue scelte, nei suoi contenuti, nelle sue battaglie. Io e la mia famiglia abbiamo sempre garantito a chi ha diretto il Giornale la più ampia libertà. Il direttore Alessandro Sallusti può testimoniarlo ed anzi sa benissimo quante volte un titolo del Giornale mi ha creato dei problemi politici.

Ma è giusto che sia così. Il Giornale è un quotidiano indipendente, non è l’organo di Forza Italia, né della famiglia Berlusconi, né delle aziende che ho fondato.

È evidente però che l’affinità culturale e – permettetemi di dirlo – morale fra noi è evidente. Lo è stata dal principio, dagli anni ’70 del secolo scorso, quando assunsi la proprietà del Giornale diretto da Montanelli, che si trovava in gravi difficoltà finanziarie. Non fu un’operazione imprenditoriale: anzi dal punto di vista economico si trattò di un affare in pura perdita. Ma non potevo lasciar morire l’unica voce coraggiosa che allora si opponeva allo strapotere della sinistra comunista. Anche se poi le nostre strade si sono divise non ho mai smesso di essere grato a un grande giornalista come Indro Montanelli per quanto aveva fatto negli anni del compromesso storico, del terrorismo delle BR, negli anni in cui i comunisti sembravano a un passo dal potere.

Allo stesso modo sono grato a tutti coloro che si sono succeduti alla guida del Giornale, fino al nostro bravissimo Alessandro Sallusti: uno dei giornalisti non solo più brillanti, ma anche più colti e più seri del panorama dell’informazione italiana. La sua guida e la presenza di tante firme importanti sono la garanzia di due cose: la qualità dell’informazione e l’assoluta libertà del Giornale.

Di questo i lettori possono stare certi: che il Giornale non nasconderà mai una notizia scomoda, non cercherà mai di edulcorare la realtà per sostenere una tesi, e che non si piegherà mai al conformismo di sinistra ed alla dittatura culturale che esso cerca di imporre.

Del resto, noi lettori del Giornale non lo permetteremmo mai. Vi ho detto quel che volevo dire. Un abbraccio affettuoso a tutti voi, tanti auguri al Giornale, a ciascuno di voi l’augurio di riuscire a realizzare i sogni, i progetti che ciascuno di voi porta nella mente e nel cuore per voi e per le persone che amate.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Lugar

Ven, 31/01/2020 - 15:41

Caro Silvio, sono perfettamente daccordo con quello che dici, ma questi signori al governo non hanno nessuna voglia di sloggiare. Hanno trasformato l'Italia in una dittatura e ne sono fieri.

ulio1974

Ven, 31/01/2020 - 15:52

...commovente, mi ha strappato un sacco di lacrime, dalle risate però...ahahahahahhaa

Santorredisantarosa

Ven, 31/01/2020 - 15:53

ILL.MO CAVALIERE IN SINCERITA' LE CONFIDO CHE HO VOTATO PER LEI IN QUANTO ERA NEMICO DI MORTADELLA, SAPENDO CIO' COME AVREBBE RIDOTTO L'ITALIA E ME NE SONO ACCORDO CHE PURTROPPO AVEVO RAGIONE. L'HO VOTATO PERCHE' SONO CON CONVINZIONE ANTI COMUNISTA E ANTI POLITICA DI INVASIONE E PRO PREGIUDICATI STRANIERI. SONO PENTITO PER UN SOLO MOTIVO IN QUANTO LEI ISTRUITO, LAUREATO E PREPARATO QUANDO AVEVA LA MAGGIORANZA POTEVA MODIFICARE QUEL MALEDETTO ARTICOLO DELLA COSTITUZIONE CHE DA LA POSSIBILITA' AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI NOMINARE ALL'INFINITO GENTE A LUI POLITICAMENTE VICINA.

Tuthankamon

Ven, 31/01/2020 - 15:56

Nulla da eccepire. L'esigenza immediata è mandare a casa Conte e il PD. In nessun caso gli si può permettere di arrivare a fine legislatura!

maurizio-macold

Ven, 31/01/2020 - 16:02

Berlusconi se la deve prendere con il suo amichetto Salvini che per arroganza ed incapacita' ha fatto cadere un governo nel quale la faceva da padrone. E adesso la destra deve sperare solo che la Meloni raccolga i profughi e gli scontenti della Lega e di FI in modo che non vadano ad ingrossare altri partiti, vedi Renzi & Calenda.

detto-fra-noi

Ven, 31/01/2020 - 16:05

I problemi attuali sono in buona parte anche colpa del tuo partito (la famosa "opposizione "responsbile"). Unica soluzione al punto in cui siamo: fare come gli inglesi (a mezzanotte, per loro finisce la cajenna).

ex d.c.

