"È ora di odiare": ecco come Saviano vuole tornare in campo

In una intervista rilasciata a L’Espresso lo scrittore Roberto Saviano ha spiegato che "non basta più rintanarci dentro i buoni modi, la buona educazione" ed ammette di provare odio anche verso i falsi amici

Il tempo del buonismo, per modo di dire, per Roberto Saviano è finito. Ad annunciarlo è lo scrittore campano che, così, ha deciso di rinnegare quella che per molti anni è stata la sua linea morale e politica, che gli ha dato gloria e lustro. Ora è giunto il tempo di odiare. Sì, è proprio questo il termine usato da quello che fino a pochi giorni fa era il guru della sinistra progressista e radical chic. Perché di nascondere i sentimenti Saviano proprio non ce la fa più. Ed è lui stesso ad ammetterlo. Non solo odio contro i nemici, nascosto in malo modo in questi anni, ma anche verso quelli che considera finti amici che tramano nell’ombra contro di lui.

Ci fu un tempo in cui lo scrittore era venerato quasi come un dio dall’intellighenzia rossa. Tra un trasmissione di Santore ed una di Fazio dava lezioni di vita a tutti. Addirittura qualcuno si augurava come guida del Pd proprio il maestro Saviano. Il tempo passa e le cose cambiano. Lo scrittore poco alla volta ha perso il suo "fascino", le persone si sono stufate di lui, gli ascolti sono calati. E poco alla volta i fedeli del "savianismo" si sono allontanati dal sommo. Saviano è tornato a scrivere di camorra, con un certo successo. Ma lui non si accontenta. Forse gli piacerebbe buttarsi a capo fitto in politica. Se il capitolo Pd è chiuso magari ne potrebbe aprire un altro con qualche partito rigorosamente più a sinistra dei dem.

Come ricorda La Verità, nei prossimi giorni uscirà il volume per Bompiani intitolato "Gridalo": in sostanza si presenta come una collezione di scritti impegnati e militanti. L'arrivo del tomo in libreria è stato anticipato da una lunga intervista che il buon Roberto ha rilasciato a Marco Damilano sull'Espresso. E la chiacchierata riserva una grande sorpresa: la nuova linea politica dello scrittore è riassumibile con "odio". "Gridare significa prendere parte", ha spiegato Saviano che con orgoglio rivendica di avere mandato "a cagare" il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, perché "non basta più rintanarci dentro i buoni modi, la buona educazione".

Pare di capire che secondo Roberto la sinistra, per rinnovarsi, deve diventare più cattiva. "Basta con le prediche contro l'odio. Io, per esempio, sento di odiare tantissimo", ha ammesso lo scrittore. Qualcuno in verità se ne era accorto da tempo. "Devo disciplinarmi- ha continuato- per non far emergere in pubblico un odio che provo in modo assoluto. Io odio chi mi ha fatto del male. Odio quelli che stanno dalla mia parte ma poi mi pugnalano alle spalle perché mi detestano".

Nei fatti nel corso del tempo Saviano ha fatto discorsi contro l’odio. Nel suo mirino in particolare Matteo Salvini, anche se il suo discorso era rivolto a tutta quella parte politica lontana dalle idee progressiste e pro-immigrazioniste. Quasi un anno fa era lo stesso Saviano a scrivere su Twitter:"L'odio verso Liliana Segre è responsabilità di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. [...] A lei vogliamo somigliare e non a chi avvelena l'Italia con parole di intolleranza e odio". La sinistra, a cominciare proprio da Saviano, ha sempre condannato l’odio a parole, presentandolo come caratteristica principale della destra e non solo. Eppure, in un certo modo, i progressisti attaccano con furore chiunque non la pensi come loro. Basta davvero poco per essere additato come fascista, razzista, xenofobo, populista, omofobo, bigotto e altro. L’illustre scrittore chiamava Salvini "il ministro dell'inferno", sostenendo di fatto che chiunque si opponga all'immigrazione di massa sia cattivo. Ora Saviano parla pubblicamente di odio. Un sentimento che forse ora gli conviene.

