Il ministro Catalfo rassicura: "Quota 100 resta, non si discute"

Il ministro del Lavoro precisa: "Potrebbero esserci dei miglioramenti, ma Quota 100 resta e non è in discussione"

"Se i signori là dentro proveranno a cambiare Quota 100 e tornare alla legge Fornero non li lasceremo uscire da quel Palazzo, ci staranno giorno e notte, Natale e ferragosto", aveva tuonato Matteo Salvini nella giornata di ieri in occasione della protesta contro il governo giallorosso. Ma una rassicurazione in tal senso è arrivata da Nunzia Catalfo: "Reddito di cittadinanza e Quota 100 restano".

Possibili miglioramenti

Il neo ministro del Lavoro, a margine del dibattito sulla fiducia al nuovo esecutivo, ha specificato: "Entrambe le misure possono essere migliorate, ma non sono in discussione. Dobbiamo lavorare con sempre maggiore forza sul potenziamento delle politiche attive e dei Centri per l'Impiego. Lo faremo". Dalla nuova compagine di governo è arrivata dunque una presa di posizione relativamente all'ipotesi di revisione o chiusura anticipata della misura introdotta con la scorsa manovra.

Da parte del leader leghista non sono però terminati gli avvertimenti. Un altro tassello fondamentale sarà quello di tenere chiusi i porti: "In piazza c’è un pezzo di Italia che penso sia maggioranza nel Paese che chiede di votare. Oggi è plastica la divisione tra il Palazzo chiuso e l’Italia in piazza. E se proveranno a riaprire i porti ci penseremo noi, assieme a tenerli chiusi".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

scurzone

Mar, 10/09/2019 - 18:48

E allora che si è cambiato a fare se le due schifezze fatte dal Governo precedente rimangono??