Orlando: "La sanità torni alle Regioni". ​Salvini: "Non sa quel che dice"

Il vicesegretario del Pd Andrea Orlando sottolinea la necessità "di un ritorno delle competenze sanitarie allo Stato centrale”. Salvini replica: "Non sa quello che dice" e spiega che hanno fatto tutte le Regioni

"Dopo la crisi bisognerà iniziare a ragionare, traendo una lezione da quanto successo, e pensare se sia il caso di far tornare in capo allo Stato alcune competenze come la Sanità”. A dirlo è il vicesegretario del Pd Andrea Orlando che, in un’intervista alla Stampa in cui, ribadisce la necessità "di un ritorno delle competenze sanitarie allo Stato centrale”.

Orlando ritiene sia difficile gestire la sanità "con 20 regioni che parlano 20 lingue diverse" in quanto "20 sistemi sanitari creano disuguaglianze”, ma precisa che il suo è "un discorso di sistema da fare con calma dopo”. L'ex ministro della Giustizia, poi, passa all'attacco del settore privato che "si è preso i pezzi più remuneranti, lasciando sulle spalle del pubblico le rianimazioni”.

Prontamente è arrivata la replica del segretario della Lega, Matteo Salvini che, in una diretta Facebook, ha tuonato contro le parole di Orlando:"Quando il vicesegretario del Partito democratico dice la prima riforma che faremo dopo il virus è ri-centralizzare tutta la sanità nelle mani dello Stato, non sa quello che dice". La verità, secondo il leader del Carroccio, è che se gli ospedali di tutta Italia "avessero dovuto aspettare o dovessero aspettare le forniture, i materiali, il supporto dello Stato, staremmo parlando di qualcosa di molto, molto, molto peggiore" e, pertanto, ha chiesto di lasciare liberi i sindaci e i governatori di fare il proprio lavoro. Salvini ha, inoltre, difeso il sistema sanitario l'operato del governatore Attilio Fontana: "La Regione Lombardia - ha ricordato - in pochi giorni ha creato 1.000 posti letto. Le mascherine fornite dallo Stato sono state un milione, quelle che la Regione Lombardia si è procurata da sola sono dieci milioni". E ancora: "È così anche per i ventilatori, la Regione è stata più efficiente". Salvini ha ricordato che in Lombardia 4 milioni di mascherine attendono ancora di ricevere il 'bollino blu' dall'Istituto superiore di Sanità di Roma "ma - si chiede - sono mascherine testate dal Politecnico di Milano, perché lo Stato deve bloccarle?".

Mentre ai sindaci che hanno criticato l'operato della Regione, Salvini ha replicato così: "Se si dovessero aspettare le mascherine e i respiratori dallo Stato, campa cavallo. In Lombardia i respiratori arrivati dalla protezione civile e dallo Stato centrale sono stati 236, quelli procurati dalla Regione sono stati il doppio: 740". E ha concluso: "Lo dico ai sindaci di Bergamo e di Milano che hanno fiato da perdere e anzichè ringraziare trovano il tempo di criticare e di fare polemica".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 02/04/2020 - 13:27

certamente lui non sa quello che dice. ma matteo forse non ha capito quello che ha fatto nel 2018! ha praticamente prolungato la sofferenza dell'italia , alleandosi con il M5S.... ad ogni modo, certo, la sinistra resta il pericolo piu grosso del coronavirus! il virus prima o poi si ferma, la sinistra no :-)

Ritratto di Opera13

Opera13

Gio, 02/04/2020 - 15:29

Prendere esempio dalla gestione crisi in USA. Poteri ai Gevernatori di ogno stato che sono "on the ground . in their ground" con flusso di beni e servizi direttamente ai punti di consumo. La centralizzazione è inefficiente per soddisfare le esigenze odierne sopratutto in tempi di crisi. Per cio che riguarda Salvini, Di Maio, Conte...una grande famiglia.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 02/04/2020 - 15:43

Siamo tutti per Salvini. Anche se c'é un poco di confusione nel titolo.

hellas

Ven, 03/04/2020 - 15:46

L'espressione di Orlando nella foto è significativa della profondità e della lucidità di pensiero dell'uomo..se in alcune fregio i la sanità funziona in maniera decorosa è merito della gestione " regionalizzata". Se verràtutto rimesso nelle mani del potere centrale, avremo una sanità, a livello nazionale, paragonabile a quella sgangherata o peggio di certe regioni del sud.... Orlando ha bisogno di ferie, e prolungate.....