Ramazzotti attacca Marino: "Roma sporca e abbandonata, il sindaco che c'è non va bene"

E non risparmia neppure Renzi: " Se un giorno è qui, l'altro è là, come si risolvono i problemi?"

Ramazzotti attacca Marino: "Roma sporca e abbandonata, il sindaco che c'è non va bene"

"Altro che caput mundi... Roma vista da fuori è sporca e abbandonata a se stessa. Il sindaco che c'è ora non va bene, non fa nulla, bisogna cambiare. A partire dalla mentalità di chi amministra e di chi ci vive". L'attacco parte da Eros Ramazzotti, romano di nascita e milanese d'adozione, durate l'incontro con i giornalisti in cui ha presentato il Perfetto World Tour che parte ufficialmente questa sera dall'Arena di Verona.

"Se Renzi un giorno è qui, l'altro è là, non sta mai a casa, e anche in Parlamento non ci sta mai - accusa il cantante - come si risolvono i problemi?".

Dopo Alessandro Gassman, che si è improvvisato spazzino per un giorno, e ha ripulito una via del centro della capitale, anche Ramazzotti prende posizione sulla situazione e accusa chi ritiene che ne sia responsabile: primo cittadino e presidente del Consiglio.

A fine luglio lo stesso Gassman aveva lanciato la campagna #romasonoio, per sensibilizzare i cittadini a prendersi cura dello spazio pubblico, pulendo le strade ed eliminando il degrado. Un'iniziativa che aveva ricevuto il plauso di molti, a cominciare dal sindaco Ignazio Marino.

Già allora però, non erano mancate le critiche di chi, amareggiato dalla cattiva gestione della città, non pensa che sostituirsi agli impiegati pubblici, pagati per fornire questo servizio, sia la soluzione del problema. Inoltre, era l'obiezione più comune, non tutti dispongono del tempo libero di cui può godere un personaggio dello spettacolo."Perché pagare le tasse, allora?" domandavano i tanti che non hanno appoggiato l'iniziativa.

Commenti