No alla ricusazione del giudice. Schiaffo al magistrato anti Salvini

Patronaggio indagato per abuso d'ufficio: respinta la sua richiesta

Brutte notizie per Luigi Patronaggio, il procuratore di Agrigento divenuto famoso dapprima per avere incriminato l'allora ministro dell'Interno Matteo Salvini per la vicenda della nave Diciotti; e più recentemente perché la chat dell'inchiesta sul Csm hanno rivelato come la solidarietà espressa dai colleghi a Patronaggio avesse come principale movente e obiettivo la necessità di «attaccare Salvini». Chi allora criticava il procuratore agrigentino venne così accusato dal Csm di voler insidiare la libertà della magistratura.

Ora però si scopre che lo stesso Patronaggio ha fatto ricorso nei mesi scorsi a uno dei pochi strumenti che la legge consente a un indagato per ribellarsi al magistrato che deve giudicarlo: la ricusazione, ovvero la richiesta della sua sostituzione quando ha dimostrato di avercela su con lui o di averlo già dichiarato colpevole anzitempo. Ma la Corte d'appello di Caltanissetta nei giorni scorsi gli ha dato torto su tutta la linea: il giudice sta facendo solo il suo mestiere, Patronaggio si rassegni.

Il procuratore di Agrigento infatti si trova indagato per abuso d'ufficio insieme ad un folto gruppo di colleghi in seguito alla denuncia di un avvocato siciliano, Giuseppe Arnone. Vicenda assai complicata e assai siciliana, ultimo scampolo di una valanga di denunce spiccate da Arnone contro magistrati di diverse procure, e che hanno portato solo negli ultimi due anni a aprire circa centocinquanta fascicoli. Arnone, ex comunista, poi ambientalista, poi grillino, ora non si sa, da Patronaggio venne messo in galera nel novembre 2016 con l'accusa di estorsione, poi sconfessata dal riesame e dalla Cassazione. Arnone disse che era una manovra dei poteri forti, con in testa l'ex ministro Alfano.

L'ennesima denuncia di Arnone viene però proposta anch'essa per l'archiviazione dalla Procura di Caltanissetta. Arnone prova ad opporsi, Patronaggio e gli altri cercano di impedirglielo. Il giudice preliminare David Salvucci, a sorpresa, gli dà ragione e mette mano al fascicolo, invitando il procuratore e i suoi coindagati di discolparsi. Non l'avesse mai fatto: Patronaggio lo ricusa accusandolo di avere prodotto una «ordinanza abnorme», sintomo di «un convincimento anticipato e arbitrario sulla esistenza di indizi di colpevolezza che ne minano l'indipendenza di giudizio e la terzietà». Risposta della Corte d'appello di Caltanissetta: non è vero niente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

maurizio50

Mer, 03/06/2020 - 10:10

Altro personaggio del quale il Capo del CSM, nonchè Capo dello Stato,ci dovrebbe dire se continuerà ad amministrare la "sua" Giustizia in nome del Popolo Italiano!!!!!

Ritratto di moshe

moshe

Mer, 03/06/2020 - 10:30

..... e MATTARELLA ..... TACE !!!!!

gianf54

Mer, 03/06/2020 - 10:33

Da Agrigentino, mi fa veramente tanto, ma tanto piacere.....; questa è un'altra di quelle persone che non si capisce cosa ci faccia ancora in Tribunale ad "amministrare" la giustizia. Mi chiedo in che Paese viviamo; si sta scoprendo, finalmente, il "vaso di Pandora". Non che non lo si sapesse prima, ma ora che il fango emerge in modo ufficiale, sarebbe il caso di pensare cosa succede in Paesi Civili (come, ad es. la Gran Bretagna), a personaggi simili che per moooooooolto meno si dimettono e al minimo sospetto sulla loro integrità morale vanno a casa in cinque minuti!!! Chissà se Mattarella lo sa?

