Elezioni politiche 2022

"Mai la patrimoniale". Il Cav stoppa Letta e la sinistra delle tasse

Berlusconi contro l'introduzione di nuove tasse: "Letta ha già annunciato di volere la patrimoniale sui risparmi e l'imposta sulle successioni. Noi non lo approveremo mai"

"Mai la patrimoniale". Il Cav stoppa Letta e la sinistra delle tasse

Le "pillole" del programma elettorale di Silvio Berlusconi stanno riscuotendo grande successo sui social, dove il Cavaliere ha deciso di concentrare la maggior parte delle energie in questa prima parte della campagna elettorale. Il leader di Forza Italia posta con cadenza regolare brevi video in cui per spiegare in modo semplice i punti del programma di governo parla direttamente agli utenti ed elettori per rendere i contenuti fruibili in qualunque momento. Una campagna 2.0 per il Cavaliere che ha deciso di impegnarsi ancora una volta in prima persona per trainare il suo partito nella cavalcata elettorale da qui al 25 settembre.

L'ironia caratterizza le clip del Cavaliere, che nel secondo appuntamento presenta il punto che stabilisce lo stop all'introduzione di nuove tasse. "Una pillola al giorno leva il medico di torno", spiega col sorriso Silvio Berlusconi, che poi aggiunge: "E noi diciamo: una pillola al giorno del nostro programma dovrebbe levare di torno i signori della sinistra". Cambiando espressione, poi, il Cavaliere si concentra sul punto: "Oggi parliamo di tasse. Il segretario del Partito democratico, Enrico Letta, ha già annunciato che vuole introdurre l'imposta patrimoniale sui nostri risparmi. E anche un'imposta sulle successioni. Al contrario, voi lo sapete, noi non approveremo mai, in modo assoluto, un'imposta patrimoniale sulla casa, che per noi è sacra. Un'imposta patrimoniale sui risparmi, un'imposta sulle donazioni e sulle successioni".

Questo punto è particolarmente importante per Silvio Berlusconi, che fin dalla sua discesa in campo nel 1994 ha ostacolato i tentativi della sinistra di aggiungere nuove tassazioni alle tasche degli italiani. Anche stavolta, il Cavaliere si oppone alla proposta di Enrico Letta di introdurre una Patrimoniale per rimpinguare le casse dello Stato e si rivolge direttamente agli elettori: "Se tu sei d'accordo, se pensi anche tu che il denaro guadagnato onestamente e già pesantemente tassato debba rimanere nostro, per i nostri figli e per i nostri nipoti, il 25 settembre devi andare a votare. E devi votare Forza Italia".

Nella "pillola" di programma precedente, Silvio Berlusconi aveva presentato agli elettori il punto relativo all'abbassamento delle tasse e alla flat tax al 23%, che ha l'obiettivo di alleggerire la pressione fiscale e, quindi, di combattere l'evasione, che rappresenta una vera piaga per i conti del Paese. Questa, secondo Silvio Berlusconi, è parte della ricetta per far ripartire il Paese, dando nuova spinta ai consumi e agli investimenti.

Commenti