Milano, convention di Forza Italia, Gelmini: "L'altra Italia che non campa sul divano"

"Siamo l'altra Italia che non vuole campare sul divano". È questo il leitmotiv della convention azzurra organizzata a Milano dal gruppo di Forza Italia di Montecitorio

Milano, convention di Forza Italia, Gelmini: "L'altra Italia che non campa sul divano"

"Siamo l'altra Italia che non vuole campare sul divano". È questo il leitmotiv della convention azzurra organizzata a Milano dal gruppo di Forza Italia di Montecitorio. "Abbiamo voluto intitolare questa manifestazione ’Persona. Impresa. Libertà’. La sigla fa Pil, come il prodotto interno lordo, ma l’abbiamo declinata in maniera diversa. Lo faremo con tanti ospiti esterni, con tanti imprenditori, con l’associazionismo, la società civile, la classe dirigente del nostro partito, i nostri parlamentari e consiglieri regionali, i governatori", ha affermato il capogruppo di FI alla Camera, Mariastella Gelmini. I lavori di "#IdeeItalia. La voce del Paese" andranno avanti per tre giorni.

Gli azzurri criticano in modo chiaro il Def del governo che di fatto spalanca le porte al reddito di cittadinanza dei grillini: "’è un’Italia che non vuole cedere al populismo. E che conosce la differenza fra popolo e populismo. E c’è un’Italia che non vuole cedere al sovranismo. Noi siamo quell’Italia, noi siamo l'altra Italia. L’Italia che lavora e che se non ha lavoro se lo inventa, noi siamo quelli che non vogliono campare sul divano con la paghetta di Beppe Grillo e di Di Maio, siamo quelli che chiedono allo Stato i servizi, le infrastrutture, la possibilità per le imprese di creare lavoro. Perché il lavoro è dignità. L’impresa è dignità. Non le mance elettorali. Non il dirigismo dello Stato che comprime il valore più grande che la politica, come la intendiamo noi, deve difendere: la libertà". E su questa stessa linea sono arrivate anche le parole della capogruppo al Senato, Anna Maria Bernini che manda un messaggio chiaro al governo e alla Lega: "Manca la Flat Tax, quella vera, con una sola aliquota, per imprese e cittadini, e manca un grande piano di investimenti infrastrutturali e per le manutenzioni. Due provvedimenti forti, coraggiosi che avrebbero impresso uno scossone alla stagnante economia, per abbattere il debito, aumentare la crescita e creare nuova occupazione. Forza Italia da martedi lavorerà, anche con la Lega, per cambiare la manovra in Parlamento. Non possiamo restare immobili oppure aprire un fossato con i nostri alleati".