Il partito di Giuseppi spaventa i grillini. Pronta la deroga sul secondo mandato

Da Patuanelli a D'Incà, ormai il M5s pullula di "contiani" sul piede di partenza (anche senza voto anticipato). Di Maio tenta la contromossa

Il M5s lo difende. Eppure lo teme. Nella giornata in cui la crisi di governo sembra davvero a un passo, i grillini scelgono di blindare Giuseppe Conte. «Il problema non è Conte, anzi Conte va rispettato e sostenuto», scandisce il leader de facto del Movimento Luigi Di Maio. Il tentativo è quello di tenere unito un gruppo parlamentare in cui i fan del già avvocato del popolo rappresentano una buona fetta, se non la maggioranza, di deputati e senatori. E così la stabilità a Palazzo Chigi diventa un percorso obbligato per i grillini. Perché dopo la difesa d'ufficio c'è la grande paura. Un timore che è tornato a crescere da un mese a questa parte. Da quando si è intensificato il pressing di Matteo Renzi sull'esecutivo giallorosso. Proprio a partire da quei giorni di inizio dicembre, nel Palazzo, è ripartita a circolare una voce che sembrava sopita. Coperta dall'emergenza Covid. E se Conte si mettesse in proprio? Al momento è difficile rispondere alla domanda. Quel che è certo è che l'ipotesi della «lista Conte» è di nuovo una delle preoccupazioni più importanti dello stato maggiore dei Cinque stelle. Con una tensione che cresce sempre di più ogni qual volta si fa più concreto lo spettro delle urne anticipate. «Luigi non può accettare un altro premier, altrimenti dovrebbe vedersela con i contiani», sentenza un esponente pentastellato di Montecitorio.

Chiunque voglia scoprire i nomi dei fedelissimi del premier veda alla voce Federico D'Incà, ministro ai Rapporti con il Parlamento, ultimamente al centro delle critiche di molti parlamentari vicini al titolare della Farnesina per la sua gestione del raccordo tra i gruppi di maggioranza e il governo. Si veda anche alla voce Stefano Patuanelli, ministro dello Sviluppo economico. E si sottolinei il nome di parlamentari come il palermitano Giorgio Trizzino e il vicecapogruppo alla Camera Riccardo Ricciardi.

Quello dei contiani è un dossier che incrocia pericolosamente alcune delle questioni più delicate interne al M5s. Compreso il tetto ai due mandati, il problema dei problemi. Una lista Conte in vista di elezioni o gruppi in Parlamento vicini al premier potrebbero essere attrattivi per tanti stellati. E tra le cause di una possibile diaspora ci sarebbe sicuramente il limite dei due mandati. Una regola contestata a bassa voce soprattutto dagli eletti riconducibili a Conte. Infatti, sotto traccia, negli scorsi giorni si è raggiunta una mediazione nel Movimento su una deroga in caso di ritorno improvviso al voto, in anticipo sulla fine naturale della legislatura. In uno scenario di elezioni anticipate ci sarebbe il via libera alla ricandidatura di chi, secondo la regola, non potrebbe correre per un terzo giro di giostra. Tutti d'accordo. Da Beppe Grillo ad Alessandro Di Battista. La partita viene definita «ancora aperta» se consideriamo un quadro politico in cui si torna a votare a scadenza naturale. E la storia di ipotetiche formazioni parlamentari in sostegno a Conte è ancora tutta da scrivere. Di sicuro la creazione di gruppi vicini a Conte innescherebbe un dibattito nel M5s. A partire proprio da una decisione definitiva sui due mandati. Un argomento che è stato sostanzialmente messo in stand by agli Stati generali. Dove è arrivata una conferma ufficiale sul mantenimento del principio, seppure con tanti se e tanti ma rimasticati a mezza bocca da più di qualche grillino che conta.

Intanto all'inizio della prossima settimana è previsto un altro appuntamento che potrebbe riservare sorprese. Alla Camera cominceranno le votazioni interne per eleggere i membri del direttivo del gruppo M5s. Un deputato ci dice: «Pare che si ricandideranno gli uscenti, ma con queste cose è sempre un caos».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/01/2021 - 10:12

Pensavo fossero dello stesso partito degl iincapaci.

Duka

Sab, 09/01/2021 - 10:16

Dopo esservi arricchiti alle spalle degli italiani, gli italiani tutti vi augurano la MISERIA PIU' NERA

giovanni951

Sab, 09/01/2021 - 10:19

hanno visto dimaio allo stadio.....

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Sab, 09/01/2021 - 10:21

E quale sarebbe il partito del giuseppi? Che ha fatto per costituirlo? Ha pescato nel torbido, nel peggio del peggio, un'Armata Brancaleone!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 09/01/2021 - 10:28

sono spaventati tutti i babbei comunisti grulli, tranne i silvioti, i legaioli e fratellastri.... :-) se poi i babbei comunisti grulli ragliano cosi rumorosamente, vuol dire che hanno paura anche di noi :-)

leopard73

Sab, 09/01/2021 - 10:29

Si spaventano non per l'incapacità politica ma della lauta busta PAGA che verrà a mancare!!!!