Ven, 31/01/2020 - 16:17

Tutti i lettori del Giornale credono in una democrazia liberale Chi critica ancora Berlusconi per il tentato accordo con Renzi dovrebbe ricordare che sarebbe stato comunque preferibile un centro sinistra moderato al Governo attuale

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Ven, 31/01/2020 - 16:17

QUESTI NON VANNO A CASA NEANCHE A FINE MANDATO, I POTERI FORTI ED OCCULTI LO SOSTERRANNO DA QUI ALL'ETERNITÀ'

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 31/01/2020 - 16:20

grandissimo berlusconi! ha detto semplicemente cose giuste, sensate e non da partigianeria! quello che è il contrario della sinistra! ecco perchè mi sento piu vicino a questo giornale piuttosto che qualsiasi altro pornogiornale comunista! se poi abbiamo il dispiacere di leggere certi commentacci della malora, come scrivono certi babbei comunisti come ULIO1974, e quei pochi altri ormai rimasti , visto che quasi tutti stanno dicendo che il PD sono i piu mafiosi di tutta italia e di tutta europa!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 31/01/2020 - 16:23

E' passato oltre un quarto di secolo dalla famosa "discesa in campo", ma il vizio di ripetere a tormentone gli slogan non lo ha perso. Il mantra "...il governo più a sinistra della storia" lo ha già ripetuto più e più volte negli ultimi mesi, o forse è convinto che i suoi elettori (sempre di meno) possano aver bisogno di sentirsi ripetere le cose più volte per capirle? Detto questo il pippotto del Berlusca sembra essere una delle parodie di Persilvio46 tanto risulta surreale. Cito un solo passo: "... ho sempre chiesto ed anzi preteso che il Giornale fosse totalmente libero nelle sue scelte, nei suoi contenuti, nelle sue battaglie". Certo a me questa barzelletta non fa nè caldo nè freddo, ma immagino il povero Montanelli che si starà rivoltando nella tomba.

hakuna-matata

Ven, 31/01/2020 - 16:31

ulio 1974 leggendo il suo commento penso ci sia solo da piangere..

Altoviti

Ven, 31/01/2020 - 16:32

Giustissimo, grazie degli auguri, altrettanto a Lei egregio Cavaliere. Ora però bisogna mandare a casa questo governo tanto dannoso per il popolo italiano, con coraggio, magari con uno sciopero generale, perché i poltronari non vedono ragione e dopo perché non instaurare da noi una democrazia sul modello svizzero per impedire che i rossi possano mai più prevalere sulle scelte del popolo italiano.

dagoleo

Ven, 31/01/2020 - 16:55

sarà molto difficile mandare via questi che ci governano attualmente. comunque la speranza è l'ultima a morire.

Savoiardo

Ven, 31/01/2020 - 16:58

Parli il meno possibile , Cav.. Purtroppo il tempo passa per tutti.

HARIES

Ven, 31/01/2020 - 16:59

Emerito e illustrissimo Cavaliere, io ho sempre tifato per Lei, ma prima di Lei sono stato un super sostenitore del più grande Statista italiano (Bettino Craxi). Ma dopo il 2011 (e sappiamo cosa è successo), purtroppo l'ho vista soccombere ai diktat internazionali e alle pressioni "golpiste e sinistre" nazionali. Ma io speravo che allora Lei fosse più combattivo e dicesse "NO, io non ci sto!". E comunque Lei era (e lo è tutt'ora) attorniato da personaggi incompetenti e non molto fedeli! Poi venne Grillo e il M5S (che io apprezzo). Unico madornale errore che fece il M5S è andare contro di Lei votando sì alla decadenza da senatore. Il resto è storia di oggi. Anomalia grave è avere al Governo M5S + PD. Invece era meglio avere M5S + LEGA + FI + FDI... e il PD spariva con tutte le sue lobby! Pazienza!

pilandi

Ven, 31/01/2020 - 16:59

Che c'avranno da festeggiare?