Ritratto di Flex

Flex

Mer, 03/06/2020 - 10:36

Sono talmente privi di dignità che non hanno nemmeno il coraggio di dimettersi.

Happy1937

Mer, 03/06/2020 - 10:41

Un degno collega dello smagistrato Palamara.

Ritratto di pascariello

pascariello

Mer, 03/06/2020 - 10:50

Già dalle prime azioni di costui in spudorato favore della immigrazione di CLANDESTINI falsi rifugiati avevo pensato che dovrebbe essere istituita una nuova fattispecie di reato, da applicare a tutti coloro che come lui, con una pervicacia degna di miglior causa, si ostinano a cercare di forzare le leggi in favore di questi parassiti: il "PATRONAGGIO di IMMIGRAZIONE CLANDESTINA" !

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Mer, 03/06/2020 - 10:58

TRANQUILLI LA RICHIESTA GLI SARA' STATA RICUSATA PER SUA CONVENIENZA, UNO CON QUELLA FACCIA CHE "DOVREBBE" AVER VINTO IL CONCORSO IN MAGISTRATURA, UN ANTI DX E PER DI PIÙ' SALVINI PER GRAZIA DOVUTA SE LO TENGONO STRETTO

BRAMBOREF

Mer, 03/06/2020 - 11:09

GIGI91 GIGI91 Bella categoria! Ma il Presidente Mattarella che fa? Gli Inglesi sono usi a dire " CANE NON MANGIA CANE

perriv49

Mer, 03/06/2020 - 11:17

Se entrate in un qualsiasi tribunale c'è scritto :LA GIUSTIZIA E UGUALE PER TUTTI.Ma per favore.

MOSTARDELLIS

Mer, 03/06/2020 - 11:22

Nel sistema della magistratura italiana c’è proprio qualcosa che decisamente non funziona, dove ognuno fa quello che gli pare, tenuto conto del potere enorme che hanno i magistati. E’ singolare che un pm possa mettere in galera un avvocato solo su indizi, su cui poi deve intervenire la Cassazione. Ma come si fa ad agire con tanta leggerezza? Ah, si tratta di Patronaggio? Quello che vuole mandare in galera Salvini e spalleggiato dagli amici degli amici? Quello che è salito sulla nave dei clandestini e dove invece di arrestare i clandestini denuncia Salvini? Ah, ecco allora come si spiega…

ROUTE66

Mer, 03/06/2020 - 11:34

ECCO APPUNTO,COME DICEVO NEL"ALTRO ARTICOLO,GUAI A NON ESSERE DALLA PARTE GIUSTA,SCATTA SUBITO LA TRAPPOLA. E IL POPOLO ITALIANO DEVE ESSERE GIUDICATO DA QUESTI parenti serpenti

Papilla47

Mer, 03/06/2020 - 11:44

Ora che tutti i colleghi hanno capito come funzionava la giostra si faranno da parte e vi lasceranno scannare tra voi stessi.

killkoms

Mer, 03/06/2020 - 11:46

Quelli che vorrebbero fare la morale (giuridica) agli altri!

Ritratto di tomari

tomari

Mer, 03/06/2020 - 11:56

@perriv49- Si, ma la scritta è alle spalle dei cosidetti "giudici" perciò...

machimo

Mer, 03/06/2020 - 12:25

In galera con giudici corrotti!!!

SemprePiùBasito

Mer, 03/06/2020 - 12:26

Ho l'impressione che tanti processi dovrebbero essere rifatti. Per assoluzioni di corrente sinistroide. L'unica soluzione è quella di attuare il famoso "delenda est" quindi una piazza pulita senza guardare negli occhi nessuno. Ricostruirne una nuova pulita ed apolitica dove nel momento in cui si intraveda un bagliore di connessione con la politica entrambe le parti vengono recise.

