Primo week-end di libertà tra le Regioni. Iss: "Lenti miglioramenti, serve cautela"

In molte città misure anti-movida. De Luca: "Capri Covid-free". Da lunedì la Sardegna in arancione e la Valle d'Aosta in rosso

Primo week-end di libertà tra le Regioni. Iss: "Lenti miglioramenti, serve cautela"

Quello che inizia oggi è il primo fine settimana di semilibertà per gli italiani. Un week-end santificato da buoni numeri (ieri 13.446 nuovi contagi con un tasso di positività al 3,97 per cento e le terapie intensive sempre più vuote, 2.583 posti, ma 263 morti in più) ma da un clima decisamente ostile, soprattutto al Centro-Nord. Un'Italia divisa in due con un filo di ironia: il maltempo in gran parte delle regioni gialle (che ricordiamo fino a domani sono Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Veneto, Trentino-Alto Adige, Umbria, Marche, Abruzzo, Toscana, Lazio, Campania e Molise) mentre sono ancora in arancione Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e Valle d'Aosta e la Sardegna in rosso. Da lunedì 3 peraltro queste due regioni si scambieranno i ruoli: Sardegna arancione e Valle d'Aosta rossa.

Nubifragi sono attesi nel pomeriggio di oggi in Lombardia, nel Triveneto, in Toscana, dove c'è l'allarme giallo (e il corto circuito tra colori è garantito). Ma c'è da giurarci che, pioggia o non pioggia, l'Italia oggi si godrà la riconquistata libertà in tutti i modi possibili. Ci si può spostare con libertà tra le regioni gialle, a patto di rispettare il coprifuoco alle 22, ancora in vigore. Si può anche mangiare nei ristoranti a pranzo e a cena, purché all'aperto. Un banco di prova del senso di responsabilità degli italiani, nel quale non sembra credere molto Enrico Letta, leader del Pd: «Se sbagliamo adesso, il week-end del 1° maggio, se è gestito da irresponsabili, noi saremo costretti a richiudere e ci giocheremo l'estate, a differenza di altri, come Francia e Germania, che hanno tenuto il lockdown adesso. A giocare Salvini ci giochiamo l'estate». Addirittura.

Segnali di ottimismno arrivano da varie regioni. Oggi ripartono in treni per il mare che uniscono Piemonte e la riviera di Ponente in Liguria, un potenziamento che sarà attivo fino a domenica 12 settembre, «salvo modifiche legate all'emergenza sanitaria al momento non prevedibili», fanno sapere da Trenitalia. Liguria che ha approvato le linee guida per la stagione balneare 2021 che inizia oggi per finire il 15 settembre e ricalca quella del 2020.

Chi non se la sentirà di affrontare il maltempo riempirà oggi e domani le strade della movida. Molte città si preparano: a Firenze il sindaco Dario Nardella ha firmato un'ordinanza che vieta da venerdì a sabato stazionare dalle 16 alle 22 nelle tre principali aree della movida in centro e consumare alcolici, eccetto ai tavoli dei locali. A Roma il Campidoglio ha prorogato al 31 luglio il divieto di vendita di alcolici da asporto dopo le 18. In campania il governatore Vincenzo De Luca annuncia che «la prossima settimana Capri sarà un'isola Covid free e faremo una campagna di promozione mondiale», mentre «la settimana successiva lo sarà anche Ischia e poi daremo priorità alle categorie turistiche delle altre zone turistiche, come il Cilento e la Costiera Sorrentina». Ma guai a rilassarsi: «Se immaginiamo che zona gialla significa fare la ricreazione e la movida irresponsabile, nel giro di due settimane diventiamo non zona arancione, ma rossa». Lo sceriffo è sempre vigile.

Commenti