Ora i transfughi di Denis sono sempre più inutili

Il gruppo di Ala si allarga e conta 12 senatori, ma rischiano di non contare nulla

Roma - È molto, Linea Notte del Tg3 sta per terminare quando Nunzia De Girolamo, l'ex ministro da poco ritornata in Forza Italia, enuclea il proprio ragionamento politico. Il governo Renzi, in buona sostanza, si regge su tre alleanze: quella tra la maggioranza e la minoranza del Pd, quella con l'Ncd di Alfano e «la terza alleanza con Verdini, la new entry, un'alleanza a gettone per raggiungere i 15 senatori necessari per approvare la riforma costituzionale».

Nemmeno il tempo di terminare che Stefano Bonaccini, governatore dell'Emilia Romagna e soprattutto renziano doc, la interrompe. «A me di Verdini e D'Anna interessa poco perché quando si conteranno i numeri dell'approvazione delle riforme costituzionali ci si accorgerà che non sono determinanti», afferma categorico. De Girolamo insiste sull'equivoco di un Pd che, comunque, dovrà spiegare ai propri elettori l'importanza di avere al fianco parlamentari che un tempo erano al fianco del nemico Berlusconi. Bonaccini si irrita ancor di più. «Verdini e D'Anna non sono determinanti per questo governo», sbotta aggiungendo che «chi deve spiegare non è certo il Pd», alludendo al fatto che Forza Italia sia venuta meno all'accordo del Nazareno (trascurando, però, le ripetute buggerature di Renzi al Cav).

La sicumera di Bonaccini, però, non è una quisquilia. Dopo l'intesa ritrovata all'interno della direzione Pd tra il premier e la minoranza guidata da Pier Luigi Bersani (e messa nero su bianco con i tre emendamenti al ddl Boschi), il gruppo Ala di Denis Verdini ha una rilevanza minore, molto minore. Secondo i conti che si fanno a Palazzo Madama, l'accordo piddino vale 111 voti favorevoli (al momento sono solo tre i senatori che dovrebbe persistere nel «no»). A questi si aggiungeranno i 35 di area Popolare, i 14 delle Autonomie, tre di Gal (Naccarato, Davico e D'Onghia) e cinque del Misto (gli ex M5S Bencini e Romani, la coppia Bondi-Repetti e il sottosegretario Della Vedova). Il totale fa 168 e potrebbe rimpinguarsi anche con qualche senatore a vita, Ma già con questa consistenza numerica, la riforma avrebbe l'ok dell'aula poiché la maggioranza è di 161.

Insomma, i dodici laticlavi confluiti sotto l'Ala di Verdini rischiano di recitare la figura degli «utili idioti» (copyright di De Girolamo ieri a Linea Notte ). Una residua speranza di contare qualcosa sussiste: la decina di ribelli alfaniani potrebbe tentare il colpo grosso. A Denis non resta che sperare...

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

veromario

Gio, 24/09/2015 - 08:23

ecco un altro bel personaggio che di sicuro risolverà i problemi dell'Italia,intanto penza solo ai suoi,siamo messi bene,questi per una poltroncina vendono pure la mamma.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 24/09/2015 - 08:25

proprio vero! i verdiniani non contano, lo affermano persino quelli del PD, figuriamoci noi che non li abbiamo nemmeno trattenuti! volevano andare? li abbiamo lasciati andare. ora si attaccheranno al tram! loro, e il PD!!

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 24/09/2015 - 08:28

L'inutile "massone" ..

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Gio, 24/09/2015 - 08:48

Il Senato è peggio di una porcilaia!

cangurino

Gio, 24/09/2015 - 09:41

Verdini, chi è costui? Da Wikipedia: "Dopo la vittoria delle elezioni da parte di Forza Italia diventa "forzista" e si candida alle consultazioni regionali del 23 aprile 1995". Era PRI, FI vince, salta sul carro del vincitore e diventa forzista. Nel tempo, evidentemente, non cambia strategia politica: il salto della quaglia rende. Berlusconi lo apprezza moltissimo, come Alfano e le altre quaglie, il resto è storia.

i-taglianibravagente

Gio, 24/09/2015 - 09:44

E bravo Denis, il grembiulino che si abbassa a fare caporalato di bassissimo livello per renzi...chge spettacolo triste vedere verdini e d'anna rovistare in tutti i cassonetti a "gloria" del bomba.....

