Paragone: "M5S sceglie Pd? Rinuncio al ricorso fatto contro l'espulsione"

L'ex senatore grillino ha annunciato di non voler vincere la causa per rientare nel Movimento: "Non rientro in una casa senza identità"

"Il Movimento ha già deciso che va di là". Così, Gianluigi Paragone, ex senatore 5 Stelle, si scaglia su Facebook contro i suoi ex colleghi, che stanno pensando di rafforzare l'alleanza con il Partito Democratico.

Secondo l'ex grillino, il Movimento 5 Stelle, piuttosto che unirsi al Pd, dovrebbe "ripartire dalle sue parole chiave", ma ora "non lo può fare perché ha già deciso che va di là". Paragone aveva dichiarato che avrebbe presentato ricorso al giudice ordinario contro la sua espulsione, per poter rientrare nel Movimento, ma ora annuncia di non voler più tornare a far parte del partito fondato da Beppe Grillo. "Caro Di Maio –aveva detto Paragone- andiamo davanti al giudice e io vincerò, regolamento alla mano''. Ma ora, l'ex senatore 5 Stelle non sembra aver più tanta volgia di vincere quella causa. "Io ho detto che avrei fatto ricorso al giudice ordinario per poter rientrare nel Movimento- dice durante un video su Facebook- ma siccome quella causa rischio di vincerla, cosa faccio? Rientro in una casa che è senza identità?".

Poi incita i grillini a prendersi "tutti insieme per mano" e a recuperare quelle parole "forti, potenti e radicali", che usavano una volta: "Altro che facilitatori- aggiunge- è una parola che equivale a questo ciuccio". Infine, l'ex senatore 5 Stelle, Paragone, si scaglia contro l'euro, incitanto i suoi ec colleghi a riprendere in mano "le nostre parole forti contro l'Europa e contro l'euro che è tremendamente asimmetrico e fonte di tremenda ingiustizia". E conclude, dicendo: "Parole forti e azione anti sistema, ecco cosa dobbiamo fare".

Commenti

bernardo47

Mar, 28/01/2020 - 12:49

e chi se ne sbatte! Paragone hai rotto le balle! vai a lavorare! e smettila di incassare i 15000 netti il 27! non ti vergogni?

nerinaneri

Mar, 28/01/2020 - 13:13

...ciao, vai con socci (e porro)...

ruggerobarretti

Mar, 28/01/2020 - 13:56

perche' Paragone e' l'unico che dovrebbe vergognarsi??? E tutto il piddi allora?? E gli adepti di quella terribile "marchiciana" ?? Ovviamente si potrebbe estendere l'elenco anche ai destristi, ma mi sembra che qualcuno voglia far passare il messaggio che una certa parte politica sia rappresentata da personaggi senza macchia.

dagoleo

Mar, 28/01/2020 - 14:54

Paragone in quel gruppo di QI inferiori alla media era uno dei pochi intelligenti insieme a Di Battista. li hanno isolati ed espulsi ed ora stanno collassando. una fine annunciata.

apostata

Mar, 28/01/2020 - 15:30

troppo tardi

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mar, 28/01/2020 - 15:56

quando la nave affonda i topi scappano

maxfan74

Mar, 28/01/2020 - 16:55

Paragone merita un ruolo superiore a quello di senatore, persone che hanno ancora un senso logico delle cose e la voglia di rischiare per farle valere vanno premiate con un upgrade, il problema non è cosa costa una persona ma quanto vale e cosa fa, cosi in politica, nelle aziende ed in qualunque posto sia.