Politica

"Irresponsabili". Berlusconi e Salvini chiudono ai 5S

Con una nota congiunta da parte di Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, il centrodestra di governo si dissocia dall'irresponsabilità del M5s

"Irresponsabili". Berlusconi e Salvini chiudono ai 5S

Negli ultimi giorni, i contatti tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini sono stati costanti. Lo strappo di Giuseppe Conte dal governo Draghi preoccupa i leader del centrodestra di governo, che fanno fronte compatto davanti alla volubilità e all’irresponsabilità del Movimento 5 stelle. Il segretario della Lega e il leader di Forza Italia si sono sentiti più volte al telefono e lavorano a stretto contatto e in sintonia. Nell'ultima nota congiunta diramata, spiegano quali saranno i prossimi passi da compiere per risolvere una crisi che rischia di essere devastante per il Paese.

"Lega e Forza Italia prendono atto della grave crisi politica innescata in modo irresponsabile dai Cinquestelle che, come ha sottolineato il Presidente Mario Draghi, 'ha fatto venir meno il patto di fiducia alla base dell’azione di governo'", si legge nel comunicato diffuso al termine dell'ultima telefonata tra Silvio Berlusconi e Matteo Salvini. "Dopo quello che è successo, il centrodestra di governo vuole chiarezza e prende atto che non è più possibile contare sul Movimento 5 Stelle in questa fase così drammatica", si legge ancora nella nota. Forza Italia e Lega sottolineano di essere "alternativi a chi non vota miliardi di aiuti alle famiglie, a chi si oppone a un termovalorizzatore fondamentale per ripulire Roma e tutelare così milioni di cittadini, a chi difende gli abusi e gli sprechi del reddito di cittadinanza, a chi sa dire solo dei No".

Per questo motivo, spiegano Silvio Berlusconi e Matteo Salvini, "ascolteremo con rispetto e attenzione le considerazioni del presidente Mario Draghi, che ha reagito con comprensibile fermezza di fronte a irresponsabilità, ritardi e voti contrari. Il centrodestra di governo continuerà a difendere gli interessi degli italiani con serietà e coerenza, non avendo certamente timore del giudizio degli italiani".

In giornata, Silvio Berlusconi ha avuto un colloquio telefonico anche con Lorenzo Cesa, segretario dell'Udc, in merito alla crisi di governo. Il Cavaliere è impegnato a tener salda l'alleanza governativa di centrodestra in vista delle comunicazioni del presidente del Consiglio, che mercoledì arriverà alle Camere per una verifica di maggioranza, che parlamentarizzerà definitivamente la crisi. In questo modo, il M5s verrà richiamato formalmente alle proprie responsabilità.

Commenti