Ritratto di jasper

jasper

Ven, 31/01/2020 - 17:02

@MaurizopMacold: condivido.

FedericoMarini

Ven, 31/01/2020 - 17:40

TU ,CARO SILVIO, HAI ,SICURAMENTE IN TESTA UN’ITALIA LIBERALE,MA,IN CONCRETO, LA PRESENZA DOMINANTE DI SALVINI NE FA UN MOSTRO D I ODIO E DI ISLAMOFOBIA> QUANDO TI SBARAZZERAI DI SALVINI, E LA LEGA SARA’ GOVERNATA DAL SAGGIO GIORGETTI, NE RIPARLEREMO.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Ven, 31/01/2020 - 17:44

Caro Presidente, per salvare l'Italia togliendola dalle mani di questi incompetenti, occorre un sano realismo e cercare di formare un nuovo Governo, con l'aiuto di alcuni parlamentari del M5S che sono ormai allo sbando, e cercano casa, terrorizzati dall'idea di tornare per strada disoccupati. Cordialità

FedericoMarini

Ven, 31/01/2020 - 17:51

DIRE CHE QUESTO GOVERNO E’ IL PIU’ A SINISTRA DELLA STORIA E’LEGGERNE I COMPONENTI, MA,IN EFFETTII, NON VEDO NESSUNA AZIONE DI SINISTRA ,ANCHE SE SAREBBE TEMPO CHE SI PARLASSE DI BUON O CATTIVO GOVERNO e QUESTO FRAGILISSIMO MIRACOLO,FACENDO ARRIVARE LA LEGISLATURA ALLA SUA FINE NATURALE, STA’ SALVANDO IL PAESE,SVUOTANDO LA LEGA DI SALVINI..

SeverinoCicerchia

Ven, 31/01/2020 - 17:55

ultimo capo del governo scelto dal popolo, che dire han voluto massacrarlo, giudici e haters lo rimpiangeranno siamo in una italia ridotta ai minimi termini, alla deriva e senza peso

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 31/01/2020 - 17:58

hakuna-matata - Sono pienamente d'accordo con te,ulio1974 wei solo un povero somaro e...raglio di somaro non giunge in cielo.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 31/01/2020 - 18:04

Anch'io sono uno dei suoi estimatori della prima ora caro Cav. Nel '94 ho creduto seriamente alle sue promesse, e l'ho seguita fino al 2008. Poi, purtroppo, è arrivata la catastrofe. Prima si è reso, colpevolmente, complice delle cosiddette primavere arabe, poi ha accettato, per motivi a me ignoti ma facilmente intuibili, di appoggiare governi di sinistra, travestiti o meno da tecnici. E' stato in quel momento che ho capito. Leggo sempre il Giornale, ma della sua linea politica, a questo punto, non condivido praticamente più niente. Mi piace però poterglielo dichiarare apertamente.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 31/01/2020 - 19:29

Ma come si permette di prendere in giro ancora una volta gli elettori? Sono anni ormai che questo vigliacco si batte contro il CDX ed a favore dei sinistri. L'ultima mossa quella in Emilia Romagna. Non può F.I. essere al 2% è ovvio che hanno votato per bonaccini. C'era la possibilità di vincere e mandare a casa anche a Roma sinistri, conte e M5S e questo cialtrone ha fatto votare i suoi deficienti per Bonaccini pur di battere Salvini. Salvini non ha vinto ma un balordo simile farà una brutta fine insieme alle sue aziende. I traditori non sono mai amati da nessuno.

Nick2

Sab, 01/02/2020 - 07:08

Voglio fare uno spaccato dello straordinario pubblico di lettori de "Il Giornale", delle persone migliori, liberali e moderate che compongono la sua meravigliosa "famiglia". La quasi totalità non si riconosce nei valori della Resistenza e della Liberazione, la netta maggioranza sogna il ritorno di una dittatura e un buon 30% nega l'Olocausto. La sua famiglia mi mette i brividi...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 01/02/2020 - 07:30

Caro Berlus, oggi constatiamo i successi economici di Trump, che ha messo in pratica la filosofia che tu, se non fossi stato aggredito, proponevi prima di lui per la nostra Patria. Grazie di aver permesso al Giornale di essere un baluardo di libertà. Grazie di esistere.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 01/02/2020 - 16:24

@Anna 17 Non posso che concordare in pieno con lei. La porcata dell'appoggio a monti-fornero non si può dimenticare.