Nella sua intervista lo scrittore chiarisce ulteriormente il concetto: "Non credo che la strada da seguire sia la gentilezza. È ora di dire basta: basta con il mondo mediatico che ospita il peggio, con giornali che hanno fatto cose ignobili, dossieraggio e istigazione al razzismo, che hanno perso qualsiasi autorevolezza, ma vengono tenuti al tavolo perché deve esserci tutto, anche la quota della merda".

C’è da preoccuparsi per la "chiamata" all’odio di Saviano. Questa presa di posizione non è una bella prospettiva per un’Italia scossa da tensioni politiche e sociali provocate dall’emergenza sanitaria e dalla crisi economica che ne è conseguita.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

carlo dinelli

Mar, 03/11/2020 - 10:32

Scrittore questo soggetto? Come no....allora io sono Alì Babà. Il copia incolla in questione ogni tanto tenta di riacquistare popolarità (?), ma ho l'impressione che neanche quelli di sinistra lo sopportano più

pedromas

Mar, 03/11/2020 - 10:40

ogni tanto si fa vedere e sentire purtroppo

amedeov

Mar, 03/11/2020 - 10:42

Ma la sinistra da ancora voce a questo personaggio?

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 03/11/2020 - 10:43

Saviano, un brillante giornalista, ma con il difetto di essere troppo di sinistra. Ieri ha detto che “è ora di odiare”. Ora lo dice, ma lo ha sempre fatto, soprattutto verso Salvini.

Viktor1

Mar, 03/11/2020 - 10:44

Capo Copione...torna in Israele o a Ny

DRAGONI

Mar, 03/11/2020 - 10:50

ORA E' RIDOTTO A TROVARE OSPITALITA' NELL'ESPRESSO, POVERINO.

Ritratto di ANGELO LIBERO 70

ANGELO LIBERO 70

Mar, 03/11/2020 - 10:51

@amedeov... veramente è la destra che da ancora voce a Saviano, non perdendo occasione di gettare fiumi di inchiostro per screditarlo... uno scrittore in prima linea contro la camorra... forse a qualcuno questo non piace...

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 03/11/2020 - 10:55

Questa volta Saviano mi piace. Sono mesi, per non dire anni, che affermo l'esigenza di un cambio di passo e di prospettiva metadistruttiva nella politica italiana. Insomma è tempo di mettere da parte l'insulsa ipocrisia e di rivelare, manifestare, il proprio odio verso gli altri che vanno considerati opportunamente come nemici, specialmente quelli della parte politica avversa. A sinistra, giustamente, già lo stanno facendo, proprio perchè avvertono la tensione e l'esasperazione crescere nel paese. Solo a destra si rilevano gli ottusi che s'illudono di stare in un paese del "siamo tutti fratelli, vogliamoci tutti bene". Patetici e fuori dal mondo questi del moderatume: non si rendono conto che la degenerazione sociale, generata dalla Legge della Giungla, avanza senza ostacoli.

Ritratto di Leonardo78

Leonardo78

Mar, 03/11/2020 - 10:59

Già prima era cosa saggia odiare: il lassismo, il buonismo, la falsità, la cattiva informazione, la demagogia, l'insulto e altre cose che saviano ama.

Indifferente

Mar, 03/11/2020 - 11:05

Odio, un termine connaturato alla sinistra. Ipocritamente tenuto nascosto, ma vera colonna portante di quel mondo. Odio, invidia e violenza. Tutti tratti caratteristici della vera sinistra.

routier

Mar, 03/11/2020 - 11:10

A dispetto dei Santi, non odio ne Saviano ne "similia" (e sono tanti), mi limito a riservare un angolo dello sgabuzzino della spazzatura per riporre il loro ineffabile pensiero.