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Gio, 24/09/2015 - 09:48

Che tempismo la De Gerolamo! Si è trasferita nell'altra parte politica giusto in tempo per subire una sconfitta.

luigi1947

Gio, 24/09/2015 - 10:09

Mi auguro che questa losca figura ( verdini) di "intrallazzatore professionista" sparisca per sempre dalla scena politica !

trapa2968

Gio, 24/09/2015 - 10:09

Bene che se ne vanno, ripeto Berlusconi a bisogno di gente comune non di gente già logorata dal bisogno sempre di più della poltrona, per vivere. Grillo che non vale nulla sia a livello imprenditoriale che di politica, almeno è stato furbo e cavalca l'onda del ceto medio, berlusconi deve parlare dei problemi del ceto medio e dei imprenditori, uno a bisogno dell'altro.

giovanni PERINCIOLO

Gio, 24/09/2015 - 10:19

Persino togliatti, il "migliore" per definizione, credo che si stia rivoltando nella tomba nel vedere la sacra "carta" modificata a base di "maggioranze" dello 0,5%!!!! Vergognatevi!

swiller

Gio, 24/09/2015 - 10:30

Delinquenti parassiti e poltronari.

Rossana Rossi

Gio, 24/09/2015 - 10:35

E poi ci si meraviglia se la gente non va a votare..........

unosolo

Gio, 24/09/2015 - 10:39

lo hanno sempre fatto , certo mai cosi numerosi , questo vuol dire che amano i soldi e fuori dal parlamento neanche chiedendo l'elemosina riuscirebbero a ricavare soldi per uno spuntino , vergogna infinita , saltano come i grilli .,.,

Marcobaggio

Gio, 24/09/2015 - 10:54

Io non mi meraviglio se la gente non vota più,anzi la ritengo l'unica soluzione possibile per sotterrare questi parassiti di politici infingardi e bugiardi.Da qualunque parte politica arrivino,compresi i sepolcri imbiancati del M5 stelle.

bruna.amorosi

Gio, 24/09/2015 - 11:00

lasciateli fare si vanteranno di aver distrutto quella parte politica che li aveva innalzati su quelle seggiole . bene domani si faranno tanta compqgnia insieme ai loro predecessori . ,che proprio loro avevano avvisato della fine che avrebbero fatto . poveri scemi non lo sanno che a sinistra non si entra se non hai l'anima nera . ma foderata di rosso sangue umano . Auguri .

beale

Gio, 24/09/2015 - 11:03

ineffabile Denis!!! un'altra delle cotte prese da Berlusconi. Renzi e Berlusconi credevano che Denis fosse l'intermediario del patto del Nazareno invece giocava per sé.

buri

Gio, 24/09/2015 - 11:10

visto che siamo in tema di modifica costituzionale, sarebbe il caso di cambiare quella norma che stabilisce che il parlamentare non è legato al mandato introducendo l'obbligo di rispettare il mandato ricevuto e l'obbligo di dimissione per chi cambia parere, con oltre a l'espulsione d'ufficio, di sanzioni pecunarie per chi non si adegua

Ritratto di dlux

dlux

Gio, 24/09/2015 - 11:40

Quando dicevo che Berlusconi si era circondato di soggetti poco raccomandabili eravamo ancora in tempo per salvarci dal baratro. Ora il danno è irreparabile e i topi scappano. E' normale. Quello che non sarà normale sarà accoglierli a braccia aperte quando chiederanno di ritornare.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Gio, 24/09/2015 - 11:49

Si tratta di capire se il termine "transfughi" è il più corretto o se è meglio definirli "migranti" o "clandestini". Considerata la guerra in atto da mesi in F.I. sarei propenso a definirli migranti.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 24/09/2015 - 13:25

Utili o inutili sono lì e questo fatto deve valere per sempre. Non sono fuori soltanto fa FI, sono fuori dal centro destra. Vadano con il PCI-DC-PD, se li vogliono.

giottin

Gio, 24/09/2015 - 13:39

#Luigi Morettini. Non è vero, il senato è peggio di un puttanaio! Diamogli una lezione: nessuno vada più a votare.

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Gio, 24/09/2015 - 14:17

Quando si dice: l'istinto grillino da fuoriuscito!....la comicità politica non è solo prerogativa del M5S. FI è un serbatoio di scelte berlusconiane sbagliate, anche il leader maximo forse deve ancora capire se sta ancora con Renzi oppure no...

Borbone

Gio, 24/09/2015 - 22:50

Che dire, che almeno la De Girolamo ha avuto il coraggio di ribellarsi alla Dittatura del PD ed è tornata nella Democrazia, anche se non l'ho mai votata come non ho mai votato F.I. però debbo dire Onore alla Signora De Girolamo, invece dico ai Traditori e ai voltagabbana che per la poltrona si farebbero I........E sia loro che i, mi taccio a Napoli si dice che sono !!!!!!!!!!!!!.