Referendum costituzionale, affluenza record

È finita con un'affluenza record oltre ogni previsione: a seggi chiusi ha votato il 69% degli aventi diritto

Referendum costituzionale, affluenza record

È finita con un'affluenza record oltre ogni previsione: a seggi chiusi ha votato quasi il 67% degli aventi diritto e cioè il 66,57% (il 68,48% in Italia e il 28,42% degli italiani all'estero)

Alle 19 il Ministero dell'Interno aveva registrato una affluenza del 57,24%, ma già alle 12 si erano recati alle urne il 20,14% degli aventi diritto.

Un vero e proprio boom, se confrontato con le Europee del 2014: allora a votare andarono il 58,7% degli aventi diritto. Al referendum costituzionale del 2001 l'affluenza fu del 23,9%. Al referendum costituzionale del 2006 l'affluenza fu del 22,4%. Nel referendum sulle trivelle dell'aprile 2016 votò il 19,82% degli italiani all'estero, alle politiche del 2013 votò il 32,11%.

Il Veneto è la Regione in cui si è registrato il dato più alto con il 76,65% degli elettori andati alle urne, a seguire l'Emilia Romagna (75,99%), la Lombardia con il 74,66%, il Friuli (72,47%), il Trentino Alto Adige, Piemonte, Valle d'Aosta e Toscana (oltre il 70%). Il fanalino di coda, come è avvenuto anche per i dati dell'affluenza delle ore 12 e delle 19, si conferma la Calabria, con il 53,54% degli elettori al voto.

Commenti