honhil

Mar, 03/11/2020 - 11:17

E così sia. A brevissimo, allora, da Che Tempo Che Fa, Roberto Saviano e Fabio Fazio, archiviando il periodo del buonismo dal quale bersagliano sempre e comunque i politici dell’altra sponda politica, apriranno il periodo dell’odio: e c’è da scommettere, sicuri di vincere, che da quelle bocche di fuoco partirà ad altezza d’uomo un mitragliare incessante, sempre e comunque, contro la parte politica che sta (indovina indovinello) proprio sulla sponda opposta dei loro amici di partito.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 11:20

Si è fumato il cervello,e San Gennaro non lo aiuta piu.

jacaree1

Mar, 03/11/2020 - 11:23

va bene via, archiviamo anche questa fino al prossimo cambio di passo o al prossimo idolo radical chic

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 11:23

Una bordata al giornale:per quale motivo insistete a pubblicare le misere idee di questo scrittore da strapazzo che non fa altro che odiare e dividere le persone anziché valorizzarle?

Santorredisantarosa

Mar, 03/11/2020 - 11:25

PERFETTO ORA INCOMINCIA AD ODIARE CHI ODIA LA TUA PATRIA E LA VUOLE CONSEGNARE AI NOSTRI NEMICI. VEDI NIZZA E VIENNA. ORA RAGIONI BENE.

Santorredisantarosa

Mar, 03/11/2020 - 11:26

NEGLI ULTIMI DUE ANNI QUANTI LIBRI HAI SCRITTO E SU QUALI ARGOMENTI.

Giorgio Colomba

Mar, 03/11/2020 - 11:30

In effetti per l'argomento in questione servono professionisti.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Mar, 03/11/2020 - 11:32

Se ne sentiva la mancanza? Da me no di certo.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 03/11/2020 - 11:42

È arrivato il tempo di odiare? Finora non ha fatto altro. E poi,diciamolo, è tipico dei komunisti odiare gli avversari politici,veri nemici,da abbattere in tutti i modi. Ma con questa dichiarazione,chi crede di essere,un superuomo,un essere perfetto,la verità indiscutibile? È soltanto un ologramma creato dalla sinistra,che avrebbe dovuto dissolversi già da tempo.

leopard73

Mar, 03/11/2020 - 11:46

Specchiati prima di parlare komunista dalla testa VUOTA!!!!

Ritratto di franco_G.

franco_G.

Mar, 03/11/2020 - 11:47

Odio a corrente alternata: lo può fare solo lui e contro chi gli pare e piace. Incommentabile....

ondalunga

Mar, 03/11/2020 - 12:03

@Alsikar: ma attaccare il cervello prima di scrivere boiate è troppo difficile ? Se invertissi destra con sinistra nel tuo post forse ti darei anche ragione.

Enne58

Mar, 03/11/2020 - 12:04

Mah! Detto da un odiatore che dice ad altri odiatori " basta con le buone maniere" mi sembra un controsenso. Come si cade in basso per avere un po' di notorietà perduta

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 03/11/2020 - 12:12

Saranno arrivati a lui i veri sondaggi delle intenzioni di voto, e allora allerta la macchina del soccorso rosso, sparando a vanvera, copme suo solito.

justic2015

Mar, 03/11/2020 - 12:25

Ancora questa pernacchia in giro in cerca di cosa non a ancora capito questo nulla che non interessa a nessuno di quello che il nulla pensa o dice .

ilbelga

Mar, 03/11/2020 - 13:28

caro Saviano, si vede che Lei non è cosi preparato come vorrebbe far credere su quello che sta predicando. Io per esperienza personale sono stato odiato (non sono fasssssista, ne ebreo) da i suoi sostenitori comunisti. E sa perché: "semplice, non la pensavo come loro, e ogni volta che l'azienda mi premiava, venivo etichettato come "lecchino". Adesso veda Lei, cosa dovrei dire io allora vedendo in giro questi pseudo compagni che guadagnano fior di quattrini solamente per scaldare le poltrone sotto il loro sedere???

