Premi ai manager basati... sui selfie

Concorso per «miglior innovatore», il Mise: «Fatevi una foto». Ma poi fa retromarcia

Un contest tra gli innovation manager. A lanciarlo è stato il ministero dello Sviluppo economico combinando però un grosso pasticcio forse proprio per la scarsa dimestichezza con le tecnologie. Cosa è successo?

Facciamo una premessa: all'inizio di novembre il Mise ha pubblicato il decreto con l'elenco dei manager e delle società abilitati a fornire alle pmi e alle reti d'impresa servizi di consulenza specialistica nei processi «di innovazione negli ambiti della trasformazione tecnologica e digitale, ammodernamento degli assetti gestionali e organizzativi, accesso ai mercati finanziari e dei capitali». Con questo provvedimento le imprese presenti su tutto il territorio nazionale potranno avviare la compilazione della domanda per richiedere il Voucher per l'innovation manager. Cui la Legge di bilancio 2019 ha stanziato complessivamente 50 milioni per il 2019 e il 2020. Ebbene, poco dopo le 11 di giovedì mattina il ministero guidato dal grillino Stefano Patuanelli ha inviato una mail ai quasi 9mila innovation manager certificati per annunciare appunto il concorso con tanto di istruzioni. Primo passo: entrare nella sezione dedicata sul sito del Mise al link indicato. E fin qui tutto, bene. Basta un clic. Secondo: «Farsi un selfie che rispecchia il lavoro di innovation manager o il proprio contesto operativo tramite la piattaforma dedicata». Più complicato trovare un modo per rispecchiare in un autoscatto l'essenza dell'innovation manager o il contesto operativo. Ma il manager deve appunto essere innovativo quindi risolvere il rebus del selfie, caricarlo sul sito, pubblicarlo sui social network Twitter, Linkedin o Instagram, citare il Mise e Invitalia, taggare cinque amici e ultimo passo «utilizzare gli hashtag del concorso #innovationmanager #innovationmanagertour #digitaltrasformation. C'è chi pensa a uno scherzo di un hacker, a un fake. Ma due ore dopo, però, gli innovation manager della lista hanno ricevuto una seconda mail: «Con riferimento alla mail in oggetto si comunica che è stato effettuato un errato invio. Ci scusiamo per il disagio». Nemmeno il tempo di capire a cosa servisse il concorso, trovare lo scatto giusto, la location perfetta, il look più innovativo. Disattivato il link al sito del Mise e addio contest.

Dopo la gaffe di giovedì, ieri sul Mise spunta una nuova comunicazione: «Sono 3.615 le domande presentate per richiedere il voucher per l'innovation manager. L'ammontare complessivo delle agevolazioni richieste è risultato superiore a 95 milioni rispetto alla dotazione finanziaria disponibile per l'intervento, pari a 50 milioni. Il ministero ha pertanto disposto la chiusura dello sportello per la presentazione delle domande, che era stato aperto il 12 dicembre. Il ministero prosegue le nota - effettuerà nei prossimi giorni, sulla base dell'ordine cronologico di arrivo, l'istruttoria delle domande pervenute. Al termine delle verifiche si procederà con la concessione del voucher». Del contest e dei selfie innovativi, nessuna traccia.

Commenti

cgf

Sab, 14/12/2019 - 17:43

Una degna eredità, non c'è che dire