"Non si perda il treno: le nostre merci non viaggiano con le ali"

"Non si perda il treno: le nostre merci non viaggiano con le ali"

nostro inviato a Torino

«Mi hanno chiesto cosa c'entrano gli artigiani con la Tav. Ma come pensano che viaggino le nostra merci? Con le ali?» Giorgio Merletti, presidente di Confartigianato esprime bene l'assenza di distanze o barriere tra grandi e piccole imprese. Quelle finte barriere che i Cinque stelle hanno inventato per la propaganda contro i grandi prenditori e la politica a favore delle piccole imprese indifese. «Il nostro export continua Merletti viaggia per il 61% su gomma e rotaia. E si tratta di prodotti di qualità, italiani, che ci comprano in tutto il mondo». Basta ragionare in termini di dimensione. Sono concetti superati in un mercato dove per competere servono qualità e infrastrutture, dice Merletti. Che poi manda un messaggio chiaro: «Il governo del cambiamento dovrebbe realmente cambiare. E se vogliono fare qualcosa di nuovo facciano uno studio per modernizzare il Paese. Ma nel frattempo non si può fermare quel poco che si sta già facendo. Non possiamo perdere un treno come quello della Tav. Non ci possiamo permettere di decrescere. Per questo siamo qui oggi: per lanciare un messaggio politico alla politica».

Commenti