Misure contro gli sprechi, Fiorito: "Alla fine ci ho rimesso soltanto io"

L'ex capogruppo Pdl in Lazio contesta il ricorso per il vitalizio di migliaia di ex consiglieri. "È rimasto tutto uguale"

Misure contro gli sprechi, Fiorito:  "Alla fine ci ho rimesso soltanto io"

Sono 3.200 gli ex consiglieri regionali che hanno presentato ricorso, contestando le misure anti-sprechi. C'è chi al vitalizio non vuole rinunciare e fa storcere il naso all'ex capogruppo del Pdl in Lazio.

"Sono proprio un fagiano", commenta Franco Fiorito in un'intervista al quotidiano Il Giorno. "Mi hanno cucito addosso una norma, che vale solo nel Lazio, che esclude i condannati a più di tre anni". E spiega che il decreto Monti "conteneva una postilla per chi avesse deliberato prima di una certa data", cosa che le regioni hanno fatto.

Insomma, "il meccanismo è rimasto identico al vecchio", accusa. E dunque "anche se uno diventa assessore per una settimana, si paga il contributo e acquista il diritto alla pensione". "Win for life", lo chiama.

I 3.200 ex consiglieri che a perdere il vitalizio non ci stanno hanno scritto una lettera al Presidente della Repubblica, sostenendo di appartenere "a una storia che solo per ignoranza o malvagità può essere demonizzata o gabellata come la fonte degli sprechi e dei costi". È "un diritto acquisito" e vogliono mantenerlo.

Commenti