zadina

Mar, 03/11/2020 - 13:48

Non ho mai letto e mai leggerò un libro scritto da SAviano a mio modesto parere SAviano è un diffusore di ODIO è non lo considero uno scrittore, ma un politicante pieno di ODIO da scaricare contro l'umanità, è il nulla che cerca di farsi spazio nella comunità.

timoty martin

Mar, 03/11/2020 - 14:02

Perchè dare ancora spazio a questo incapace, ipocrita personaggio che cerca solo personale pubblicità?

steacanessa

Mar, 03/11/2020 - 14:11

Basta citare questo ignobile plagiaro.

vocepopolare

Mar, 03/11/2020 - 14:43

un giornalista contro la camorra è stato Giancarlo Siani,un vero eroe schieratosi contro uno dei più potenti clan del napoletano ed ucciso per un suo articolo apparso sul giornale napoletano. Il ricordo del barbaro omicidio di Siani deve far comprendere a chi ancora non lo avesse capito che la camorra colpisce inesorabilmente sempre chiunque si mettesse di traverso contro ,mentre poco o niente se ne cura di trascrive atti giudiziari noti e stranoti.

pushlooop

Mar, 03/11/2020 - 14:47

Questo soggetto continua a pontificare? Sicuramente è più bello che intelligente

d'annunzianof

Mar, 03/11/2020 - 14:50

Quello che e` sempre stato; si e` solo scoperto per quello che e` veramente, il classico sinistro che odia tutti quelli che non la pensano come lui, a cominciare dalla democrazia

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 03/11/2020 - 15:09

...."1984"....

venco

Mar, 03/11/2020 - 15:21

L' Odio è caratteristica di Saviano e dei sinistri.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 15:31

Zagovian Mar, 03/11/2020 - 15:09 ...."1984".... Purtroppo siamo già in fase avanzata.

DAZG

Mar, 03/11/2020 - 15:46

Fate pena..una pena vergognosa, quasi repulsione,vedere dall'estero l'ignavia al límite della vigliaccheria che non è che un'atro segno che questo rimpasto artificiale Italia non esiste come nazione e tanto meno patria. Fra pochi lustri però si avrete un'identità comune, piú vicina all'africa. Intanto Salvini continuerá con le vacanze al sud y la romana meloni fará la convenieza sua e dintorni.E Saviano, Conte, Di Maio, Napolitano, Mattarella e compagnia continueranno a comandare, e il nord mansueto e suicida ad obbedire...

maurizio-macold

Mar, 03/11/2020 - 15:59

I veri odiatori seriali sono i giornalisti di questo quotidiano ed i suoi assidui lettori. Il Saviano non fa altro che manifestare le proprie opinioni.

haaland

Mar, 03/11/2020 - 16:05

Lui odia il nord, non solo Italiano ma, dell'europa. E ama il sud, italiano(il suo aspetto peggiore ndr)e del mondo, africano e islamico, a prescindere. Non a caso il terrorismo non c'entra nulla con l'islam e la mafia nigeriana non esiste…...

filgio49

Mar, 03/11/2020 - 17:36

Se la sinistra continua a dare voce a questo sinistro personaggio senza mai dissociarsi, vuol dire che e' complice e magari lo sovvenziona anche...

Ritratto di Adespota

Adespota

Mar, 03/11/2020 - 17:56

Ho impiegato del tempo, ma alla fine ho capito quale sia il legame tra un giornalista eroe indifeso che si occupava di camorra come Giancarlo Siani e un giornalista e scittore ( r volutamente omessa) che ha narrato la camorra: la lettera S iniziale.

frabelli1

Mar, 03/11/2020 - 17:57

Dev’essere in uscita qualche suo grande libro

Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Mar, 03/11/2020 - 18:36

Questo patetico cialtrone non ha mai smesso di odiare neanche per un solo minuto in vita sua

Calmapiatta

Mar, 03/11/2020 - 19:14

Questo è il momento di rendersi conto che per troppi anni si è data parola a mezze figure scambiate per grandi politici o intellettuali di vaglia. Questo è il momento di ripudiare il passato e tornare a usare il cervello.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Mar, 03/11/2020 - 19:46

maurizio-macold Mar, 03/11/2020 - 15:59 Con questa sparata ti sei bruciato la carriera di perfetto troll.

