Green pass dall'11 ottobre. Multa di mille euro per gli irregolari

L'allargamento coinvolgerà 1,2 milioni di dipendenti pubblici. Obbligo anche per gli appartenenti alle forze militari. Il nodo dei privati: le aziende chiedono tamponi gratuiti

Passaporto verde dall'11 ottobre. Multa di mille euro per gli irregolari

La bozza del decreto bis sul green pass per gli statali è pronta. I tecnici di Palazzo Chigi stanno limando le ultime sbavature: si va verso il via libera all'estensione della certificazione verde per tutti i dipendenti dello Stato. L'ok al decreto è atteso al Consiglio dei ministri che dovrebbe riunirsi domani. La riunione dell'esecutivo sarà preceduta da un vertice politico tra i partiti di maggioranza e da un confronto tra governo e Regioni: passaggi necessari per evitare strappi e malumori. Ma la strada è tracciata: si cammina spediti verso l'estensione del green pass per tutti i dipendenti pubblici.

Platea L'obbligo scatterà 1,2 milioni di persone. Si procede con gradualità e categorie.

Forze dell'ordine Il decreto introdurrà l'obbligo della certificazione per gli appartenenti ai corpi di polizia, carabinieri, vigili del fuoco, guardia di Finanza.

Tribunali Magistrati, cancellieri e dipendenti di Procure e Tribunali saranno sottoposti all'obbligo del green pass. Sarebbero esclusi dall'obbligo imputati e testimoni dei processi.

Uffici pubblici Il decreto dovrebbe riguardare anche i dipendenti di federazioni, istituti di ricerca, enti culturali e agenzie fiscali.

Aziende miste Si va verso il rinvio per i dipendenti delle società miste (pubblico-privato): non sarebbe possibile procedere in questa prima fase per ostacoli tecnici e legislativi.

Bar, ristoranti, piscine e palestre Con il decreto green pass bis sarà introdotto l'obbligo della certificazione vaccinale anche per i dipendenti di bar, ristoranti, piscine, palestre, musei, fiere e teatri: l'obbligo già esiste per i clienti. È un'anomalia che il governo sanerà.

Entrata in vigore L'obbligo green pass per gli statali dovrebbe entrare in vigore a partire dall'11 ottobre.

Sanzioni Definite le sanzioni, che oscilleranno da 400 a mille euro di multa, per i trasgressori. Fino alla sospensione dello stipendio.

Privati Resta aperto il capitolo sull'estensione del passaporto verde ai lavoratori del comparto privato. È da escludere che l'obbligo possa scattare già nel prossimo decreto. In ogni caso il governo Draghi punta a chiudere la partita entro fine mese. È in corso un'interlocuzione con i sindacati.

Tamponi Le aziende chiedono che siano gratuiti nel caso in cui venga introdotto l'obbligo green pass per i lavoratori del privato.

Dl green pass Intanto ieri l'Aula del Senato ha avviato l'esame del primo decreto Covid che ha già incassato il via libera della Camera dei deputati. La Lega non ha presentato emendamenti ma solo ordini del giorno. E dunque il testo non dovrebbe subire modifiche. Il provvedimento contiene le norme sul certificato verde (obbligatorio per accedere a ristoranti al chiuso, palestre, piscine, centri termali e altri luoghi dove c'è il rischio di assembramento, come cinema, teatri, sale da concerto, stadi o palazzetti sportivi), la proroga a fine anno dello stato di emergenza nazionale fino al 31 dicembre 2021 e rivede i parametri sanitari per il passaggio di colore nelle regioni del Paese. L'obbligo già esiste per i clienti di bar e ristoranti al chiuso, per accedere a piscine, palestre, musei e teatri.

Con l'ultimo decreto, varato dall'esecutivo la settimana scorsa, è diventato necessario esibire il green pass anche per accedere a scuole e università (l'obbligo vale anche per i genitori che accompagnano i figli), Rsa, alle residenze sanitarie per anziani. Obbligo anche per il personale delle mense di scuole e università e per le ditte di pulizia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti