Il Papa dalla parte dei migranti "La politica li accusa di tutto"

Papa Francesco non usa giri di parole e manda un messaggio chiaro alla politica che, a suo dire, negli ultimi tempi ha messo sempre di più i migranti nel mirino

Il Papa dalla parte dei migranti "La politica li accusa di tutto"

Papa Francesco non usa giri di parole e manda un messaggio chiaro alla politica che, a suo dire, negli ultimi tempi ha messo sempre di più i migranti nel mirino. Nel suo Messaggio per la Giornata Mondiale della Pace, il Papa afferma: "Non sono sostenibili i discorsi politici che tendono ad accusare i migranti di tutti i mali e a privare i poveri della speranza". Poi il Pontefice parla sempre dei conflitti che accompagnano la storia dell'uomo: "Tenere l’altro sotto minaccia vuol dire ridurlo allo stato di oggetto e negarne la dignità. È la ragione per la quale riaffermiamo che l’escalation in termini di intimidazione, così come la proliferazione incontrollata delle armi sono contrarie alla morale e alla ricerca di una vera concordia. Il terrore esercitato sulle persone più vulnerabili contribuisce all’esilio di intere popolazioni nella ricerca di una terra di pace".

A questo punto arriva un vero e proprio appello alla pace cercando di preservare i bambini dagli orrori delle guerre: "Va ribadito - scrive Francesco - che la pace si basa sul rispetto di ogni persona, qualunque sia la sua storia, sul rispetto del diritto e del bene comune, del creato che ci è stato affidato e della ricchezza morale trasmessa dalle generazioni passate». «Il nostro pensiero - continua il Papa - va, inoltre, in modo particolare ai bambini che vivono nelle attuali zone di conflitto, e a tutti coloro che si impegnano affinchè le loro vite e i loro diritti siano protetti".

Commenti