Ritratto di ohm

ohm

Mer, 03/06/2020 - 12:29

Io di giurisprudenza ci capisco pocoperò NON CAPISCO COME CERTI PERSONAGGI SONO ANCORA IN STATO DI LIBERTA'! ALLORA E' VERO CHE L'ITALIA E' IN MANO ALLA MAGISTRATURA CHE HA FATTO E DISFATTO COEM HA VOLUTO....PRATICAMENTE SIAMO STATI SEMPRE PRESI PER IL CU.O DA CERTI PERSONAGGI ! ma è arrivata l'ora della riscossa....LI VOGLIAMO VEDERE TUTTI IN GALERA SENZA ''FACOLTA' DI NON RISPONDERE '' SENZA ''RITO ABREVIATO'' E CON IL POPOLO ITALIANO PER UNA VOLTA TANTO GIUDICE DI QUESTI AVVOLTOI!

silvano45

Mer, 03/06/2020 - 12:40

Questo personaggio continuerà a giudicare gli italiani e verrà promosso! Questa è la magistratura italiana sino ad oggi che gestisce la peggiore giustizia del mondo.Da oggi chi ha che fare con i giudici sa che la giustizia non è uguale per tutti.

Divoll

Mer, 03/06/2020 - 13:07

Chi la fa l'aspetti. Ah, la saggezza popolare.....

agosvac

Mer, 03/06/2020 - 13:41

Uno dei tanti, troppi, che in magistratura fa politica attiva di sinistra. Pagherà , come pagheranno tutti gli altri. Ancora c'è qualcuno onesto in magistratura, sono pochi ma persone molto valide, ed ora, dopo il fattaccio Palamara che ha coinvolto anche lo stesso Patronaggio, possono uscire allo scoperto senza tema di essere defenestrati. Arroganza, ho sempre detto, ma l'arroganza non paga più quando si viene scoperti.

ziobeppe1951

Mer, 03/06/2020 - 13:46

Che bella espressione da “intellettuale “ di sinistra

giancristi

Mer, 03/06/2020 - 14:11

L'autonomia della Magistratura fa dei magistrati un corpo autoreferente. Capita così che personaggi come Patronaggio (e non dico altro!) assumano una importanza spropositata. Finché non inciampano in una buccia di banana! Speriamo sia la volta buona per rimuovere questo infiltrato!

Ritratto di gian td5

gian td5

Mer, 03/06/2020 - 14:14

Toh!Ecco un altro soggetto che trova amara la medicina che somministra agli altri!

Abit

Mer, 03/06/2020 - 15:37

Che vengano "dimissionati". Mattarella è ora che parli chiaro!

rigampi1951

Mer, 03/06/2020 - 16:09

Mattarella basta, rifare subito il CSM

oracolodidelfo

Mer, 03/06/2020 - 16:59

Mi permetto rivolgere una supplica ai tanti Magistrati probi ed onesti: voi ai quali hanno fatto ingoiare rospi, voi che avete dovuto abbassare la testa davanti al Sistema Palamara, avete una irripetibile occasione per rialzare la testa e ridare Credibilità ed Onore alla vostra categoria. Gli italiani onesti sono al vostro fianco e, se necessario, non esiteranno a difendervi. Ricordatevi che il vostro non è un lavoro ma una missione e che maneggiate "materiale umano". W I MAGISTRATI ONESTI!

perriv49

Mer, 03/06/2020 - 17:10

Caro tomari hai perfettamente ragione.

rigampi1951

Mer, 03/06/2020 - 17:19

oracolodidelfo commento perfetto

MammaCeccoMiTocca

Gio, 25/06/2020 - 14:25

questo starebbe bene a fare il presidente della repubblica D E L C O N G O B E L G A

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Gio, 02/07/2020 - 18:37

Io credo nella magistratura e nel potere di infondere giustizia verso tutti i cittadini italiani:La legge è uguale per tutti",recita la frase dietro le spalle di ogni magistrato in ogni processo! Bene visto che "La legge è uguale per tutti " si applichi anche a coloro che hanno infranto il codice etico dei magistrati col quale erano vincolati col loro giuramento.