ItaliaSvegliati

Sab, 09/01/2021 - 10:58

Beoni raglianti che tutti assieme se votiamo arrivano al 3%....

perriv49

Sab, 09/01/2021 - 10:59

Bravo Leopard73.E' proprio cosi.ma non solo della busta paga,anche di tutti i benefit e sopratutto dei soldini della PHILIP-MORRIS e forse qualche altro.

Ritratto di bluegum

bluegum

Sab, 09/01/2021 - 11:12

Ma solo in italia accadano queste cose ,che uno fa il PM senza aver preso un solo voto da gli Italians

Jon

Sab, 09/01/2021 - 11:13

Il Partito di COnte si chiamera' PMI.. Pecore e Macachi Italiani .

Ritratto di Azo

Azo

Sab, 09/01/2021 - 11:53

Quale partito vorrebbe prommuovere Conte??? """Il PARTITO DEL Bizont-kid, o quello della colla istantanea"""!!! HA!HA!HA!

disturbatore

Sab, 09/01/2021 - 12:21

L´Europa che tanto sventola la bandiera della democrazia e del potere equamente suddiviso scopre che sono le eccellenze a fare da padroni . Qui il partito Merkel , li il Partito Macron , il partito Orban , adesso anche il partito Conte. Cio´che salta all´occhio e´che quasi tutti gli altri sembrano rispondere soprattutto a criteri di bella presenza. Questa UE rassomiglia sempre di piu´al feudalesimo con Stati feudi e feudatari che ad un´unione di popoli e culture diverse.

DRAGONI

Sab, 09/01/2021 - 12:26

DI MAIO E' TERRORIZZATO DAL SUO AGNELLO GIUSEPPI CHE SI E', ALLA PROIVA DEI FATTI , DIMOSTRATO UN LUPO!

Ritratto di gianni-2

gianni-2

Sab, 09/01/2021 - 12:44

Perchè esiste qualche Grullone che conta ?

Iacobellig

Sab, 09/01/2021 - 12:48

Questo ignorante inadeguato e senza titolo deve uscire dal governo e parlamento è indegno non può farci vergognare anche nel mondo. Senza dignità che evidentemente non ha mai conosciuto.

Ritratto di COVìPDdì...

COVìPDdì...

Sab, 09/01/2021 - 12:52

POLTRONARI 5 POLTRONE, LA POLTRONA PRIMA DI TUTTO

SemprePiùBasito

Sab, 09/01/2021 - 12:54

Caro Di Maio i 5S hanno fallito proprio per la propria ignoranza ma nello stesso tempo per la presuntuosità di sapere. Siete il risultato di una gestione di sinistra che ha sfasciato la scuola creando i politici del domani IGNORANTI ovvero facili da gestire. Non sai niente ma guadagni 15000 euro al mese.

Iacobellig

Sab, 09/01/2021 - 12:58

Un soggetto come di maio, ignorante e non capisce un tubo non può sedere al governo-parlamento è una vergogna per l’Italia.

ItaliaSvegliati

Sab, 09/01/2021 - 13:56

Di Maio puoi tornare a fare il bibitaio....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 09/01/2021 - 13:59

Ecco che i grillini, sapendo di dover tornare a fare i disoccupati, perchè non riescono in nessu nlavoro, si aggregano al capo del nuuovo partito, speranzosi di una cadrega, ma indifferenti ad ogni tipologia di politica che produrrà. L'importante è tenere i lseder al caldo e soprattutto....lo stipendio solido.

Jon

Sab, 09/01/2021 - 14:02

@iacobelling..Sono proprio quelli come Di MAio, burattini perfetti ed incapaci nella vita, che pongono, nei governi Fantoccio..Gente senza scrupoli e dignita', parolai ed ignoranti, ma fedeli al Capobastone che gli garantisce lo stipendio Pagato da Noi, piu' stupidi di loro..

maurizio-macold

Sab, 09/01/2021 - 15:00

Il fatto che siano tanti i destricoli a scrivere su questo forum dimostra inequivocabilmente che temono l'entrata inscena di un partito targato Giuseppe Conte. E lo temono in tanti, ad esempio quelli del M5S, il PD, FdI, Lega, e gli zero/virgola targati Renzi, ecc. Porterebbe via voti a tutti e prenderebbe un sacco dei voti degli astensionisti.

Ritratto di babbone

babbone

Sab, 09/01/2021 - 15:26

tutte bufale non li vota nessuno altrimenti ci avrebbero fatto votare...

Happy1937

Sab, 09/01/2021 - 16:51

State sereni tutti e due, Giggetto e Giuseppi, quando al Popolo Italiano sarà finalmente riconosciuto il diritto ad esprimersi nelle Urne, tornerete tutti e due alle precedenti occupazioni. Coin i guai che avete combinato purtroppo sarà difficile dimenticare che siete esistiti.