Prostituta accoltellata in strada: caccia all'assassino

L'uomo l'ha colpita cinque volte in pieno giorno: si indaga nel mondo dello sfruttamento

Prostituta accoltellata in strada: caccia all'assassino

Gli inquirenti chiedono la collaborazione di chiunque abbia visto l'assassino, che ha accoltellato la vittima per strada e in pieno giorno. A morire sotto i numerosi colpi è stata una donna di 47 anni nata in Albania. Si chiamava Luljeta Heshta e faceva la prostituta lì dove è stata uccisa.

Il delitto ieri nel primo pomeriggio sulla provinciale 40, tra San Giuliano Milanese e Melegnano. Questo tratto di strada, nella frazione di Pedriano, è il territorio delle bande dell'Est Europa che sfruttano la prostituzione ed è quindi abitualmente frequentata dalle donne sfruttate. La vittima, regolare in Italia e con piccoli precedenti, lavorava nella zona da tempo. Ieri poco dopo le 13 diverse persone che passavano in auto hanno visto un uomo «vestito di scuro» che la inseguiva a piedi e poi si accaniva su di lei con più coltellate, almeno cinque, alle gambe e alla schiena. Sono stati subito chiamati i soccorsi e con il 118 sono arrivati i carabinieri della Compagnia di San Donato. La donna è stata portata d'urgenza e in gravi condizioni all'ospedale Humanitas di Rozzano, dove è stata operata per tentare di salvarla. È morta però poco dopo l'intervento. All'arrivo dei militari l'uomo era già sparito. È stato visto allontanarsi di corsa. Forse aveva parcheggiato l'auto non troppo lontano o forse qualcuno lo aveva accompagnato e lo aspettava.

I carabinieri danno la caccia all'omicida e cercano l'arma del delitto nei campi intorno al luogo dove la donna è stata trovata in fin di vita. La Procura di Lodi ha aperto un'inchiesta per omicidio volontario. «Per ora - spiega il procuratore Domenico Chiaro - non c'è alcuna ipotesi esclusa o privilegiata in partenza ma febbrili indagini in corso». Il movente dell'omicidio non sarebbe la rapina, visto che a Luljeta Heshta non è stato rubato nulla. Si cerca un cliente o un protettore o comunque qualcuno legato alla guerra nell'ambito del racket della prostituzione.

La Procura di Lodi ha lanciato un appello a farsi avanti rivolto a chiunque abbia visto qualcosa di utile alle indagini. La provinciale 40 è infatti una strada di passaggio. Il punto esatto dell'accoltellamento: tra il distributore Total Erg e la rotonda di ingresso a Melegnano, poco distante da due rivendite di auto. «Si fa appello - dice il procuratore capo - a chiunque abbia visto qualcosa, o litigare un uomo e una donna o solo l'uomo che fuggiva dopo i fatti, a mettersi in contatto con i carabinieri di San Giuliano Milanese o con altre forze dell'ordine. Si potrà contattare direttamente anche la Procura di Lodi. Si sta cercando un uomo vestito di scuro che, dopo il fatto, si è allontanato a piedi sulla strada».

Commenti