Ora esplode l'atomo della Bonino

L'ex ministro spara a zero su alcuni ex colleghi di partito: "Non partecipo a questo gioco al massacro e me ne vado da sola a testa alta"

Ora esplode l'atomo della Bonino

Terremoto dentro +Europa: Benedetto Della Vedova, attuale sottosegretario agli Esteri, decide di rinunciare alla sua leadership, mentre Emma Bonino sceglie di abbandonare direttamente il partito.

Tormentata da correnti e divisioni interne, evidentemente profonde ed inconcliliabili, la compagine europeista perde uno dei suoi pezzi più pregiati: "Vado via a testa alta, fiera di quello che abbiamo fatto, non infangherete il mio nome", affonda l'ex rappresentante di spicco dei Radicali in videoconferenza durante l'assemblea. "Non partecipo a questo gioco al massacro e me ne vado da sola a testa alta". Critica nei confronti del documento con cui alcuni membri della compagine hanno chiesto di silurare il segretario Della Vedova ed i vertici del partito, l'ex ministro non ha usato giri di parole: "Ci sono insulti con termini che non vorrei ripetere, sulle chat, in tutti i modi possibili e immaginabili. Non voglio più starci, ma immagino non sia un problema per nessuno dal momento che sono nella schiera degli incompetenti e ignoranti".

"La vostra cupidigia è senza limiti", affonda ancora l'ex leader dei Radicali, che evidentemente ha tanti sassolini dalle scarpe da togliersi"ma è a disposizione non vi preoccupate. Se la nuova leadership si presenta con queste credenziali di epurazione io fossi in voi ci penserei un po'. Me ne vado a testa alta prima che mi facciate fuori voi". Sulla stessa linea d'onda anche l'attuale sottosegretario agli Esteri nonché segretario della compagine europeista. "Vi libererete di un altro 'incompetente', Benedetto Della Vedova, e di tutta la sua cricca, come la chiamate". Vista la violenza degli attacchi subiti, la Bonino non esclude neppure l'ipotesi di lasciare anche il seggio al Senato. "Mi basta un segnale prima del congresso che il seggio del Senato vi viene restituito così come l’ho ottenuto. Voi riuscite a cacciare con ignominia per qualche leggerezza una persona infangandone la storia, l’immagine. Non mi resta che augurarvi buona fortuna e chiedervi se potete non disprezzare quello che ho fatto fin qui. Se lo farete lo stesso ho le spalle larghe", conclude.

Dopo l'invettiva in diretta della collega di partito, anche lo stesso segretario ha fatto conoscere la sua posizione, utilizzando Facebook. "C'è stata, nelle diverse sessioni dell'assemblea degli scorsi mesi, un'escalation di tensione interna che ha portato oggi Emma Bonino ad annunciare in queste condizioni il suo abbandono del partito. È un'escalation che sento il dovere di interrompere, consentendo che la parola torni ai nostri iscritti il più presto possibile".

Inevitabile, quindi, l'abbandono del ruolo di segretario. Una soluzione forse temporanea, dato che Benedetto Della Vedova annuncia di volersi ricandidare. "Rassegnerò quindi le mie dimissioni da Segretario, atto che prevede automaticamente la convocazione di un nuovo Congresso entro tre mesi", spiega il sottosegretario. "Il partito è dei suoi iscritti e a loro intendo, allo stato dei fatti, sottoporre di nuovo la mia candidatura per la Segreteria". Nel frattempo la leadership di +Europa passa nelle mani del presidente Simona Viola.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti