Il presidente della Camera Fico arriva a Montecitorio con l'autobus

Il nuovo presidente della Camera non rinuncia alle proprie abitudini di deputato e arriva al primo giorno di lavoro con l'autobus dell'Atac

Il presidente della Camera Fico arriva a Montecitorio con l'autobus

Roberto Fico sceglie di inaugurare il proprio mandato da neo eletto presidente della Camera all'insegna della sobrietà e dell'understatement. Senza però rinunciare ai gesti simbolici.

E così l'esponente dell'ala "dura e pura" del MoVimento Cinque Stelle sceglie di esordire nel proprio nuovo lavoro arrivando a Montecitorio con un autobus dell'Atac, l'azienda di trasporto pubblico della capitale. Un po' come Ignazio Marino che aveva iniziato il mandato da sindaco di Roma arrivando al Campidoglio in bicicletta, Fico non ha mancato di postare sul proprio profilo Instagram una foto che lo ritrae mentre, abbigliato con una giacca sportiva e senza indossare la cravatta, scende dall'autobus come un cittadino qualunque. Asciutta la didascalia: "Direzione Camera dei Deputati".

Inevitabili le reazioni, come sempre contrastanti, degli internauti. Il web si è infatti subito diviso fra chi loda il gesto della terza carica dello Stato come indicativo di un nuovo approccio, più sobrio, alla funzione pubblica e chi invece lo accusa di esibizionismo e pauperismo.

In mattinata Fico è rientrato da Napoli - dove si era recato nel weekend per saliutare amici e parenti - e una volta arrivato alla stazione Termini ha raggiunto la Camera con l'autobus 85 fino a via del Corso per poi proseguire a piedi. All'entrata di Palazzo Montecitorio ha preferito non rispondere alle domande dei cronisti che lo attendevano all'esterno dell'edificio, limitandosi a un telegrafico "ci mettiamo subito al lavoro".

Commenti