"Adesso ci separa un abisso" ​Perché Conte trema davvero

Fumata nera al termine dell'ultimo incontro tra una delegazione di Iv e il ministro Gualtieri

Il confronto sul Recovery Fund tra la delegazizone di Italia Viva e il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, ha generato l'ennesima fumata nera. "Sui contenuti ci separa un abisso. Non ci siamo", ripetono i renziani.

L'affondo dei renziani

Il vertice, se così può essere definito, è stato serrato ma per niente risolutivo. "Abbiamo mandato 30 pagine, loro una bozza di piano modificata dopo la conferenza stampa di Renzi e arrivata ieri notte", affermano fonti di Iv al termine dell'incontro. Ancora tanti i punti cruciali per il partito guidato da Matteo Renzi. Si parte dal solito Mes, per poi passare a infrastrutture, giustizia e pubblica amministrazione.

E ancora: 5g e no alla fondazione cybersecurity che, tolta dalla manovra, rispunta tuttavia nascosta nel Piano Nazionale di Ripartenza e Resilienza. "Quello che poteva essere fatto già dal 22 luglio, quando abbiamo chiesto di iniziare a discutere il RP, lo stiamo facendo adesso, e di corsa purtroppo. Ci separa un abisso nel metodo e sui contenuti: non saremo complici di un piano senza ambizione per il futuro del paese", aggiungono quindi i renziani uscendo dal tavolo al Mef.

I punti critici

Scendendo nel dettaglio, con 27 pagine e 62 punti, Iv ha letteralmente stroncato il Piano Nazionale di Ripartenza e Resilienza di Giuseppe Conte. Che il documento non fosse piaciuto ai renziani era evidente dalla conferenza stampa con cui Renzi aveva lanciato le sue proposte, riassunte nel documento che porta il titolo "Ciao", acronimo che sta per "Cultura, Infrastrutture, Ambiente e Opportunità" (ma che suona tanto come un avvertimento al premier).

Nei 62 punti, i renziani si sono soffermati sui contenuti del piano, ma anche sulla forma. Non sono mancati passaggi per segnalare "ripetizioni", come quello sulla giustizia, ed altri per segnalare a Conte di essersi limitato ad un lavoro di "collage" di diversi desiderata, mancando di dare "una unica mano al documento". Da segnalare, come riportato dall'Agi, la bacchettata sul piano fatto pervenire alle forze di maggioranza "di notte, a poche ore dal consiglio dei ministri che lo doveva approvare", come lamentato più volte da Renzi, e dagli altri esponenti di Italia Viva.

A seguire ecco le considerazioni di stile che, per i renziani, denunciano una certa approssimazione anche nei contenuti: "Il documento è chiaramente un collage di testi diversi: per noi serve una penna sola per tutto il testo, non una collazione di diversi brani. Lo si denota anche dalle ripetizioni, sia di argomenti che di riferimenti. Progetti di questo tipo solitamente hanno un Executive Summary e poi un'analisi dettagliata". Il mantra ripetuto dai renziani è uno: Italia Viva non ha alcuna intenzione di essere "complice di un piano senza ambizione". Adesso resta da capire quale sarà la prossima mossa di Conte, sempre più nell'occhio del ciclone.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Smax

Smax

Gio, 31/12/2020 - 10:18

Conte trema dall’anno scorso ed è sempre li. Il bomba non muoverà un dito se non avrà una nuova maggioranza. È l’unica possibile e con i voti di FI. Come sempre.

Ritratto di cicopico

cicopico

Gio, 31/12/2020 - 10:21

speriamo che sia la volta buona che riusciamo a liberarci di conte e 5 stelle.

Oraculus

Gio, 31/12/2020 - 11:04

Una coalizione quella al Governo di una cosi' facile previdenza da lasciare interdetti per l'incolpevolezza ostentata dal suo autore , un Salvini sbiadito quanto senza biasimo...e cosi' con i Conte , Salvini , Di Maio , Renzi , Zingaretti , etcc...etcc...siamo la peggior Italia della nostra storia...una vergogna per tutti...comunisti compresi .

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 31/12/2020 - 11:13

@Smax - E' proprio così come hai scritto.

antonmessina

Gio, 31/12/2020 - 11:19

ma basta far credere che questo burattino sia in bilico ! è saldamente incollato alla poltrona da dittatore e non la molla di certo

BRAMBOREF

Gio, 31/12/2020 - 11:24

GIGI91 Se davvero hac cuore per l'Italia, e gli Italiani, feccia una verifica per vedere de ha ancora una maggioranza. Se no vada subito al Colle.

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 31/12/2020 - 15:28

L’avvocato Conte si batte per se stesso, avendo capito che la situazione politica, soprattutto per lui, sta diventando sempre difficile, mentre Matteo Renzi sta facendo di tutto per straniarlo dalla politica e sostituirlo al comando. Noi aspettiamo tutto ciò che deve avvenire, liberandoci proprio dall’avvocato Conte e dai suoi Dpcm. Amen

Gasparesesto

Sab, 02/01/2021 - 10:43

Così come sta andando l'Italia è meglio che Mattarella ne prenda atto senza tergiversare ancora col gioco di parole e buoni propositi : solo Filosofia da 1/a Repubblica, farebbe meglio agire, sciogliere le Camere e attivare un Governo di transazione con Tecnici veri ed una Guida pari al prestigio del Colle ! Anche perchè con gli ultimi flopp in campo estero avremo contro anche gli States per aver compromesso la stabilità degli armamenti e di accordi strategici ! Ma senza pensare ad un'altro mandato a Conte dopo il secondo fallimento di Governo .