OutsideViewer

Mer, 04/11/2020 - 11:23

Per Saviano è sempre stata l'ora di odiare. Mi sarei meravigliato piuttosto se avesse scoperto la moderazione, ma, ahimè!, proprio no! Infatti non ho mai letto fino ad ora un suo articolo le cui parole non fossero di fuoco, intrise di odio puro. La sua non è una nuova linea di azione, ha solo gettato la maschera che, in effetti, non gli è mai servita. Non era abbastanza grande a coprirgli il volto ed ora, si scopre, gli dava solo fastidio. Purtroppo non è l'unico ad essere così a sinistra, dove sembra che la moderazione valga per tutti tranne che per gli avversari, o meglio "nemici" politici. Finché non riporteremo i toni della discussione politica alla moderazione, non faremo altro che procurare danni al Paese. La politica si polarizza, e le masse si polarizzano e la politica, per acquisire nuovo consenso, deve seguire la corrente, in un vortice che ci avvilupperà tutti e ci porterà alla rovina.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 04/11/2020 - 11:37

Non è arrivata l'ora di odiare per Saviano, come riportato nel titolo, ma come tutti i suoi compari comunisti ha sempre odiato.

ciccio_ne

Mer, 04/11/2020 - 14:05

il solito copista: La Segre ha ammesso di non aver perdonato? E lui copia la signora sulla strada del nonbuonista. Non una volta che avesse espresso un proprio pensiero. Voto: 0

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 04/11/2020 - 14:16

Macold, e vai a farti una passeggiata, respira, cosi ti si snebbia il cervello intorpidito dalla malafede komunista e trinariciuta. Saviano espone il proprio punto di vista. Se, invece, lo fa il Giornale o lo fanno i suoi lettori, (non i detrattori) questi sarebbero odiatori seriali. Ma resettati!!

zadina

Mer, 04/11/2020 - 16:06

L'odio ha sempre dominato nei simpatizzanti di sinistra e Saviano come tale non fa eccezione, è nel loro D.N.A ce hanno ricevuto dai loro predecessori padri fondatori COMUNISTI, Lenin e Stalin il buon sangue non mente mai prima o poi si manifesta, ed ecco che Saviano crea il suo trionfo di vergogna.

Savoiardo

Mer, 04/11/2020 - 17:42

Che ridere nei media il covid19 ha cacciato la Shoah

Ritratto di falso96

falso96

Mer, 04/11/2020 - 18:21

Instabilità mentale, non oso immaginare se fosse al potere. Kempeitai

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 04/11/2020 - 18:30

@maurizio-macold - dici: "il giornale, i giornalisti e i suoi assidui lettori?" Quindi sei tu, compresi i tuoi compari comunisti, siete sempre qui a provocare, a dimostrare odio, a dire fesserie... In tal caso posso darti ragione, solo in quel caso. Rileggiti.

Ritratto di micheleciaramella2

micheleciaramella2

Gio, 05/11/2020 - 17:25

Vive alla grande con i nostri soldi dispensando patenti di antimafia. Mi ricorda il grande Sciascia che persone simili le chiamava "I Professionisti dell'Antimafia" Questo personaggio ne fa parte di diritto... è uno di loro. Cordialità

baio57

Gio, 05/11/2020 - 19:25

Saviano chi ?

giulio1963

Ven, 06/11/2020 - 15:29

L'odio è sempre stato di sinistra. Avete mai visto scritti sui muri messaggi di morte e/o minaccia contro Zingaretti, Conte, Di Maio ecc. come è accaduto nei confronti di Salvini? Qualcuno ne ha mai bruciato il fantoccio davanti alle Università?

FlyingV

Ven, 06/11/2020 - 17:33

sentimento ricambiato